fbpx

‘Intimacy’, una serie Netflix avvincente che “risveglia le coscienze e ti invita a lasciare il silenzio” – Serie di notizie

Abbiamo parlato con le protagoniste della nuova fiction spagnola della piattaforma: Itziar Ituño, Patricia López Arnaiz, Yune Nogueiras, Emma Suárez e Ana Wagener. Verrà presentato in anteprima per intero su Netflix venerdì 10 giugno.

Privacy, la nuova serie spagnola di Netflix, inizia con l’esposizione della vita privata di una donna al potere. Lei è Malen Zubiri (Itziar Ituño), è il vicesindaco di Bilbao e la scommessa principale del potente partito politico che rappresenta per diventare la candidata a sindaco della capitale Biscaglia. Tuttavia, Quando un video intimo in cui il politico appare mentre fa sesso sulla spiaggia inizia a circolare velocemente e diventa virale, la sua vita vive un vero e proprio terremoto. Soprattutto l’umiliazione, l’imbarazzo e la vergogna di essere smascherato in questo modo, oltre a diventare oggetto di tutti gli occhi, ma purtroppo Malen deve anche testimoniare come la terribile azione di cui è stato vittima ha conseguenze dirette sulla sua promettente carriera mentre anche la sua vita familiare ne è direttamente influenzata.

Quasi spogliata del suo status di vittima, Malen diventa in qualche modo “colpevole” di essere stata registrata mentre fa sesso con un uomo che non era suo marito e viene giudicata per questo. L’evento danneggia completamente la sua immagine pubblica, ma la politica si armerà di coraggio e forza e sarà determinata ad andare avanti.

Allo stesso tempo, la storia di Malen si intreccia Privacy con quella di un’altra vittima di un fatto simile avvenuto non molto tempo fa nella stessa città. Quella di Ane (Verónica Echegui), una giovane operaia anonima che ha finito per suicidarsi per non aver tollerato la situazione. Tuttavia, la sorella di Ane, Begoña ( Patricia López Arnáiz ), è determinata a smascherare il caso e rendere giustizia, mentre entrambe le storie sono intrecciate con assoluta sorellanza attraverso le indagini di un ispettore esperto in questo tipo di caso chiamato Alicia A. quella interpretata da l’attrice veterana Ana Wagener.

Leggi  The Northman è ufficialmente uno dei più grandi fallimenti al botteghino dell'anno

“Un tradimento e uno scandalo sessuale sotto gli occhi di tutti. Come si affronta un caso di violazione della privacy?”, si chiede la serie Netflix. Lo scopriremo venerdì prossimo, 10 giugno, con la premiere degli otto episodi che compongono la serie, creata da Verónica Fernández e Laura Sarmiento per la piattaforma.

Netflix

Itziar Ituño di “Money Heist” è Malen Zubiri in “Intimacy”.

Sorority, background sociale e capacità di sensibilizzazione

“Ci sono testi che ti eccitano perché scendi sulla pelle molto velocemente”ha ammesso Itziar Ituño, l’indimenticabile Lisbona di La rapina di denaronella sua intervista a SensaCinema per la promozione della serie. Ed è quello Privacy pone una realtà che sappiamo esistere con tanta cura e così fin nei minimi dettagli delle sue conseguenze da essere capace di suscitare dentro di sé le cose. “Sì, è scandaloso”, dice. “Ero molto indignato, come Itziar, che Malen non avesse denunciato fin dall’inizio. Certo, ciò avrebbe significato che non c’era una trama e che doveva avere il suo processo, ma io ero tipo, ‘Perché questa donna sta zitta e ingoia tutto?!

“Ma è anche questo il bello, no?”, risponde la sua compagna Emma Suárez, incaricata di interpretare Miren, il mentore politico di Malen Zubiri. “Ecco dove sta il lavoro dell’attore, che non siamo come i personaggi.

Come il viaggio di Malen continua e come si intrecci con quello di Ane, che era molto diverso, lo scopriremo con l’arrivo della serie nel catalogo Netflix, ma la realtà è che il lavoro che il team ha sviluppato quando si tratta di mostrare questa realtà da diverse prospettive, rivolgendosi anche alla realtà delle famiglie delle vittime e come l’ambiente li influenza, lo è uno degli elementi principali della serie. Una caratteristica che si somma quando si tratta di costruire le trame, ma che è anche determinante per il risultato finale di poter fornire agli spettatori un quadro completo di come sarebbe un caso del genere.

