fbpx

La star di “The Squid Game” Lee Jung-jae fa la storia degli Emmy 2022 (ma alcuni considerano la vittoria ingiusta)

Il protagonista dell’indimenticabile serie Netflix è il primo attore sudcoreano e asiatico a vincere il premio come miglior attore protagonista in una serie drammatica.

In questo momento sta per passare un anno dal successo televisivo per eccellenza: The Squid Game, un’inaspettata serie coreana arrivata su Netflix in punta di piedi e che, quasi senza che ce ne accorgessimo, è diventata la più grande fenomeno televisivo che ricordiamo. Sviluppata da Hwang Dong-hyuk dopo oltre 10 anni di processo creativo in cui pensava che non l’avrebbe mai superato, la serie sudcoreana ha affascinato gli spettatori con la sua storia avvincente: un mortale concorso di test di sopravvivenza in cui poteva rimanere solo uno

il gioco del calamaro ha fatto la storia su netflix come la serie non in lingua inglese più vista, di gran lunga superiore La rapina di denaro– ed è stata anche posizionata come la serie più vista nella storia della piattaforma, anni luce in anticipo I Bridgertonche aveva tenuto quell’onore fino al suo ingresso in scena.

Ora, un anno dopo, il fenomeno del calamaro che avevamo già un po’ dimenticato è tornato a guadagnare importanza agli Emmy Awards 2022ha fatto ancora una volta la storia per mano del suo protagonista: Lee Jung-jae vincitore del Premio come miglior attore in una serie drammatica.

La persona incaricata di interpretare Gi-hun, il 456° giocatore del gioco e protagonista della storia, è così diventato il primo attore sudcoreano e primo asiatico a vincere il premio in questa categoria. E lo ha fatto contro concorrenti di alto livello, dal momento che il premio per il miglior interprete in un dramma è stato uno dei più vicini in assoluto: Jason Bateman (Ozark), Brian Cox (Successione), Bob Odenkirk (Meglio chiamare Saulo), Adam Scott (Separazione) e Jeremy Strong (Successione).

Leggi  Qual è la data e l'ora di uscita di Disney Plus?

‘The White Lotus’, ‘Ted Lasso’ e ‘Successione’, i vincitori degli Emmy 2022: elenco completo dei vincitori

Lo sguardo di sorpresa visibile sul volto dell’attore quando ha sentito il suo nome è la migliore prova che nemmeno lui se lo aspettava, ma è salito felicemente sul palco per mostrare la sua grande gratitudine. Pochi minuti prima, lo aveva fatto anche il creatore della serie, vincitore del premio per la migliore regia drammatica.

Grazie all’accademia televisiva, grazie a Netflix, grazie al regista Hwang [Dong-hyuk] per aver dato vita al problema realistico che tutti affrontiamo in modo così creativo sullo schermo, con una sceneggiatura fantastica e immagini straordinarie [Lee Jung-jae]

Indubbiamente la vittoria di Lee Jung-jae è una delle grandi sorprese di un galà in cui non ce ne sono state troppe, ma alcuni telespettatori non si sono affatto accontentati che il protagonista di Il gioco del calamaro è stata imposta alle interpretazioni degli attori della Successione e Meglio chiamare Saulo, principalmente. E così hanno voluto trasferirlo in rete, dove assicurano che la vittoria è quantomeno discutibile.

Tuttavia, un’altra buona legione di fan è stata soddisfatta del premio di Lee Jung-hae, mettendo in evidenza il suo eccellente lavoro nella serie Netflix e la sua carriera prima dell’indimenticabile fiction, essendo già un attore famoso nel suo paese. L’interprete sarà protagonista della tanto attesa seconda stagione di il gioco del calamaromentre la sua firma come protagonista nella serie Star Wars è stata recentemente confermata L’Accolito.

Lascia un commento