fbpx

Indiana Jones, Star Wars, ET… a 90 anni, John Williams ora vuole affrontare James Bond

Il leggendario compositore John Williams sarebbe molto interessato a comporre la musica di un James Bond dopo aver terminato il suo lavoro Indiana Jones 5.

A 90 anni, John Williams è uno degli artisti più premiati di Hollywood (49 nomination agli Oscar e 5 statuette vinte) e uno dei talenti più celebrati all’unanimità nella sua professione. Il maestro compose in particolare (tra tante altre) le indimenticabili colonne sonore di Guerre stellari, Jurassic Park, Harry Potter, Mascelle o Indiana Jones. Facendo il punto sulla sua carriera, John Williams avrà partecipato a iconizzare molti dei franchise più cult del cinema americano, che senza di lui non sarebbero stati gli stessi.

In questo momento, il musicista è impegnato con la musica del futuro Indiana Jones 5, diretto da James Mangold. Un lavoro che avrebbe già finito al 30% se dobbiamo credere alle sue parole in un’intervista a cui ha recentemente rilasciato FM classica. Inoltre, lo scorso giugno, Williams aveva dichiarato che poteva benissimo ritirarsi dopo questo film, ispirato dalla decisione di Harrison Ford.

Il maestro deve comunque collaborare ancora con il suo eterno compagno Steven Spielberg (di cui ha composto le musiche di tutti i film tranne Il ponte delle spie, Giocatore pronto uno e Storia del lato ovest) nel suo prossimo lungometraggio, I Fabelman. E non è tutto: ad ascoltarlo, Williams non sembra così pronto a interrompere la sua attività per il cinema.

Non ancora troppo vecchio per lasciarsi andare

Nella sua intervista a FM classica, John Williams torna così a tutta la sua carriera (lunga 60 anni) e alla notevole difficoltà che viene imposta a un compositore di musica per il cinema. Era contento, però, che con la sua grande esperienza, non fosse più soggetto ad ansie e pressioni come in gioventù:

Scrivere musica per un film è molto complicato… non è un mestiere per tutti i compositori perché può diventare molto frustrante e restrittivo. […] Quando ho finito [une bande originale], giro pagina e mi concentro sul prossimo; è grazie a questo modo di lavorare che sono sempre felice di affrontare ogni lavoro. […] Adesso mi diverto, sperimento.

Leggi  Amazon svela la prima immagine della sua serie adattata dal videogioco

Nonostante tutta la complessità del compito, il maestro sembra più che mai positivo sulla sua attività e tutt’altro che annoiato. Ha anche parlato del prossimo franchise che sarebbe felice di affrontare ora. Quando è stata posta la domanda, John Williams ha dichiarato senza mezzi termini che gli piacerebbe comporre la musica per il prossimo James Bond.

Morire può aspettare: foto, Ana de Armas, Daniel CraigQuando la musica vuole la deviazione

La famosa saga di spionaggio non è mai stata ancora affidata alle mani esperte di John Williams, il suo tema più iconico è stato composto da Monty Norman in occasione di James Bond 007 contro il dottor No, nel 1962. L’ultimo film, La morte può aspettareaveva visto Hans Zimmer prendersi cura della sua musicamentre Billie Eilish ha eseguito la canzone di apertura.

Il franchise ha visto tra i tanti talenti prendersi cura delle sue varie colonne sonore e sarebbe molto eccitante vederne il compositoreIndiana Jones affrontare un tale monumento dopo tutto quello che ha già realizzato.

In attesa di scoprire se la dichiarazione di Williams sia giunta alle orecchie dei produttori del celebre franchise (e di Barbara Broccoli, detentrice dei diritti di 007), presto potrà deliziarci con il suo lavoro su Indiana Jones 5, che uscirà con noi il 28 giugno 2023 nei teatri. E per avere già un assaggio di ciò che ci riserva, il musicista ha già rappresentato sul palco il tema di Helena (personaggio interpretato da Phoebe Waller-Bridge), mesi prima dell’uscita del film. La performance è visibile, e soprattutto udibile, da YouTube ed è già superbo (lo abbiamo messo per te sopra).

Lascia un commento