fbpx

il film è stato rovinato da… Neil Gaiman stesso

L’autore dei fumetti SandmanNeil Gaiman, ha confessato di aver trovato la sceneggiatura del film L’uomo di sabbia così male che ha sabotato il progetto.

Prima del dignitoso adattamento di Sandman nelle serie su Netflix, il celebre fumetto è stato spesso oggetto di vari tentativi per portarlo al cinema. Pensiamo al progetto iniziato nel 2013 a cui Joseph Gordon-Levitt era addirittura legato come regista e attore e che alla fine non è andato da nessuna parte. Ma già negli anni ’90 altri produttori inciamparono sul tappeto con la stessa ambizione.

Tra questi, il produttore Jon Peters (responsabile della produzione del Batman di Tim Burton, o di uomo d’acciaio e di È nata una stella) si era rivolto in particolare a Neil Gaiman, l’autore della graphic novel, per realizzare la sua versione. È quindi passato a una prima bozza dello scenario. Secondo quanto riferito, questo dispiacque così tanto Neil Gaiman che lo fece immediatamente trapelare alla stampa. per sventare la produzione del film.

Qui si trovano tutti gli adattamenti abbandonati di Sandman

In un’intervista a RollingStone, l’autore ha spiegato di aver poi letto lo scenario peggiore di tutta la sua vita. Qualcosa che non ha mancato di spiegare quando gli è stato chiesto il suo parere in merito:

Questo è lo scenario peggiore che abbia mai letto. Non è solo il peggior adattamento di Sandman. Questo è lo scenario peggiore che qualcuno mi abbia mai inviato. […] Mentre riattaccavo il telefono, mi chiedevo cosa potevo fare adesso. Quindi l’ho fatto trapelare inviandolo a Ain’t It Cool News, che è stato letto da un bel po’ di persone all’epoca. Hanno scritto un articolo favoloso su come fosse il peggior copione che avessero mai letto. E improvvisamente, la possibilità di vedere questo film realizzarsi era remota.

Leggi  Avengers 5 e 6: quale data di uscita? Titoli ecc.

Un’operazione di sabotaggio guidata senza intoppi da Neil Gaiman che oggi lo confessa senza vergogna. La prospettiva di essere sfuggiti a giganteschi ragni meccanici (un’ossessione del produttore Jon Peters, che ritroviamo nel suo adattamento di Selvaggio selvaggio ovest) e i rapporti tra i personaggi massacrati lo confortano molto nella scelta dell’epoca.

Sandman: fotoNessuno scenario negativo supererà questo Cerberus

Da allora, Neil Gaiman ha avuto diritto a un adattamento molto più letterale del suo lavoro con la serie Netflix. Ne è stato felice, ma sfortunatamente non è molto fiducioso per una stagione 2 dati i suoi costi di produzione. Nulla è ancora deciso, però. La serie rimane abbastanza popolare e ha il potenziale per durare a lungo con il suo vasto supporto originale e, soprattutto, l’approvazione del suo autore che questa volta non saboterà nulla (beh, crediamo).

La prima stagione di Sandman e un doppio episodio bonus sono già completamente disponibili su Netflix.

Lascia un commento