fbpx

La Disney ha ordinato al capo della Lucasfilm di smettere di annunciare nuovi progetti

Sembra che la Disney abbia recentemente esercitato una piccola pressione comprensiva su Lucasfilm per i suoi recenti annunci di progetti di Star Wars.

Il famoso franchise di star non sembra avere un bell’aspetto ultimamente. Mentre il progetto Squadrone canaglia diretto da Patty Jenkins è stato definitivamente cancellato, che quella affidata a Taika Waititi tarda a dare notizie, che, se la trilogia di Rian Johnson non è ufficialmente morta, è comunque complicata, e che soprattutto sul mercato il calendario delle uscite Disney ha stato rinnovato in modo che Guerre stellari non tornerà al cinema per diversi anni, in altre parole che l’universo costruito attorno all’opera di Georges Lucas ha conosciuto ore più gloriose.

Più recentemente, tuttavia, è stato annunciato che il regista premio Oscar Sharmeen Obaid-Chinoy era stato ingaggiato per dirigere il film segreto scritto da Damon Lindelof, e mentre le informazioni non sono state ancora confermate da Lucasfilm, la notizia è bastata a dare una spinta. .speriamo agli appassionati della licenza. Sembra, tuttavia, che questi ultimi non si entusiasmeranno presto.

Topolino

Così, sembrerebbe da una relazione di Puck News trasmesso da ScreenRant che hanno semplicemente i dirigenti di alto rango dell’azienda con grandi orecchie necessario a Kathleen Kennedy, presidente di LucasFilm, di non annunciare più al pubblico o alla stampa progetti futuri. Se la notizia sembra insolita, non è però così incongrua.

In effetti, LucasFilm non ha forgiato la migliore delle reputazioni negli ultimi anni, annunciando regolarmente diversi registi a capo di vari progetti per ringraziarli meglio in seguitoe questo senza troppe considerazioni per il progetto in corso.

Si pensi ad esempio a Colin Trevorrow (anche se viste le sue recenti interpretazioni nella trilogia mondo giurassicola sua esclusione dalla licenza da star probabilmente non è una brutta cosa), Josh Trank (Cronache), Phil Lord e Chris Miller (entrambi noti per la regia Via del salto 21), Stephen Daldry (Le ore), David Benioff e DB Weiss (che ha scritto alcuni episodi della serie Game of Thrones), e più recentemente, naturalmente, Patty Jenkins (Wonder Woman 1984), licenziato a seguito di numerose controversie creative tra lei ei dirigenti dell’azienda.

Leggi  Qual è la data di uscita di Disney Plus? Riavvio o seguito?

Star Wars: L'Ascesa di Skywalker: foto, Oscar IsaacConsigli Disney a Kathleen Kennedy

Ansioso di preservare la sua intoccabile reputazione, il più capitalista dei topi (che ha comunque pagato ben 4 miliardi di dollari nel 2012 per l’acquisizione di Lucasfilm) ha quindi voluto utilizzare la via a sue spese per evitare altri titoli spiacevoli. Tuttavia, è importante ricordare che questa tendenza all’annullamento (a volte all’ultimo minuto) non è solo sintomatica dell’azienda dietro Guerre stellari.

Le recenti cancellazioni del suo film da parte della Warner Cattiva ragazza e la sua serie Batman: Crociato incappucciato o l’infinita produzione/cancellazione/produzione di L’uomo d’acciaio 2 dal DCEU sono solo alcuni esempi all’internoun fenomeno sempre più ricorrente a Hollywood. Resta solo da sperare che questa piccola pressione della Disney su Lucasfilm garantisca annunci più affidabili in futuro e, a lungo termine, meno deludenti.

Lascia un commento