fbpx

‘Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere’: tre teorie dei fan su chi sia il misterioso uomo della cometa

Daniel Weyman interpreta quella che sembra essere una persona magica incontrata da Nori (Markella Kavenagh) alla fine del primo episodio.

Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere è qui e i suoi primi due episodi, diretti da Juan Antonio Bayona, sono disponibili su Primo video e con loro il mistero principale che sarà risolto durante questa prima stagione.

Dalla sua prima il 2 settembre, i fan del lavoro di JRR Tolkien hanno già iniziato a fare teorie al riguardo il personaggio misterioso, interpretato da Daniel Weymanche Nori (Markella Kavenagh) trova in un cratere alla fine del primo episodio.

La ragazzina pelosa è nel secondo capitolo che tiene segreto questo personaggio alla sua comunità pelosa con l’aiuto della sua migliore amica Amapola, interpretata da Megan Richards. L’uomo aquilone, per così dire, l’ha già fatto tre possibili teorie su chi potrebbe essere e che dettagliamo di seguito:

Gandalf

Gandalf

Effettivamente. Una versione giovane del Gandalf che tutti conosciamo. Inoltre, la loro somiglianza è piuttosto incoraggiante. Gandalf non appare nella Terra di Mezzo fino alla Terza Era, migliaia di anni dopo la linea temporale di The Rings of Power.

Amazon ha ricevuto i diritti sulla Seconda Era della Terra di Mezzo dalla famiglia Tolkien a condizione che non coprissero la Terza Era, oggetto delle trilogie di Peter Jackson. Data l’importanza di Gandalf nella Terza Era e il fatto che non sia arrivato nella Terra di Mezzo prima di allora, è difficile credere che Gandalf possa essere questo personaggio misterioso.

Ma potrebbe esserci una scappatoia nel fatto che Gandalf esistesse molto prima della Terza Era e molto prima che mettesse piede nella Contea. Gandalf fa parte del Maiar, un gruppo di esseri divini che esiste dall’inizio dei tempi. Eru Llúvatar, la similitudine di Dio nell’opera di Tolkien, creò i Valar per aiutarlo e poi creò i Maiar per aiutare i Valar.

Gandalf fu inviato nella Terra di Mezzo insieme a Saurman e Radagast per aiutare a porre fine a Sauron e furono inviati come anziani e furono chiamati Istari. Il loro obiettivo era di mimetizzarsi quando sono arrivati ​​e Gandalf ha un’abilità speciale di produrre fuoco, qualcosa che abbiamo già visto alla fine del primo episodio.

un mago blu

I Maghi Blu

La vita degli Istari prima della Terza Era è piuttosto vago nei romanzi di Tolkien, quindi se volessero un mago, ma volessero stare alla larga da quelli più famosi, l’uomo cometa potrebbe essere uno dei due maghi Istari meno conosciuti: Alatar o Pallandonoto anche come i Maghi Blu.

Si dice che i Maghi Blu siano arrivati ​​nella Terra di Mezzo nella Seconda Era, molto prima dell’invio degli Istari. Arrivarono all’epoca della forgiatura degli Anelli del Potere e furono inviati per indebolire il potere di Sauron nelle aree orientali e meridionali. Il giusto uomo cometa arriva a Rhovanion, situato nel nord-est della Terra di Mezzo.

Sauron

Sauron

All’inizio potrebbe suonare strano, e per il bene di Nori e Poppy, speriamo che non sia Sauron, ma nell’opera di Tolkien, Sauron assunse le sembianze di un essere di nome Annatar che fingevano di essere amici degli elfi nella Seconda Era mentre pianificavano il loro ritorno e la creazione dell’Unico Anello.


Inoltre Sauron è anche un Maiar, uno dei più potenti come lo stesso Balrog di Moria con cui Gandalf ha combattuto. Un altro indizio che potrebbe essere lo stesso Sauron è il poster promozionale del personaggio in cui tiene una mela. Nella Bibbia, le mele simboleggiano il tradimento. In modo che non ricordi nulla potrebbe essere un trucco dello stesso Sauron o semplicemente un Mago Blu. Dovremo aspettare per scoprirlo.

Leggi  Quale data di uscita di Netflix? Streaming?

Lascia un commento