fbpx

La risposta di Shakira alla Squadra Investigativa sulla causa della sua presunta frode fiscale

Nel 2018 Shakira salda il debito con l’Agenzia delle Entrate, ma il processo giudiziario continua. Quattro anni dopo aver saldato il suo debito con il Tesoro, il tribunale di Barcellona rende pubblica la sua decisione e dovrà sedersi in panchina. Rischia otto anni di carcere e una multa di 23.848.131 euro. Davanti al giudice la difenderà lo stesso avvocato che ha rappresentato l’Infanta Cristina nel caso Nóos.

Per mesi abbiamo cercato di entrare in contatto con Shakira attraverso la sua assistente e il suo prestigioso team di rappresentanti legali, i suoi avvocati e il suo ufficio di comunicazione. La sua unica risposta è stata una dichiarazione in cui la cantante afferma di fidarsi “pienamente” della sua innocenza. Considera che questo caso costituisce un “abuso totale” dei loro dirittie assicura di non avere debiti pendenti con il Tesoro.

Inoltre, sostiene che “la Procura prosegue senza mostrare prove dirette o criteri ragionevoli”, e che ha “mantenuto un atteggiamento del tutto intransigente durante l’intera indagine”. In questo senso, aggiunge che “la Procura si è adoperata per raccogliere i soldi guadagnati durante i tour a livello internazionale ea La Voz de Estados Unidos quando non era ancora residente in Spagna”.

Leggi  Johnny Depp rinuncerà ai 15 milioni che Amber gli deve

Lascia un commento