fbpx

‘La casa del drago’ 1×04, desiderio, piacere e politica sessuale nel miglior episodio della serie fino ad ora

Nella puntata di questa settimana su la casa del drago non c’è stato fuoco o sangue, ma la serie non ha avuto bisogno di battaglie o grida di dracary lascia il tuo miglior episodio della stagionein cui ogni scena è memorabile e ha qualcosa da dire sui personaggi e sul loro posto sulla scacchiera di questo gioco di troni.

Potremmo soffermarci su ogni sequenza, dall’umorismo cinico di Rhaenyra durante il suo tour del Continente Occidentale per intervistare i candidati, al ritorno trionfante di Daemon, incoronato re del Mare Stretto, e Disposto a inginocchiarsi davanti a Viserysla commedia o la storia del pugnale d’acciaio di Valyria che porta la profezia, tuttavia, i momenti migliori di questa grande ora televisiva sono i più intimi e hanno Rhaenyra e Alicent come specchio e contrappunto.

Ira Parkersceneggiatore di Cose migliorifirma questo episodio che è diretto da Chiara Kilnerla prima donna a mettersi dietro la macchina da presa di questo franchise in otto anni, da quando Michelle McLaren ha diretto il 4×05 di Game of Thrones. Per entrambi è la loro prima nell’universo di Canzone del ghiaccio e del fuoco ed esci aggraziato un episodio carico di politica sessuale che aveva molto tessuto da tagliare e aveva bisogno di precisione nei suoi punti.

[‘La casa del dragón’ 1×03 – Una batalla épica y espectacular a la altura de ‘Juego de tronos’]

“I Targaryen hanno strane usanze”

Nella serie originale avevamo già visto relazioni incestuose, sebbene lì fossero motivo di giudizi morali, tuttavia, in Occidente questi sono stati un modo per mantenere la purezza del sangue di alcune casate e anche del loro potere. Soprattutto tra i Targaryen, per chi l’incesto è una tradizione. Quindi Otto Hightower suggerì suo nipote di due anni Aegon come fidanzato di Rhaenyra e, come ricorda Daemon, Aegon il Conquistatore si sposò due volte, sposando entrambe le sue sorelle.

La chimica tra Matt Smith e Milly Alcock, gli attori che interpretano Daemon e Rhaenyra, i principi Targaryen e zio e nipote, è essenziale in questo episodio per creare tensione sessuale e rendere più potente la loro scena nella “casa del piacere”. nonostante le barriere socioculturali che abbiamo come spettatori. E l’episodio segna una pietra miliare per quanto riguarda il modo in cui sono rappresentate le loro interazioni imbarazzanti fuoco e sangue.

La chiave sta nella scelta del punto di vista e della motivazione di Daemon. Indipendentemente dalla differenza di età tra i due (che nel 2022 e nell’era post-MeToo leggiamo come una situazione di abuso) dal copione si sceglie che queste sequenze servano come apprendimento di Rhaenyra che, nonostante il matrimonio sia un atto politico insediamento e il suo dovere di erede al trono, il sesso è un piacere sia per le donne che per gli uomini e puoi trovarlo in persone diverse dal marito che devi scegliere per comodità.

Rhaenyra non vuole finire come sua madre, che “hanno costretto a dare alla luce eredi fino alla sua morte”ma quel viaggio oltre il muro le ha insegnato che può imparare a sfruttare al meglio la situazione in cui ha dovuto vivere, nonostante come donna non possa vivere liberamente come fanno gli uomini e che debba attenersi a ciò che cosa ci si aspetta dal suo genere.

Alicent e Rhaenyra nell’episodio 4 di “La casa del drago”

Desiderio, piacere e politica sessuale a Westeros

“A sangue di drago, irrequieta e caotica”, come la descrive suo padre, la principessa torna nella sua stanza eccitata, dopo che Damon l’ha abbandonata (forse in parte perché non ha osato oltrepassare quella linea con sua nipote, ma di certo lo ha fatto .per la sua impotenza) e decide Soddisfa il tuo desiderio con Criston Cole, il tuo fedele tutore.

