fbpx

Il reboot di Netflix diretto da Robert Rodriguez rivela il suo cast

L’improbabile riavvio di Bambini spia di Robert Rodriguez per Netflix prende forma con il reveal dei suoi primi membri del cast.

Lo sappiamo da poco, dopo tanti errori e fallimenti, Robert Rodriguez ha deciso di rilanciare il franchise di Spy Kids su Netflix. Il primo film della saga risale al 2001, una commedia familiare che avrebbe potuto reggersi da sola e rimanere un vago frammento dell’infanzia fino a quando il suo creatore non ha scelto di farla sopravvivere a tutti i costi. Dopo tre sequel, ciascuno con meno resistenza al tempo rispetto agli altri, Rodriguez ha provato qualcos’altro Le avventure di Shark Boy e Lava Girl e il suo seguito su Netflix, Siamo noi eroe. Lungi dall’essere stanco del genere e commettere questi crimini artistici, il regista ha trovato un terreno di gioco ideale con la piattaforma sulla N rossa per tornare al 2001 e ricominciare da capo.

Ancora scrivendo, dirigendo e producendo, Robert Rodriguez si accinge quindi a riformare una nuova famiglia di spie. E giustamente, Scadenza svelati gli attori che lo comporranno.

Possiamo fare di meglio?

Zaccaria Levi (Shazam!) e Gina Rodriguez (Giovanna la Vergine) incarnerà le spie d’élite e i genitori dei giovani protagonisti che, inevitabilmente e come nel primo film, dovranno essere soccorsi da quest’ultimo. Questo è Everly Carganilla ( giorno) e, per la prima volta in un film, Connor Esterson che sarà incaricato di essere i nuovi Spy Kids.

Secondo le poche informazioni che abbiamo sul lungometraggio Netflix, la storia sarà incentrata sui figli dei migliori agenti segreti del mondo. Aiutando accidentalmente uno sviluppatore di videogiochi a scatenare un terribile virus informatico in tutto il mondo, si trovano a dover improvvisare agenti segreti per salvare la situazione.

Leggi  perché Thunderbolts potrebbe essere anche peggio di Suicide Squad

Spy kids 4: All the Time in the World : fotoLa seconda generazione di Spy Kids ma non l’ultima

Di ritorno dalle riprese per Disney+ con Il libro di Boba Fett, Robert Rodriguez non ha quasi molte possibilità di lavorare sul resto dei suoi Alita: Angelo della battaglia e non abbiamo quasi più notizie di a noi siamo gli eroi 2 (che peccato). Dovrà consolarsi con questo ritorno a casa per la piattaforma in N rossa. Anche così, senza essere scoraggiante, sarebbe un’esagerazione dire che c’è ancora una grande comunità di fan dietro il franchise o qualsiasi aspettativa.

Nessuna data di rilascio per questo riavvio di Bambini spia ma, in attesa di averne uno, avremo molte occasioni per dare un’occhiata ai vecchi film. Possiamo quindi ricordare con nostalgia o disagio ciò che Robert Rodriguez stava già facendo nei primi anni 2000 e che stranamente ricorda quello che sta facendo ancora 20 anni dopo.

Lascia un commento