fbpx

“Il Trono di Spade”: questi sono gli unici quattro episodi in cui nessuno muore

Anche a Westeros si riposava tra la morte e la morte.

Game of Thrones È sempre stato caratterizzato dall’ospitare una morte dopo l’altra. Durante le sue otto stagioni, abbiamo assistito a diverse battaglie, matrimoni famigerati e morti tanto attese di personaggi che lo meritavano dal primo minuto.

Ma di quelli 73 episodi che compongono l’intera serie HBO, ce ne sono quattro in cui nessuno muore. Esatto, come hai letto. Solo otto personaggi sono sopravvissuti dall’inizio di Game of Thrones fino alla fine e la maggior parte degli altri è morta a costo di una guerra o di un tradimento strategico.

E ricordiamo tutti che l’ultima morte della serie è stata quella di Daenerys Targaryen (Emilia Clarke), la cui vita è finita pochi istanti dopo aver raggiunto l’obiettivo della sua vita di impadronirsi del prezioso Trono di Spade.

Anche se nessuno di importante muore in un episodio, la serie ha già la morte di un soldato o di un cittadino comune pronto a dimostrare la brutalità del mondo in cui vivono. Inoltre, nei rari episodi in cui nessuno muore, i protagonisti si ritrovano con i corpi del recentemente scomparso.

Quindi dei 73 episodi che tutto è composto Game of Thronesquesti sono i quattro episodi in cui nessuno muore:

‘Signore Neve’ (1×03)

HBO

Dopo diversi decessi nei primi due episodi, il terzo di Game of Thrones non ha avuto nessun decesso. L’azione dell’episodio è per lo più limitata all’allenamento di Jon Snow (Kit Harington) come uomo dei Guardiani della notte. Nel frattempo, Ned minaccia di uccidere Petyr Baelish (Aidan Gillen) quando dice che sua moglie Catelyn (Michelle Fairley) è nel bordello. Tuttavia, la mancanza di morti in questo episodio ha senso considerando che è avvenuto poco prima dell’inizio ufficiale della Guerra dei Cinque Re.

‘L’orso e la fanciulla’ (3×07)


HBO

Ygritte (Rose Leslie) finisce per uccidere un cervo, ma considerando le brutalità della guerra in corso intorno ai personaggi, è sorprendente che questo episodio non abbia avuto morti umane. Ygritte e Jon Snow stavano andando al Castello Nero mentre l’esercito di Daenerys marciava verso Yunkai a Essos. L’episodio vedeva quasi anche Brienne (Gwendoline Christie) essere sbranata a morte da un orso fino a quando Jaime non è intervenuto per salvarla. Sembra che la decisione Game of Thrones il fatto di non avere morti in questo episodio della terza stagione è stato quello di stabilire una calma prima della tempesta, dal momento che lo scioccante e sanguinoso matrimonio rosso si sarebbe verificato solo due episodi dopo.

‘Sangue del mio sangue’ (6×06)


HBO

Dopo diverse stagioni della Guerra dei Cinque Re che devastò il regno, Game of Thrones Alla fine presentava un episodio di non morti nella sesta stagione. Sebbene questo episodio mostri Jaime che uccide il re pazzo Aerys in un flashback, questo evento si è verificato decenni prima. Tuttavia, era raro a questo punto in Game of Thrones che nessuna morte di alcun tipo fosse inclusa nella sequenza temporale attuale. Questo capitolo è stato principalmente degno di nota per il ritorno di Benjen Stark (Joseph Mawle), che ha aiutato a salvare Bran (Isaac Hempstead-Wright) e Meera (Ellie Kendrick).

‘Cavaliere dei Sette Regni’ (8×02)


HBO

Questo episodio è stato il più votato della scorsa stagione. Questo ha avuto luogo poco prima della Battaglia di Winterfell, da dove provengono i personaggi Game of Thrones si stavano preparando per la loro morte imminente, che includeva Brienne di Tarth che veniva ufficialmente nominata cavaliere. Oltre a rivelare ad altri personaggi l’identità di Jon Snow. Inoltre, Gendry (Joseph Dempsie) e Arya (Maisie Williams) hanno consumato il loro amore e Grande Inverno si stava preparando a combattere contro l’Armata Walker.

Leggi  È così che Iñárritu ha realizzato il nuovo spettacolo, più breve di 22 minuti, che è stato presentato in anteprima a San Sebastián

Lascia un commento