fbpx

“‘La Reina del Sur’ tratterà argomenti molto difficili”

A più di un decennio dal suo debutto, la regina del sud ritorna questo martedì 18 ottobre con una terza stagione che, secondo il suo protagonista, Kate del Castello, tratterà argomenti “molto difficili”. sebbene con l’essenza delle consegne precedenti.

“Viene fornito con una storia diversa da quella a cui siamo abituati, ma senza perdere tutta l’essenza di ciò che è. Avrà più un “thriller politico””ha spiegato l’attrice in un’intervista a Efe in occasione della premiere di una delle serie più seguite dal pubblico ispanico.

Da quando si è messo per la prima volta nei panni di Teresa Mendoza nel 2011, luiIl messicano non ha smesso di provare fascino per il personaggio che Arturo Pérez-Reverte ha ideato per il suo omonimo romanzopubblicato nel 2002, e che con il suo salto in televisione ha aggiunto seguaci in tutto il mondo.

“Ha scritto un personaggio affascinante, meraviglioso. E ora c’è anche Arturo dietro la struttura delle nuove trame, anche se gli ho già detto che conosco Teresa più di lui, quindi lui la lascia nelle mie mani”, dice Del Castillo.

[‘La Reina del Sur’, una historia maldita: el asesinato de la actriz Tania Mendoza, su último escándalo]


Dopo una prima stagione in cui “una ragazza si è innamorata della persona sbagliata” fino a diventare una donna “fredda e crudele” nel mondo del narcotraffico, è arrivata una seconda serie di episodi in cui Mendoza è tornata a “sentire paura” dopo essere rimasta incinta e aver perso sua figlia.

“Non c’è stata una fine alla seconda stagione, tutto è stato modificato in modo da terminarla in un modo più aperto.senza sapere davvero dove si trova”, spiega l’attrice per aggiungere che la protagonista “ora sa che sua figlia è viva e sa difendersi”.

“Quindi lascerà una prigione di massima sicurezza negli Stati Uniti per chiedere giustizia”, ​​avanza nella terza stagione.

Leggi  'The Boys': le immagini che nessuno voleva vedere dalla scena più commentata della stagione 3

Secondo Del Castillo, questa nuova fase ha molta azione e un ritmo più frenetico rispetto alle rate precedenti.

“A Mendoza piace ancora la tequila, le piacciono ancora gli uomini, è ancora sboccata, sbaglia continuamente -aggiunge l’attrice-, ma la vedremo molto più guerriera, molto più scaltra e alla ricerca di questa giustizia in molti modi”.

I circoli criminali in cui si muove il protagonista andranno dal mondo della droga alla tratta di esseri umani e ad altre questioni “canaglie” che, tuttavia, Del Castillo non ritiene estranee a molti dei telespettatori.

Kate del Castillo con Alejandro Calva.

Instagram

“Purtroppo penso che tutti i latinoamericani abbiano un master in quello”Aggiungere.

Con oltre due milioni di telespettatori settimanali negli Stati Uniti attraverso il canale Telemundo, e tanti altri che seguono ogni puntata in America Latina e Spagna grazie a Netflix, la regina del sud è diventata una fiction di riferimento per il pubblico ispanico.

Sono tanti gli ingredienti che ne spiegano il successo: un’attrice famosa, una scrittrice popolare e un argomento come il traffico di droga che ha un pubblico fedele. Anche se del Castillo concede tutta l’attrattiva al potere di Teresa Mendoza.

“Nemmeno io mi stanco, non posso. Mi diverto molto con il personaggio, è squisito per qualsiasi attrice. Così tridimensionale, così reale che è per questo che la amano così tanto”, dice.

Lascia un commento