fbpx

La vera storia del festival! Woodstock 2022?

Scopri la vera storia di Woodstock 99 raccontata dal documentario Netflix! Ci sarà un Woodstock 2022?

Woodstock 99 Anthology Chaos è disponibile su Netflix! Per chi volesse sapere la vera storia di Woodstock 99, continuare a leggere! Prima del Festival del Fuoco, c’era Woodstock 99, un festival musicale così disastroso da essere soprannominato “il giorno in cui la musica è morta”.

Questo disastro di tre giorni è ora oggetto di una nuovissima serie di documentari di Netflix, Woodstock ’99 in cui giornalisti, frequentatori del festival e persino il creatore di Woodstock, Michael Lang, spiegano come il festival sia andato così male. Per scoprire cos’è Michael Lang oggi, leggi questo.

Dal caldo torrido alla mancanza d’acqua, all’atteggiamento sessista coltivato dal cinema e dalla televisione americani alla fine degli anni ’90, molti fattori hanno portato a Woodstock 99 finisce in violenze, aggressioni sessuali e incendi, ma cosa è successo esattamente e perché?

Ecco tutto ciò che devi sapere la vera storia chi c’è dietro il documentario Netflix: Woodstock’99 e cosa è successo al festival di New York.

Cos’è il Festival di Woodstock?

Woodstock, ufficialmente conosciuta come Woodstock Music and Art Fair, era un festival musicale che si teneva a New York City. Evento culturale emblematico, Woodstock è iniziata nel 1969 ed è stata annunciata dai suoi fondatori come “Tre giorni di pace e musica”.

Tenuto in un caseificio di 600 acri a Bethel, New York, il festival è diventato un fenomeno culturale. Nel suo primo anno ha ospitato quasi 500.000 persone, mentre si esibivano artisti come Santana e Jimi Hendrix.

Con molti musicisti che denunciano la guerra del Vietnam, il Woodstock original è diventato famoso per il sentimento contro la guerra della maggior parte dei partecipanti ed è stato un momento decisivo nell’ondata di opinioni contrarie all’establishment negli Stati Uniti negli anni ’60.

Woodstock si è tenuto di nuovo nel 1994 e nel 1999, dove si è tenuto nello stato di New York, ma ha dovuto affrontare molte sfide a causa di episodi di violenza, ondate di calore e partenze di incendi.

La vera storia di Woodstock 99

Le temperature sono aumentate, così come l’aggressività della scaletta del festival. Quando sabato sera i Limp Bizkit sono saliti sul palco, acclamati dal cantante Fred Durst, parte del pubblico ha iniziato a strappare pannelli di legno dalle pareti durante la loro canzone Break Things. Durante il loro concerto, Durst ha detto: “È ora di lasciar perdere, perché non ci sono regole del cazzo là fuori”. Per scoprire cos’è Fred Durst oggi, leggi questo.

Leggi  Credo 2: Spiegazione della fine! Quale futuro per Adonis?

I Red Hot Chili Peppers hanno seguito i Limp Bizkit, e una bella idea dell’organizzazione contro la violenza delle armi PAX, che ha chiesto a tutti di accendere le candele che hanno distribuito durante la canzone Under The Bridge. , si è aggiunta alla terribile situazione. Le candele venivano usate per accendere falò e venivano accese bottiglie vuote. Dopo il concerto, alla folla è stato detto di non farsi prendere dal panico, ma c’era un “piccolo problema”: una delle torri audio era stata data alle fiamme ed era andata a fuoco.

Mentre l’atmosfera selvaggia continuava, le cose diventavano ancora più pericolose. I bancomat sono stati rovesciati e scassinati, le bancarelle della merce sono state saccheggiate e derubate, il sito è stato distrutto e molti oggetti sono stati dati alle fiamme.

Secondo Billboard, ci sono stati “cinque stupri e numerosi casi di molestie e aggressioni sessuali” durante il fine settimana e, come riportato da MTV, due donne sarebbero state violentate in gruppo tra la folla durante i set di Limp Bizkit e Korn. Un frequentatore del festival, David DeRosia, è crollato tra la folla al concerto dei Metallica e in seguito è morto, forse per “ipertermia, probabilmente secondaria a un colpo di calore”.

Ci sarà un festival di Woodstock 2022?

Probabilmente non ci saranno Woodstock 2022, né in futuro. Alla fine del documentario Woodstock 99, realizzato da HBO nel 2021, al compianto Michael Lang – che ha organizzato il festival originale così come coloro che lo hanno seguito – viene chiesto se pensa che ci sarà un altro Woodstock, vista la carneficina avvenuta all’inizio del millennio. Rispose che alla sua età aveva imparato a non escludere nulla, ma non era per domani.

Michael Lang ha persino cercato di organizzare un festival per il cinquantesimo anniversario nel 2019, che alla fine è stato cancellato. È stato tagliato per la prima volta da tre a un giorno, difficoltà finanziarie e legali sono emerse presto e molti headliner tra cui Miley Cyrus, Jay-Z, Santana e Dead & Company, tra gli altri, hanno cancellato le loro apparizioni a causa del caotico processo di produzione.

Lascia un commento