L’importante è che questa serie offra più del semplice intrattenimento. Ti mette di fronte a una situazione difficile, anzi una delle tante che questi personaggi devono vivere da donne, e la denuncia. Lo spiega. invita fuori dal silenzio [Itziar Ituño]

“[Intimidad] È uno strumento per risollevare le coscienze, che le bende si staccano, o che qualcuno si vede riflesso lì e decide di cambiare”, spiega il protagonista. “L’audiovisivo è uno strumento molto potente per questo perché ha un impatto su di te. Ha una componente sociale”.


Netflix

Patricia López Arnaiz in ‘Intimità’.

“Il lavoro che facciamo è uno strumento sociale”, concorda con lei Ana Wagener prima di essere davvero orgogliosa del lavoro che fa Privacy in questo senso. “E ci sono momenti in cui fai cose che possono raggiungere maggiormente la coscienza dello spettatore e altre volte che possono semplicemente raccontare una storia emotiva immaginaria. E in particolare Privacy Penso che abbia un background sociale e politico che penso aumenterà la consapevolezza e farà riflettere le persone che lo vedono. E questo per me, come attrice personalmente, lo adoro”.

È una serie che provoca dibattito. È qualcosa a cui ci sentiamo vicini, che è contemporaneo. Qualcosa che va avanti da molti anni e continua ad accadere. È qualcosa di cui si ha bisogno di parlare e di contrastare. E la serie risveglia la scintilla per parlare di quell’argomento [Emma Suárez]

Tutti i lati di una realtà riconoscibile, ma sotto forma di un avvincente “thriller”

Durante gli otto episodi che compongono Intimacy assistiamo anche a un’indagine, un vero e proprio “thriller” su un mistero a cui lo spettatore vorrà trovare la risposta. E lo trova, ma “sei davvero soddisfatto?” si chiede Wagener. “Da un lato sì, ma questo continua a succedere perché è la realtà”.

“Era difficile che tutti quei mondi combaciassero”, ammette Suárez a proposito di tutte le facce dello stesso cubo che è in grado di riflettere la serie e di farla combaciare perfettamente una serie interessante e avvincente con la possibilità di sporgere denuncia senza perdere un secondo di intrattenimento. “Tutto era molto legato e studiato. Lo sceneggiatore e i registi l’hanno visualizzato bene”, adula Ituño.


Netflix

L’ambiente di queste due vittime suscitato dalla serie era una delle cose che mi interessava di più”, ammette Ana Wagener.

Ogni giorno, quando vedo notizie importanti su qualsiasi politico o qualcuno che viene sorpreso a fare qualsiasi cosa, penso sempre a quando torna a casa. Se hai figli, se hai un marito, se hai un compagno, se hai amici, quando scendi per il pane… Nella vita quotidiana di quella persona, cosa ne risente [Wagener]

“Ovviamente le vittime sanno quello che hanno subito, ma che dire di tutto quell’ambiente? Perché non denunciano? Che paure hanno? Cosa le ferma? Che vergogna hanno di fronte alla propria intimità di vita, alla propria propria privacy?”, chiede l’interprete canario. Ed è qualcosa su cui la sua compagna, Patricia López Arnaiz, ha lavorato duramente, come una delle persone incaricate di riflettere su come un caso come questo viene vissuto dal punto di vista di un familiare. Mi sono documentato vedendo le testimonianze dei parenti delle vittime e ho trovato molto curioso vedere come ci siano modi molto diversi di gestirla. Si vede anche che il sessismo non è solo l’atto sessista di cui è passato il video e di cui viene mostrato il video, ma che è nell’intero tessuto sociale.

“È un riflesso di tutte quelle nozioni che abbiamo sul genere e sul posto delle donne e tutto ciò che questo risveglia a livello di colpa, di vergogna”, continua López Arnaiz. Una realtà che, in quanto donne, le attrici affermano di riconoscere rapidamente in molti dei loro volti. Le donne accanto a noi sono una fonte di ispirazione quando si tratta di costruire questi personaggi”, afferma Yune Nogueiras, che interpreta la figlia di Malen, Leire. “Non appena si preme un pulsante e si fa quella domanda, ci sono molti casi”, analizza Emma Suárez. “Ed è per questo che viene realizzata questa serie”. E con loro c’è Ituño: “Anche le esperienze di vita dello stesso sollevano le vesciche. Qualcosa è successo a tutti noi”.

Gli otto episodi di Privacy sarà reso disponibile agli abbonati Netflix venerdì prossimo, 10 giugno.

Lascia un commento