fbpx

‘Jurassic World’: 20 dettagli che si riferiscono al primo ‘Jurassic Park’

Il primo capitolo della nuova trilogia è pieno di riferimenti alla sorella maggiore, quella diretta da Spielberg nel 1993.

Una Jeep abbandonata, una statua con l’immagine di John Hammond, il ritorno di Mr. DNA, un libro di Ian Malcolm o anche una dimostrazione alquanto cruenta della famosa teoria del caos… Ecco tutti i riferimenti al primo Jurassic Park che sono nascosti mondo giurassicola prima parte della nuova trilogia della celebre saga d’avventura.

Ora che la prima di Mondo giurassico: dominio è proprio dietro l’angolo – uscirà nelle sale spagnole il 9 giugno – non c’è momento migliore per guardare indietro e scoprire quali sono quei dettagli nascosti che il regista Colin Trevorrow ha deciso di incorporare nel suo lungometraggio per rendere omaggio al film che lo ha dato inizio tutto.

Come fan non c’è niente che ci piaccia di più di un occhiolino ben inserito, ecco 20 riferimenti a Jurassic Park cosa puoi trovare dentro Mondo giurassico: dominio se apri bene gli occhi

“Dio crea i dinosauri”

All’inizio di Jurassic World, quando Zach e Gray sono appena atterrati su Isla Nublar e prendono la monorotaia per raggiungere il parco, possiamo notare che la giovane donna, proprio dietro di loro, è immersa nella lettura di un libro di Ian Malcolm (interpretato di Jeff Goldblum in Jurassic Park).

Il titolo del libro? Dio crea i dinosauri, in riferimento a una famosa frase pronunciata dal caotico nel film.

“Benvenuto in Jurassic… World!”


Nonostante i colori del logo siano cambiati e le jeep siano state sostituite da una monorotaia, il grande doppio cancello che consente l’ingresso al parco rimane identico a quello visto nel film originale, adornato con le sue torce.

Il dottor Henry Wu


Il capo genetista di InGen che ha permesso a John Hammond di clonare i dinosauri a Jurassic Park è in aumento dal 1993.

Ancora interpretato da BD Wong in Jurassic World, ora guida una squadra responsabile della creazione di nuovi esemplari ibridi per rinnovare l’interesse pubblico. Un progetto rischioso che porterà alla nascita dell’Indominus Rex.

di Winston


Nel parco c’è un ristorante chiamato Winston’s, diretto riferimento a una delle leggende del film originale: il grande Stan Winston, maestro degli effetti speciali che aveva supervisionato quelli di Jurassic Park. Tragicamente scomparso nel 2008, non ha potuto partecipare alla nuova puntata, quindi gli hanno riservato questo bellissimo omaggio.

Giro in elicottero


All’inizio del film, quando Claire Dearing (Bryce Dallas Howard) e Masrani (Irrfan Khan) prendono un elicottero per accedere al remoto complesso dove vengono coltivati ​​i nuovi esemplari di dinosauro, il piano generale è quasi identico a quello del primo film ( a sinistra), quando gli ospiti di John Hammond arrivarono sull’isola.

paleontologi


“Il nostro lavoro è compiuto”, si è lamentato Alan Grant (Sam Neill) contemplando il lavoro di John Hammond. Aveva perfettamente ragione, poiché a Jurassic World i giovani visitatori hanno preso il posto dei paleontologi per scavare ossa.

signor dna


Questo piccolo personaggio animato, che ha spiegato ai visitatori di Jurassic Park come aveva fatto John Hammond per riportare in vita i dinosauri, non ha lasciato il suo posto. In Jurassic World possiamo vederlo apparire in un ologramma all’interno di un gioco interattivo che il giovane Gray mette alla prova.

maglietta d’epoca


Questo impiegato di Jurassic World, interpretato da Jake Johnson, è un vero fan del parco originale. Ne sono prova le figure che circondano la sua postazione e soprattutto la sua t-shirt: un oggetto vintage che sfoggia con orgoglio lo stemma di Jurassic Park.

“Dov’è la capra?”


