fbpx

Jack si adattava alla tavola?


Il dibattito su “Titanic” è finito, James Cameron risponde alla domanda: Jack potrebbe entrare nel tabellone?

In concomitanza con il 25° anniversario della prima di titanico -che torna nelle sale il prossimo venerdì 10 febbraio-, James Cameron ha osato provare a rispondere a una delle domande che lo hanno perseguitato in tutti questi anni: Jack si adattava al tavolo con Rose?

Da quando il film è arrivato sul grande schermo, i fan hanno sviluppato varie teorie intorno ad esso e sono in molti a pensare che Jack (Leonardo DiCaprio) sarebbe potuto sopravvivere se fosse salito sul tavolo dove si trovava la sua amata Rose (Kate Winslet), un galleggiante cancello lasciato dopo l’affondamento della nave.

Nel film, Jack si rende conto che questa opzione li ucciderebbe entrambi, perché il peso di loro due li farebbe affondare, quindi alla fine decide di lasciare che sia lei a salvarsi e muore assiderato nel freddo Oceano Atlantico settentrionale.

Dopo tante congetture su questo argomento, Cameron è stato incoraggiato a sperimentare con alcuni scienziati, provando diverse strategie che Jack e Rose avrebbero potuto usare per sopravvivere. Lo farà nel documentario del National Geographic Titanic: 25 anni dopo con James Cameronche non ha ancora una data di uscita in Spagna.

[25 fotos y curiosidades de ‘Titanic’ en el 25 aniversario de la película de James Cameron]

due percorsi diversi

nel documentario Titanic: 25 anni dopo con James Cameronlo sceneggiatore-produttore-regista collabora con alcuni esperti e scienziati per prova alcune delle strategie che Jack e Rose avrebbero potuto usare per sopravvivere.

Il primo tentativo mostra che entrambi i personaggi sono riusciti a raggiungere la porta e che ognuno di loro era mezzo sommerso dall’acqua. Il film mostra che la porta non è abbastanza stabile per sostenere il peso di due persone e per questo motivo hanno dovuto scegliere chi sarebbe stato quello da salvare.

Il secondo approccio consisteva nel cercare di portarli entrambi in cima alla tavola, con la parte inferiore del corpo sommersa e la parte superiore al sicuro in aria. “Fuori dall’acqua, i violenti sussulti del suo corpo hanno aiutato Jack a stare in piedi”, ha detto Cameron. “Avrei potuto farlo, anche se ci sarebbe voluto molto tempo, anche ore.”

“Jack avrebbe potuto sopravvivere, ma ci sono molte variabili”Cameron ha detto a riguardo. “Penso che la sua mentalità fosse: ‘Non ho intenzione di fare nulla per metterla in pericolo.’ E questo definisce il personaggio”.

Anche Kate Winslet ha parlato di questo argomento, sebbene non fosse del tutto d’accordo sul fatto che Jack potesse sopravvivere. Lo scorso dicembre, sul podcast Felice Triste Confusodisse l’attrice “Devo essere onesto: non credo davvero che saremmo sopravvissuti se avessimo caricato entrambi sul tavolo. Penso che saremmo stati in forma, ma si sarebbe ribaltato e non sarebbe stata una buona idea. Sì, avrebbe potuto entrare in quella porta, ma non sarebbe rimasto a galla”.

Archiviato in Documentari, James Cameron, National Geographic, Film, Titanic

Redattore di SERIE E ALTRO. Laureato in Comunicazione Audiovisiva presso l’Università Carlos III di Madrid. In spagnolo dal 2021

Leggi  Un irriconoscibile Daniel Radcliffe è protagonista di una delle migliori serie comiche degli ultimi anni

Lascia un commento