fbpx

il film Netflix ha trovato il suo regista, e bof

Il videogioco cult Bioshock sarà adattato. Nel film. Da Netflix. Con un regista moderatamente rassicurante.

Il rullo compressore di Netflix non è finito con i tuoi sogni-incubi di giocatori e giocatori. C’era la serie Lo stregone, Lo spettacolo di Cuphead!, Tekken: Stirpe, Arcano preso da League of Legends, Castlevania, o l’abominevole serie cattivo ospite e il non meno abominevole Resident Evil: Infinite Darkness. Ci sarà presto Cyberpunk: Edge Runners, Sonic Prime, Orizzonte 2074 adattato da Orizzonte: Zero Dawnuna serie animata Tomb Raiderprogetti Assassin’s Creedun film Al di là del bene e del male o anche un film La divisione sviluppato per anni.

Ma se c’è un colosso che Netflix sta affrontando è Bioshock. Il gigante SVoD ha messo le mani su questo piccolo monumento ai videogiochi nel febbraio 2022, recuperando così un progetto che era stato abbandonato dalla Universal nel 2013.

E Netflix ha scelto Francis Lawrence per gestire le operazioni.

Uccidi o salva, questo è il dilemma

Chi è Francesco Lorenzo? È il direttore di Costantino, Sono una leggendatutte le sequenze di I giochi della fame, passero rossoe stupidità Un po’ d’acqua per gli elefanti. Un CV puramente hollywoodiano quindi, che ha tanti grandi successi, ma un CV che è gravemente privo di brillantezza (una cattiva mente direbbe: bei film). Anche il signore ha accumulato I giochi della fame dal momento che sta dirigendo il prequel The Hunger Games: La ballata del serpente e dell’uccello canoro. È quindi un po’ come il David Yates di questa saga visibilmente indistruttibile.

Sapendo che Gore Verbinski, il genio dietro la trilogia pirati dei Caraibi e Ranger Solitario, era originariamente sul posto, c’è qualcosa di cui sospirare. Soprattutto quando ricordiamo che aveva lasciato la nave per motivi di budget e perché lo studio aveva difficoltà ad accettare la violenza dei videogiochi.

Tuttavia, c’è un barlume di speranza dal momento che lo scenario di Bioshock sarà scritto da Michael Green, il cui CV è molto più bello. Dopo essersi fatto le ossa in parecchie serie, tra cui eroiha co-creato Dei americani con Bryan Fuller. Poi ha firmato le sceneggiature per Logan e lama runner 2049… e Alieno: Patto, Il delitto dell’Orient Express, Crociera nella giungla e Morte sul Nilo. Nessuno è perfetto, ma Michael Green ha chiaramente un talento nel creare e appropriarsi di universi ricchi e oscuri.

Leggi  Clip esclusiva di 'El techo amarillo', lo scioccante documentario sugli abusi sessuali di Isabel Coixet

Bioshock: immagineUn plasmide di prima scelta

Il primo videogioco Bioshock è stato rilasciato nel 2007, e ha avuto l’effetto di una piccola bomba grazie al suo universo affascinante e unico. La storia è ambientata negli anni ’60 e segue il sopravvissuto a un incidente aereo in mezzo all’oceano, che trova rifugio in un faro. Da lì, accede a incredibile città sottomarina: Rapture.

Pensato come il sogno di una società libera, e liberato da governi, politici e religioni, Rapture è ovviamente crollato. L’utopia si è trasformata in un incubo, e la città ora è in rovina, popolata da gente impazzita. Quindi dovevi farti strada in questo inferno, grazie a poteri straordinari acquisiti con invenzioni per nulla pericolose, e affiancandoti a guerrieri spietati che proteggevano le ragazzine un po’ losche.

Bioshock infinito: immagineParadiso (o no)

Bioshock 2 esplorato questo mondo sottomarino meravigliosamente sinistro in modo più approfondito, quindi Bioshock infinito solcò i cieli, fino alla città aerea di Columbia. Una nuova utopia perfettamente da incubo, in cui un investigatore privato è stato lanciato sulle orme di una giovane donna rapita, dotata di poteri sorprendenti e vegliata da un gigantesco uccello di ferro.

Inutile dire che Netflix detiene le chiavi di un potenziale Grande Universo, abbastanza ricco da dare origine a un franchising. Mentre un gioco Bioshock 4 è ancora atteso, il film Bioshock è ben e veramente lanciato. Coraggio, speranza, ma cautela.

Lascia un commento