Più di 20 anni dopo il film di Spielberg, sembra che il T-Rex non abbia davvero cambiato la sua dieta. Come possiamo vedere quando Zach e Gray si precipitano nel parco e visitano il “Regno del Tyrannosaurus Rex”, è ancora una capra usata come esca per attirare il mostro.

Leggi  Quanti episodi ci saranno?

“Questa è la teoria del caos!”


Poco prima che la task force subisca un’imboscata da parte dell’Indominus Rex, due gocce di sangue cadono sull’avambraccio di uno dei soldati e scorrono in direzioni opposte.

È un cenno alla teoria del caos difesa da Ian Malcolm nel primo lavoro: una tesi che lo scienziato aveva cercato di spiegare a Ellie Sattler (Laura Dern) facendo rotolare gocce d’acqua nella sua mano.

Zanzara


La zanzara fossilizzata è un emblema di Jurassic Park. John Hammond lo tenne con orgoglio sul pomo del suo bastone e gli permise di portare a termine la sua impresa genetica. Appare anche in Jurassic World, dove lo vediamo alla scrivania del dottor Henry Wu.

Attraverso il vetro


In Jurassic Park, Lex e Tim hanno affrontato le terrificanti fauci del T-Rex attraverso il tetto di vetro della loro Jeep in una scena memorabile. Qualcosa di simile accade nella nuova puntata, dove solo il vetro della girosfera in cui si trovano permette a Zach e Gray di scappare dall’Indominus Rex.

“Quando i dinosauri dominavano la terra”


Dopo essere scappati per un pelo dall’Indominus Rex, Zach e Gray vagano per il parco in cerca di una via d’uscita. Si imbattono in un luogo che i fan di Jurassic Park conoscono bene: il complesso principale del parco originale. Quando cerca di creare una torcia improvvisata, Zach usa un osso dello scheletro che il T-Rex aveva demolito alla fine del film e lo stendardo che si era staccato dal soffitto sotto i ruggiti del dinosauro.

“Fantastico! Visione notturna!”


Nella stessa scena, Gray sembra essere molto interessato a un paio di visori notturni seduti su uno scaffale. I fan di Jurassic Park avranno ovviamente riconosciuto l’oggetto, poiché è stato maneggiato da Tim oltre 20 anni prima nel film originale, poco prima che il T-Rex atterrasse.

Jeep #029


Quanto alla Jeep che Zach riesce a far partire, è lo stesso veicolo che Donald Gennaro e John Hammond hanno preso in prestito all’inizio del film di Spielberg. Lo dimostra la piccola etichetta attaccata allo specchietto retrovisore recante il numero 029.

segni


A giudicare dalla vegetazione che è cresciuta su di esso e dal design che sembra – identico al primo film – anche questo segno (a destra) risale all’era di John Hammond.

dilofosauro


Sebbene non appaia fisicamente in Jurassic World, questo temibile dinosauro a balze che ha banchettato con Dennis Nedry a Jurassic Park fa un piccolo cameo nel film di Colin Trevorrow. Lo fa sotto forma di ologramma che viene attivato dal giovane Gray nel complesso del parco principale.

Hammond


Se guardi nella stessa ambientazione (e nella stessa stanza) è impossibile non fermarsi a questa grande statua in bronzo, realizzata a somiglianza del miliardario che fondò Jurassic Park, ancora munita della sua eterna zanzara fossilizzata.

Chiarore


Proprio come nella leggendaria sequenza di Jurassic Park in cui Alan Grant e Ian Malcolm cercano di allontanare il T-Rex dai bambini usando i razzi, Claire Dearing adotta la stessa tecnica per far uscire il dinosauro dal suo recinto e lanciarlo contro l’Indominus Rex.

22 anni e tutti i suoi denti


Se il T-Rex di Jurassic World sembra godere degli stessi cibi ed essere attratto dalle stesse luci di quello di Jurassic Park, è perché… è lo stesso dinosauro! Lo dimostrano i vecchi segni di artigli che si possono vedere sul lato destro, causati da uno dei rapaci alla fine del primo film.

Lascia un commento