La scena perde la passione incontrollabile e animalesca che può caratterizzare questi momenti sullo schermo, e lascia il posto a un momento romantico e sensuale in cui entrambi si prendono il loro tempo per togliersi i vestiti. È girato con uno sguardo femminile, come quello della prima stagione di straniero che ci ha tanto sorpreso qualche anno fa, ma presenta delle complessità perché c’è un squilibrio nel rapporto di potere tra i personaggie sia la sceneggiatura che la regia e l’interpretazione si prendono cura di loro.

Leggi  il duello finale della serie? (ft. Adam Bros.)

Rhaenyra indossa abiti da paggetto, quindi non ha nemmeno bisogno di togliersi il corsetto, è Criston Cole che deve sbarazzarsi di tutti i pezzi vistosi della sua uniforme, sottolineando il mantello bianco come simbolo di castità che ha giurato alla sua nomina a Guardia Reale. Questo è importante, anche che è titubante e che arriva a dire di no in più di un’occasione, perché nonostante entrambi si desiderino e si godano ugualmente a letto, è una situazione di abuso di potere che in termini contemporanei entra nella categoria delle molestie sessuali sul luogo di lavoro. Se lo avesse voluto davvero, alla fine, Criston non avrebbe potuto negare il suo consenso.

E nemmeno Alicent.. Il montaggio parallelo tra la libertà di Rhaenyra e gli obblighi coniugali della regina è tanto efficace quanto scomodo da guardare. Viserys potrebbe essere il nonno di Alicent, e non che vogliamo essere superficiali, ma oltre al fatto che il corpo del re è pieno di pustole, la giovane Hightower non prova alcuna attrazione per suo marito, va semplicemente nella sua stanza perché è suo dovere farlo quando lo richiede. E proprio per soddisfare il suo desiderio, il suo non è mai stato preso in considerazione e lei non ha avuto modo di conoscerlo. Come dice Rhaenyra, è rinchiusa in un castello costretta a dare alla luce eredi.

[Matt Smith (‘La casa del dragón’): “Nunca me gustó la escena de sexo de Daemon. Sigue sin gustarme”]

Viserys e Rhaenyra concordano sul loro futuro.

Viserys e Rhaenyra concordano sul loro futuro.

“Non importa la verità, solo le conseguenze”

Nel primo atto abbiamo potuto goderci una bella scena tra Alicent e Rhaenyra, dopo che il secondo atto ha mostrato il suo sostegno quando Viserys ubriaca ha preso in giro i suoi suggerimenti. Si sono mancati e anche noi.

Quella complicità e quell’affetto si manifestano ancora nell’ultima sezione, quando Alicent affronta Rhaenyra in un momento in cui unisce delusione, desiderio di aiutarla e gelosia, sia per lei che per la libertà di cui gode. Nonostante sia suo padre a fornire le informazioni, Alicent crede alla principessa quando giura di essere ancora vergine. Dopotutto, giura sulla madre morta.

La regina interviene per Rhaenyra davanti a Viserys ricordandogli che, per quanto non neghi i fatti, Daemon non si è mai caratterizzato per la sua onestà e trasparenza, rafforzando così l’idea che il re aveva nell’incontro con il fratello, in cui lo accusò di essere disposto a tutto per la sua ambizione al trono.

Quello su cui Alicent non contava è che questo sarebbe successo portare al licenziamento di suo padre come Primo Cavaliere del Re dopo tanti anni al servizio della Casa del Drago. Perché questo è ciò che Viserys accetta di fare dopo l’incontro con sua figlia, ed entrambi accettano di adempiere alle proprie responsabilità, lui come re e lei come erede e attuale “problema politico”, che tra l’altro, con così tante cose da discutere, quasi dimenticato di dire che ha già un seggio in consiglio e che si riempie il bicchiere.

Come perfetta chiusura di un episodio pieno di grigi e sfumature in ogni interazione, il mattina dopo tazza di tèperché quello che conta in Approdo del Re non è la verità ma le conseguenze, ed è meglio evitare quelle non gradite.

[Emily Carey (‘La casa del dragón’): “Alicent hoy sería como una mujer pro Trump, es producto del patriarcado”]

Lascia un commento