fbpx

il progetto degli avengers del film maledetto

Alla serie mitica, adattamento caotico. Riabilitiamo The Twilight Zone, il filmil folle progetto di Spielberg, Miller, Dante e Landis.

Dover reclamare la leggendaria serie di Rod Serling non è facile. Oltre ad aver aperto le porte a tutta una sezione di fantascienza e fantasy, La zona del crepuscolo si è affermato come un monumento di scrittura e oscurità cercando sempre di catturare le profondità dell’anima umana attraverso il prisma dell’immaginazione.

Se questa grande creazione riuscisse ad avere degni eredi (Racconti dalla criptatra gli altri), le sue riabilitazioni hanno spesso faticato a convincere, anche quando Jordan Peele si è avventurato lì.

Ma ancora più improbabile, lo sketch movie tratto dalla serie, uscito nel 1983, cadde nell’oblio nonostante la sua strabiliante formazione di registi : Steven Spielberg, John Landis, Joe Dante e George Miller. Progetto minore o progetto maledetto, questo è il dilemma.

Attenzione, incubo in studio in 3, 2, 1…

“La dimensione dell’immaginazione”

Purtroppo, quando si parla di The Twilight Zone, il filmè meno evocare le sue qualità che il dramma che ha trasformato la sua produzione in un puro incubo. Il primo segmento, quello di John Landis, racconta come un uomo razzista e antisemita si trovi trasportato nelle ore più buie del XX secolo, tra una Francia occupata dai nazisti, un raid del Ku Klux Klan e un viaggio nel mezzo della guerra del Vietnam.

Ai fini di questo terzo viaggio nel tempo, Landis e le sue squadre hanno pilotato un elicottero molto vicino agli attori, mettendo a rischio la sicurezza del set. Il 23 luglio 1982, l’elicottero si è schiantato dopo aver perso il controllo, uccidendo all’istante l’attore principale del segmento, Vic Morrow, e due bambini, Myca Dinh Le e Renee Shin-Yi Chen.

Leggi  Se mi vendichi: trova tutta la musica del film!

The Twilight Zone, Il film: foto, Vic MorrowUn dramma senza precedenti a Hollywood

L’incidente traumatico ha costretto l’industria a ripensare i suoi protocolli di sicurezza e Landis ha persino ottenuto un processo per omicidio colposo, un’accusa da cui è stato infine assolto. Ciò nonostante, va da sé La zona del crepuscolo non si è mai ripreso da questa tragedia e dall’aura mortale che ha conferito al lungometraggio (accentuata dalla fine acquosa del primo sketch, rattoppato dopo la morte di Vic Morrow). Il produttore e regista Steven Spielberg ha ammesso di aver girato la sua parte in soli sei giorni perché era troppo colpito dal dramma.

Lascia un commento