fbpx

il film apparirà al cinema grazie alla presa in giro di Internet

Morbio è tornato nelle sale, resuscitato da un’ondata di meme cinematografici.

L’ironia avrà voluto che l’ultimo film supereroico (o supercattivo, non lo sappiamo più) della Sony, Morbio, arriva il 1 aprile al cinema. Prendendo in giro qualche presa in giro per la sua improbabile data di uscita, l’intero progetto è diventato – prima e dopo questa uscita – l’obiettivo di molti scherni. L’adattamento dopo Veleno, di un nuovo antagonista di Spider-Man aveva lo scopo di rafforzare la promessa di Sony di sviluppare un universo oscuro e sinistro.

Scommetto che non ha iniziato a vincere nel momento in cui è stato annunciato che era il vampiro Morbius, più che un nemico minore dell’uomo ragno, che sarebbe stato portato sullo schermo. Allo stesso tempo, Jared Leto ha promosso il film con sproloqui familiari. Jared Leto e il suo famoso metodo di recitazione faceva ridere molto, e spesso veniva criticato e deriso. Tutto questo per arrivare al risultato che abbiamo potuto vedere sul grande schermo e che è stato un amaro fallimento per Sony.

Jared Leto apprende che Joaquin Phoenix interpreterà Morbius al suo posto

Ben al di sotto delle entrate previste, Morbio ricevuto feedback per lo più negativo, mettendo potenzialmente in discussione l’esistenza del personaggio nei piani di Sony per il futuro. Il vampiro si stava quindi dirigendo forse verso lo stesso destino disastroso del Joker incarnato da Jared Leto, ma altrettanto coinvolto all’epoca, con il suo metodo infallibile di recitazione.

Tuttavia, è stato senza contare sui capricci di Internet e sulla sua capacità di creare successo dove nessuno se lo aspettava. Una nuova speranza è nata per Sony quando le numerose provocazioni intorno al suo film sono diventate popolari sotto forma di meme. Gli internauti si sono infatti posti una sfida: fingere di aver visto un film molto migliore di quello uscito, inventando scene false o repliche.

Leggi  Qual è la data di uscita di Netflix? Un film in programma?

Ad esempio, la battuta finale “It’s Morbin Time” è diventata il suo meme più ricorrente.. Essendo ampiamente utilizzato e integrato in vari contesti, incarna lo spirito generale di questa appropriazione del fenomeno da parte delle comunità di Internet.

Morbius: immagine mancante 2I Sinistri Sei verranno salvati dal tempo della morte?

Incurante che del loro film si parli male (visto che è sempre meglio che essere totalmente ignorati dal pubblico), Sony ha quindi deciso di cogliere il fenomeno Internet. Sì, qualsiasi pubblicità (soprattutto su questa scala) è buona da accettare. Grazie all’enorme attacco sui social media, paradossalmente, Morbio resusciterà così sugli schermi.

fumetto riferito cheper il film è ora previsto un ritorno al cinema negli Stati Uniti, in più di 1.000 sale dal 3 giugno. La battuta sarà cresciuta abbastanza da dare una svolta al lungometraggio, nonostante i risultati mediocri al botteghino.

Non sorprende vedere gli studi riacquistare fiducia nel loro progetto di fronte a quella che dovrebbe essere vista come una diffusa presa in giro di esso. Affidandosi ai meme, ogni azienda può ora contare su un immaginario collettivo (anche se parodia) per progettare la propria suite e renderla più accattivante. Questa falsa complicità con i detrattori potrebbe quindi essere la migliore occasione per Sony formalizzare a Morbio 2e salire in top trend.

Lascia un commento