fbpx

Il film horror di Jordan Peele promette di essere (molto) spettacolare

Dopo uscire e Noiil regista Jordan Peele è tornato con quello che promette di essere il suo film più spettacolare, Boo.

Politico, generoso, sorprendente e soffocante, il cinema di Jordan Peele si è affermato in soli due lungometraggi come profondamente rinfrescante e stimolante nell’attuale orribile panorama americano. Se Noi è stato meno convincente nel 2019 di uscire nel 2017, dillo in attesa Boo è palpabile oggi suona ancora come un dolce eufemismo.

Dovrebbe approdare nei nostri cinema quest’estate, è attraverso un trailer finale selvaggio che il nuovo Jordan Peele ha recentemente continuato a rivelarsi. Un misterioso progetto che, oltre ad essere inquietante e divertente, si preannuncia particolarmente spettacolare. In ogni caso, questo è ciò per cui il regista ha confidato durante un’intervista al suo team Fandango :

Sì, Jordan Peele è tornato

“Beh, lo sai, ho scritto [Nope] in un momento in cui eravamo un po’ preoccupati per il futuro del cinema. Quindi, ho subito capito che volevo creare un grande spettacolo. Volevo fare qualcosa che il pubblico volesse venire a vedere”.

Così, dopo la sessione a porte chiuse del uscire e le poche decorazioni di Noi, sembrerebbe quello Boo amplia gli orizzonti del cinema di Jordan Peele con inquadrature di ampi spazi e giganteschi UFO. Una dimensione dantesca del tutto inedita per il regista americano, che qui ha utilizzato per la prima volta le telecamere IMAX (un formato che permette di catturare e proiettare immagini più grandi con una definizione migliore).

Un modo per Jordan Peele di guadagnare slancio, senza perdere la forza simbolica e politica dei suoi film. In ogni caso, questo è ciò che ha promesso, più avanti in questa stessa intervista, definendo Boo come “un’epopea horror, ma che contiene alcuni elementi che dovrebbero suscitare reazioni molto forti nel cinema”.

No: fotoJordan Peele offre il suo grande film di fantascienza?

Gli amanti della sovversione di Jordan Peele non si preoccupano, se Boo sembra dispiegare un gigantismo senza precedenti per il regista, il suo gesto non sarà necessariamente smussato. Anche l’attrice principale del film, Keke Palmer, approfitta di questa intervista per citare “il lato commerciale” film di Jordan Peele a cui, secondo lei, serve attirare le persone al cinema e poi coglierle di sorpresa. Anche l’attore Brandon Perea affronta la questione quando il giornalista gli chiede cosa aspettarsi Boo :

“Qualcosa di diverso, completamente nuovo. Penso che Jordan abbia già cambiato il cinema, lo farà di nuovo. Gli hanno dato l’opportunità di fare qualcosa su larga scala. Ha raggiunto il livello più alto possibile ed è pazzesco che diamo a questo autore questo tipo di mezzi per esprimersi davvero, raccontare storie e farlo nel suo stile, con questo tipo di spettacolo. Lascerà a bocca aperta le persone”.

No: foto, Brandon Perea, Daniel Kaluuya, Keke PalmerGli spettatori davanti al film

Come promemoria, Jordan Peele ha lavorato Boo con uno dei più eccitanti direttori della fotografia nel mondo degli affari, Hoyte Van Hoytema (Suo, Ad Astra, principio). Davanti all’obiettivo troveremo anche Daniel Kaluuya, Steven Yeun e Michael Wincott. Scoprire Boo sul grande schermo in Francia, dovremo aspettare fino al 10 agosto.

Leggi  è la serie con più paure in un episodio

Lascia un commento