fbpx

Il film di Steven Spielberg vince al Toronto Film Festival e punta all’Oscar

Steven Spielberg ha soddisfatto le previsioni a Toronto con il premio del pubblico I Fabelman, il film vagamente ispirato alla sua infanzia segnata dall’inizio della sua storia d’amore per il cinema e dal divorzio dei suoi genitori. Questa è stata la prima volta che il direttore di Salvate il soldato Ryan partecipare a un festival che ogni anno funge da punto di partenza per la corsa agli Oscar. Negli ultimi 15 anni, solo un vincitore di questo riconoscimento è rimasto senza una nomination per il miglior film agli Academy Awards.

Un giovane di nome Sammy Fabelman cresce nell’Arizona del secondo dopoguerra quando scopre un segreto di famiglia che cambia tutto. Attraverso una rassegna della sua infanzia dai sette ai diciotto anni, Sammy si renderà conto che il potere del film può aiutarlo a vedere la verità.

I Fabelman lo sono il film più personale di una leggenda del cinema come Steven Spielberg. La produzione aprirà negli Stati Uniti durante le festività del Ringraziamento, ma in Spagna non ha ancora data. Il bambino Mateo Zoryon e l’adolescente Gabriel LaBelle interpretano la trascrizione di Spielberg I Fabelman. Michelle Williams sostituisce sua madre. Seth Rogen è suo zio, mentre Paul Dano appare come suo padre assente e Julia Butters (la rivelazione di c’era una volta a hollywood) interpreta il ruolo di sua sorella. A completare il cast ci sono Judd Hirsch e il regista David Lynch.

[Rumbo a los Oscar: todo lo que sabemos de ‘The Fabelmans’, la película sobre la vida de Steven Spielberg]

Donne che parlanoil dramma di Sarah Polley e Cipolla di vetro: un mistero scaccia via, di Rian Johnson, sono rimasti al secondo e terzo posto nei voti del pubblico. A differenza di Venezia, Berlino, Cannes o San Sebastian, i premi principali del festival canadese sono di voto popolare.

Leggi  'The Last of Us': Pedro Pascal e Bella Ramsey, raggianti come Joel ed Ellie nella prima immagine della serie HBO

Ultimi vincitori del Toronto Film Festival Audience Award


2008: ‘Slumdog Millionaire’ (secondo classificato: ‘More Than a Game’ e ‘The Truth About Soraya M.’)
2009: ‘Precious’ (secondo classificato: ‘Mao’s Last Dancer’ e ‘Micmacs’)
2010: “The King’s Speech” (secondo classificato: “The First Grader”)
2011: ‘E ora dove andiamo?’ (finalisti: ‘Nader e Simin’ e ‘Starbuck’)
2012: ‘Il lato positivo delle cose’ (finalisti: ‘Argo’ e ‘Zaytoun’)
2013: ’12 Years a Slave’ (finalisti: ‘Philomena’ e ‘Prigionieri’)
2014: “The Imitation Game” (secondo classificato: “Learning to Drive” e “St. Vincent”)
2015: ‘The Room’ (finalisti: ‘7 Goddesses’ e ‘Spotlight’)
2016: ‘La La Land’ (secondo classificato: ‘Lion’ e ‘The Queen of Katwe’)
2017: ‘Tre cartelloni fuori’ (finalisti: ‘Yo, Tonya’ e ‘Chiamami col tuo nome’)
2018: ‘Green Book’ (secondo classificato: ‘Beale Street Blues’ e ‘Roma’)
2019: ‘Jojo Rabbit’ (finalisti: ‘Marriage Story’ e ‘Parasite’)
2020: “Nomadland” (secondo classificato: “One Night in Miami” e “Beans”)
2021: ‘Belfast’ (secondo classificato: ‘Scarvoro’ e ‘The Power of the Dog’)

Oscar 2022

Lascia un commento