fbpx

La serie di Kaley Cuoco su HBO Max è uno dei migliori e più vendicabili intrattenimenti attuali

Dopo essere diventata una delle serie rivelazioni del 2020, la stagione 2 di L’assistente di volo È passato più inosservato di quanto ci si potesse aspettare. Il nostro tempo è limitato ed è impossibile vedere tutto, quindi se dovete scegliere i ritorni, a meno che non siano molto attesi, vengono sempre relegati a favore delle anteprime. È quello che è successo alla serie Kaley Cuoco, ma Se ti è piaciuta la prima stagione, dai una possibilità alla secondaperché sarà anche così.

Con un finale così soddisfacente che ha avuto al suo lancio, è vero che forse non era necessaria una nuova puntata, ma la sua continuazione è comunque altrettanto divertente e vibrante, con un alto livello di produzione, molte location e un buon cast di supporto. a cui si è unita Sharon Stone.

La fine di questa seconda puntata è stata ancora una volta molto soddisfacente, soprattutto per quanto riguarda i conflitti personali di Cassie, il suo processo di accettazione di sé e ha chiuso i personaggi principali. è stato licenziato senza lasciare debiti in sospeso, quindi se fosse così, non sarebbe necessaria una terza stagione. Ma se c’è, non lo mancherò. Non sei ancora convinto? Ti diamo più ragioni.

Kaley Cuoco, un’interpretazione che merita un Emmy

Kaley Cuoco nell’episodio 2×06 di “L’assistente di volo”.

Dopo La teoria del Big Bang, Kaley Cuoco ha deciso di farsi carico della sua carriera, lanciarsi nella produzione e trovare un ruolo adatto a lei. Aveva un buon occhio, il personaggio di Cassie ti permette di muoverti in vari registri, sfruttando il suo buon ritmo per la commedia, giocando con l’adrenalina delle scene d’azione e dimostrando il suo talento per il dramma.

Era già stata nominata per gli Emmy Awards 2021 e quest’anno ha più che vinto, carisma, energia e lacrime per essere nuovamente presente nelle nomination. Se finalmente avrà la statuetta sarà un premio meritato, perché in questa puntata ha brillato molto più della precedente, a cominciare dall’aver interpretato varie versioni di se stessa nel “palazzo della mente”ma anche perché è giusto riconoscere che nei momenti drammatici è stato davvero eccezionale.

È puro intrattenimento

Kaley Cuoco all'inizio della seconda stagione

Kaley Cuoco all’inizio della seconda stagione “The Flight Attendant”.

La miscela di thriller, dramma e commedia nera in cui il protagonista è coinvolto in trame hitchcockiane, ha un ritmo travolgente. Il suo cocktail di generi è perfetto. Ci offre un’avventura in cui c’è tensione, azione e senso di pericolo; anche momenti più leggeri, sapientemente abbinati ad altri di introspezione, e la sua risorsa narrativa è molto efficace per sapere sempre cosa sta pensando il protagonista.

Non ho intenzione di mentirti, la trama del mistero principale a volte si perde un po’ nella sua follia, ma a suo favore i personaggi principali sono un buon punto di connessione, le cose accadono sempre, crea dipendenza ed è impossibile che tu non voglia continuare a vedere di più. L’assistente di volo è puro divertimento.

Leggi  Netflix e HBO avevano piani totalmente folli prima della serie Amazon

Dà alla trama della dipendenza lo spazio che merita

La trama della sobrietà di Cassie ha molto peso in questa stagione.

La trama della sobrietà di Cassie ha molto peso in questa stagione.

All’inizio di questa puntata, Cassie è sobria da un anno e partecipa regolarmente alle riunioni di AA, tuttavia la serie è consapevole che la sua dipendenza non è un problema superficiale che si supera con uno schiocco di dita, e se ne prende cura.

Nonostante la trama della CIA e tutti i pasticci aggiunti che derivano da quelli secondari, L’assistente di volo trova spazio per esplorare cosa succede dopo aver ammesso di essere un alcolizzato e come la protagonista negozia con se stessa cercare di accettare parti diverse di se stessa e valutare il proprio passato. Sembra drammatico, perché lo è, ma è una componente importante della serie e i responsabili hanno misurato molto bene il tono, in modo che le dosi siano giuste.

Carismatica secondaria, in particolare Zosia Mamet

Zosia Mamet e Kailey Cuoco ne

Zosia Mamet e Kailey Cuoco ne “L’assistente di volo”.

Cassie è la protagonista di questa storia, ma è molto ben accompagnata da una formazione di personaggi secondari che orbitano fluidamente intorno a lei. In questa puntata, il personaggio di Megan (Rosie Perez) è stato molto lontano dalla trama principale e le sue avventure in Corea hanno molte frange, ma in generale funzionano tutte bene, sia quelle che abbiamo incontrato nella prima stagione che le nuove aggiunte .

Tuttavia, ce n’è una che spicca sopra tutte le altre, Annie, la migliore amica di Cassie, interpretata da un’affascinante e divertente Zosia Mamet. La relazione tra i due è il cuore della serie e l’ancora emotiva di Cassie. Le loro scene insieme funzionano sempre; sono divertenti e pazzi quando devono esserlo, e onestamente emotivi quando dovrebbero esserlo.

Ha episodi brevi e può essere visto in due pomeriggi


Se vuoi divertirti, questo sarà tempo ben speso, perché proprio per il suo ritmo la stagione vola. Ma richiederà davvero un piccolo sforzo da parte tua, perché i loro episodi non superano mai i 45 minuti e ne ha solo otto a stagione. Qualcosa di insolito nell’era dello streaming e di cui apprezziamo la cortesia.

“The Flight Attendant” è disponibile su HBO Max.

Lascia un commento