fbpx

La calma prima della tempesta

Dopo una prima salva di avvincenti, ma laboriosi episodi introduttivi, e un quarto capitolo che ci consente di osservare il lato inferiore dell’Impero e della Ribellione, Andor continua i preparativi prima di entrare in azione su Disney +.

Fai attenzione, fa sembrare il suo aspetto non felice

CATTIVO LOTTO

Oltre ad esplorare l’intervallo tra La vendetta dei Sith e Una nuova speranza per mostrare gli inizi dell’Impero Galattico e dell’Alleanza Ribelle, Andor concentrati prima su gli uomini e le donne che cercano di trovare il loro posto in questa lontana galassia e politicamente in difficoltà. E diversamente Il Mandaloriano, Obi-Wan Kenobi Dove Il libro di Boba Fettche avrebbero dovuto condensare la loro sceneggiatura in sei o sette episodi, questo prequel di RogueOne è diviso in dodici episodi e può quindi prendersi del tempo per fare bene.

Quindi, invece di lanciarsi direttamente nell’azione con l’operazione di Cassian (Diego Luna) e di altri ribelli alla base imperiale, la serie sceglie di rallentare di nuovo il ritmo per accentuare la tensione e approfondire i suoi personaggi rivelando il loro background e le loro motivazioni. Se Skeen (Ebon Moss-Bachrach) e il resto del gruppo sono sempre sospettosi dell’eroe appena arrivato, il giovane Nemik (Alex Lawther) è forse l’unico ad essere accogliente e il ragazzo nasconde una grande intelligenza dietro la sua aria giovanile. .

Andor: Immaginifisica per manichini

Tutti i membri del gruppo hanno vissuto un evento traumatico e condividono questo desiderio di far cadere l’oppressione dell’Impero, ma ognuno ha le sue ragioni per combattere : la vendetta, la ricerca della libertà, della compassione o dell’avidità, come ammette Cassiano. Rispetto al suo sacrificio in Rogue One, la serie offre dunque un quadro più sfumato e complesso del suo eroe, ma anche della Ribellione e soldati imperiali con i personaggi di Taramyn (Gershwyn Eustache Jnr) e il tenente Gorn (Sule Rimi), che hanno tradito l’Impero.

Lontana dall’immagine eroica e idealizzata dei ribelli, questa banda di fuorilegge presenta personalità contrastanti, con ambizioni, esperienze e attitudini diverse, in un’atmosfera da survivalista e disperatadove il progresso è diventato distruttivo e un combattente TIE di passaggio suona come un ululato assordante.

Ancora qui, Andor arriva a catturare il più da vicino possibile i volti che compongono l’universo di Guerre stellari e questo episodio aiuta a capire un po’ meglio perché alcuni hanno deciso di unirsi a una causa più grande rischiando la vita.

Andor: ImmaginiDomani quando è iniziata la guerra

LE MISTERIOSE CITTÀ DI ANDOR

Mentre mostra la nascita dello spirito di rivolta che animerà l’Alleanza, Andor si sofferma anche su l’estensione dell’Impero e coloro che vogliono soffocare questa rabbia rimbombante nella galassia. Mentre Syril Karn (Kyle Soller) discute con la madre di un misterioso “zio arlo“che potrebbe aiutare a lavare via il suo disonore e che il tenente Blevin (Ben Bailey Smith) si impossessa di un hotel per trasformarlo in quartier generale imperiale, Dedra Meero (Denis Gough) persegue instancabilmente la sua caccia a Cassian. La giovane donna, ossessionata, incarna di fronte a un’amministrazione fredda e implacabilee rappresenta probabilmente l’antagonista più interessante e pericoloso nella sua normalità e ambizione.

Leggi  Thor 4, La notte del 12, Rifkin's Festival... le nuove uscite cinematografiche del 13 luglio

Come Luthen Rael (Stellan Skarsgård), Mon Mothma (Genevieve O’Reilly) non è molto presente in questo episodio, ma la scena con la sua famiglia forma un riflesso con quella di Syril Karn e sua madre e arriva un po’ di più cancellare il confine tra i due campi. Infiltrata nelle alte sfere della società, la senatrice gioca su entrambi i fronti con la preoccupazione di essere smascherata dal marito sprezzante, ma Sfortunatamente, la serie non gli dedica abbastanza tempo.rispetto a Cassian e agli altri personaggi.

Andor: ImmaginiSolo contro il mondo

Tuttavia, nonostante questo falso ritmo che continua per il momento, la serie è riuscita in un solo episodio a farlo rendere i suoi personaggi credibili, umani e accattivanti. Abbastanza perché il loro destino abbia un significato e la loro eventuale morte nell’operazione nel prossimo episodio per avere un impatto minimo. È più di ogni altra cosa Il libro di Boba Fett provato a fare in una stagione.

In un certo senso, il risultato è un riflesso del suo eroe: invece di cedere al servizio dei fan, agli effetti speciali roboanti e all’intrattenimento a tutti i costi, Andor organizzato una piccola rivoluzione contro la produzione meccanica e golosa dell’universo di Star Wars da parte della Disney.

Il ritmo non è sempre ben gestito, l’eroe è sempre il meno interessante di tutti i personaggi e questo quinto episodio, come il precedente, serve soprattutto a segnare un passaggio man mano che la stagione giunge a metà. Tuttavia, la serie è sempre più accattivante per i suoi personaggi e per quello che cerca di raccontare attraverso di essi. Resta da vedere se questa pazienza alla fine darà i suoi frutti.

Un nuovo episodio di Andor è disponibile ogni mercoledì su Disney+ dal 21 settembre.

Andor: Immagini

Lascia un commento