fbpx

Jordan Peele recupera una sceneggiatura di un thriller psicologico iper-promettente

Invece Boo sta per conquistare i cinema, la casa di produzione di Jordan Peele ha messo le mani su uno scenario intrigante.

Genio indiscusso per alcuni, truffa politicamente ben intenzionata per altri, Jordan Peele divide, ma sarebbe, anche per i suoi più accaniti detrattori, non riconoscere la sua incredibile carriera. Conosciuto principalmente per le sue inclinazioni comiche all’inizio della sua carriera, il regista ha deciso un bel giorno di allontanarsi dagli sketch provocatori del canale Comedy Central per venire meglio sconvolgere l’orrore moderno.

Dopo aver scosso una prima salva di spettatori con il suo primo lungometraggio, usciree dopo aver vinto l’Oscar per la migliore sceneggiatura originale, Jordan Peele si è annunciato come a straordinaria promessa artistica al lavoro tanto ambizioso quanto radicale. Non sorprende quindi che i progetti imminenti del regista suscitino sistematicamente curiosità e interesse.

Torna presto con l’attesissimo Booil cui trailer finale rivela molto sulla trama, Jordan Peele dal momento che sembra pronto a sviluppare un progetto nuovo di zecca.

Suprematisti bianchi, doppelganger malvagi, alieni… chi saranno i prossimi mostri di Peele?

Pertanto, sembrerebbe che la società di produzione del regista, Monkeypaw Productions, sia riuscita ad ottenerne i diritti CAPRA, thriller sportivo che flirta allegramente con il racconto dell’orrore, co-creato dai registi e produttori Zack Akers e Skip Bronkie. Acronimo di ” Il migliore di tutti i tempi “, ovvero il “migliore di tutti i tempi”, il filmato dovrebbe, secondo il campo ufficiale, essere incentrato su un quarterback esordiente andato ad allenarsi con una stella del football americano in declino. Tuttavia, sembrerebbe che il successo e la longevità di questo saggio mentore abbiano un prezzo, e che sia molto più alto di quanto si sarebbe mai potuto aspettare dalla prossima generazione.

Se il passo sembra a dir poco coinvolgente, è tuttavia improbabile che Peele ci riesca, anche se in questa fase nulla è meno certo. Il cineasta non demerita però in alcun modo come produttore, come dimostrano i vari progetti portati avanti da Monkeypaw. Da BlackKkKlansman da Spike Lee al riavvio di zona crepuscolaree, più recentemente, al nuovo Candyman, successo al botteghino, Peele generalmente seleziona bei progetti che sviluppa con cura.

Leggi  È morto Philip Baker Hall, l'attore preferito di Paul Thomas Anderson

Candyman: foto, Yahya Abdul-Mateen IIImmaginiamo un colpo simile per il giovane quarterback

E che gli appassionati del regista non disperino: lo sceneggiatore ha ancora molti progetti che desidera realizzare nel decennio a venire. In un’intervista rilasciata a Business InsiderJordan Peele ha rivelato di avere in mente altri due film:

“I mostri più interessanti e sinistri del mondo sono umani. Siamo capaci del peggio, e soprattutto quando ci riuniamo. Ho lavorato dalle sue premesse per sviluppare diversi demoni sociali, mostri intrinsecamente umani intrecciati nel tessuto di come pensiamo, come interagiamo, e ognuno di questi film si occuperà di uno di questi demoni”.

Che sia uno sceneggiatore, un regista o un produttore, Jordan Peele dovrebbe quindi, almeno speriamo, continuare a far tremare gli spettatori con le sue tante vicissitudini umane. E da qui per saperne di più sui dettagli CAPRA, Boo perseguiterà i cinema dal 10 agosto 2022.

Lascia un commento