fbpx

Korea’, il tanto atteso remake del fenomeno televisivo spagnolo di Netflix

Uno dei titoli più attesi in arrivo su Netflix questo giugno è il spin off La casa di carta: la Coreaun remake della serie spagnola creata da Àlex Pina che sarà finalmente presentata in anteprima il 24 giugno sulla piattaforma.

Sebbene il suo inizio in televisione sia stato alquanto vago, la produzione ha finito per diventare un fenomeno internazionale, qualcosa che viene descritto nei documentari La casa di carta: da Tokyo a Berlino Y La casa di carta: Il fenomeno– e ora sbarca in Corea del Sud, che ha realizzato la sua versione della rapina su larga scala.

Il fenomeno televisivo sbarca in Corea


In tutti i suoi episodi, la serie ci colloca in un mondo immaginario in cui Corea del Nord e Corea del Sud hanno raggiunto un accordo e si sono unificate, cancellando le linee di divisione e compiendo un passo storico a favore dell’intera popolazione della penisola. Quelli che fino ad ora erano stati due Paesi cancellano definitivamente il confine e si uniscono per creare un’Area Economica Comune, dove ci sarà una maggiore cooperazione economica e una moneta unica sarà utilizzata per l’intera popolazione del Paese.

Tuttavia, quello che sembrava essere un cambiamento storico e positivo non sarà così semplice come è stato dipinto e non porterà con sé tanta prosperità come si pensava all’inizio. Invece di avvantaggiare tutti, questo ha solo reso i ricchi più ricchi.

In La casa di carta: la Coreaun gruppo di ladri guidati dal Professore cercherà di portare a termine un’elaborata rapina su larga scala, ma il conflitto socio-economico in Corea proseguirà senza cancellare la rivalità tra Nord e Sud.

Le maschere saranno diverse

Cornice dell’annuncio della premiere di “La casa di carta: la Corea”.

Netflix

Uno dei grandi cambiamenti introdotti La casa di carta: la Corea Sarà esteticamente visibile. La prima anteprima che abbiamo visto del remake mostrava il Professore davanti a diverse maschere diverse, tra le quali avrebbe dovuto scegliere come modo in cui i ladri avrebbero nascosto la propria identità.

L’opzione che ha attirato maggiormente l’attenzione è stata l’emblematica maschera con il volto caricaturale di Salvador Dalí -che era quella indossata dai ladri nella versione originale-, ma i protagonisti della produzione coreana indosseranno le tradizionali maschere coreane Hahoe. Questa scelta consentirà alla nuova serie di identificarsi con la propria identità nazionale, pur preservando l’essenza della storia di base.

Leggi  Westworld: William è morto alla fine della terza stagione?

Molti personaggi saranno simili


Oltre ad introdurre grandi novità come il luogo in cui sarà ambientato o il cambio della maschera che indosseranno i personaggi, La casa di carta: la Corea Sarà molto simile al prodotto originale e i grandi protagonisti che sapevamo saranno interpretati da un cast di attori e attrici coreani, tutti molto conosciuti in Corea del Sud.

Yoo Ji-Tae, noto per il suo ruolo in vecchio ragazzointerpreterà il Professore e Park Hae-Soo, noto anche in Corea, e soprattutto per il suo ruolo in il gioco del calamaroSarà Berlino.

D’altra parte, Jeon Jong-seo, che appare in ardentesarà Tokyo e Yunjin Kim da perduto interpreterà Seon Woojin. Vedremo anche Lee Si-woo nei panni di Ann, Anzu Lawson (lista nera, NCIS) come madre di Anna. Park Myung-hoon (parassiti) interpreterà Cho Youngmin, Kim Ji-hoon interpreterà Denver, Hyun-Woo Lee interpreterà Rio, Won-jong Lee interpreterà Mosca, Ji-Hoon Kim interpreterà Helsinki, Kyu-Ho Lee interpreterà Oslo, Jang Yoon-ju suonerà da Nairobi, Kim Sung-oh interpreterà Cha Moohyuk e Joo-Bin Lee interpreterà Youn Misun.

Álex Pina è dietro le telecamere

Àlex Pina, creatore della serie originale, partecipa al remake coreano come produttore esecutivo e fin dall’inizio era entusiasta che la sua idea fosse in grado di varcare ogni tipo di confine.

“Da anni i creatori coreani sviluppano la propria lingua e la propria cultura audiovisiva. Sono riusciti, come la nostra serie, a varcare i confini culturali e diventare un punto di riferimento per migliaia di telespettatori in tutto il mondo, soprattutto tra i giovani”, ha descritto, chiarendo che per questo “trova affascinante che il mondo di La rapina di denaro abbastanza attraente da consentire ai creatori coreani di fare un adattamento”.

Questa nuova versione sarà prodotta da BH Entertainment e Content Zium e diretta da Kim Hong-sun, popolarmente noto per i K-dramas. L’ospite Y LUCA: L’inizio. Lo sceneggiatore principale è Ryu Yong-Jae.

Lascia un commento