fbpx

la strategia del nuovo CEO sta diventando più chiara (Elvis e Dune 2 serviranno da crash test)

Le scelte strategiche di David Zaslav, il nuovo boss di HBO Max si fanno più chiare… E il valore dell’abbonamento sembra crollare sempre di più.

Quando un matrimonio ha luogo tra due colossi dello spettacolo, la casa madre generalmente cerca di comunicare i brillanti “figli” che potrebbero nascere da questa meravigliosa unione. Niente di tutto ciò è accaduto con la fusione tra HBO Max e Discovery+, due servizi di streaming del conglomerato Warner Media. La fusione ha permesso a David Zaslav, il boss della seconda piattaforma di prendere in mano le redini della prima e le sue prime scelte hanno lasciato perplesso tutto il settore… Pensiamo ad esempio alla cancellazione di Cattiva ragazza, lungometraggio quasi ultimato che è già costato una sciocchezza di 90 milioni di dollari. La misteriosa strategia di Zaslav inizia a prendere forma.

Dune e Dune 2: due film, due strategie di distribuzione

Jason Kilar, l’ex capo della HBO Max, aveva sviluppato internamente una strategia soprannominata “Project Popcorn”. Nel complesso, si trattava di inondare costantemente la piattaforma di contenuti, riempiendo gli abbonati di blockbuster e produzioni televisive di ogni tipo. Con questa strategia, tutti i principali film distribuiti dalla Warner nel 2021 sono stati distribuiti contemporaneamente nelle sale e online. Poi, nel 2022, i grandi film del gruppo erano disponibili su HBO Max, solo 45 giorni dopo la loro uscita nelle sale – pensiamo ad esempio a Il Batman o l’ultima parte di Animali fantastici. Tutto questo ovviamente, accompagnato da contenuti esclusivi della piattaforma.

Questo metodo ha permesso a HBO Max di aumentare drasticamente il numero di abbonati: 92,1 milioni di abbonati in due anni… Non male per una piattaforma più costosa ($ 15 al mese).

Leggi  Dove vedere la partita in streaming?

Batgirl: foto BatgirlBatgirl: Agnello sacrificale di HBO Max Turnarounds

Il “Progetto Popcorn” è quindi terminato e lo ha spiegato David Zaslav durante la presentazione degli ultimi risultati trimestrali del gruppo:

“Questa idea di avere film molto costosi che vanno direttamente in streaming, non possiamo più difenderla economicamente, ha sottolineato, stiamo facendo un dietrofront strategico”.

È seguito poi un intervento sulla difesa di esercenti e sale cinematografiche… Concretamente, cosa dobbiamo aspettarci? Finora, niente di molto concreto. È il destino del film Elvis che ha allertato molti osservatori.

Elvis : Foto Austin ButlerQuando Elvis si unirà a HBO Max?

Seguendo la strategia di Project Popcorn, il film avrebbe dovuto essere disponibile sulla piattaforma entro la prima settimana di agosto. Alla fine, non entrerà a far parte del catalogo HBO Max fino a una data successiva (e ancora poco chiara). Sembra quindi che la piattaforma abbia deciso di farlo caso per caso per ciascuno dei suoi film, preferendo sicuramente estendere la distribuzione nelle sale a film di grosso budget che hanno potenzialità di longevità. Immaginiamo quindi che, a differenza della prima parte, Dune 2 non dovrebbe essere disponibile contemporaneamente (o anche subito dopo) sulla piattaforma americana.

Una strategia che può migliorare la redditività di alcuni film, ma che svaluta il valore della nuova propaggine di HBO Max. Ancora una volta, la Warner opta per una strategia illeggibile a breve termine. In Europa, la piattaforma doveva atterrare nel 2023. Il suo grande lancio è stato posticipato.

Lascia un commento