fbpx

Il consiglio inaspettato che Emilia Clarke ha dato a Matt Smith di essere un Targaryen ne “La casa del drago”

L’attrice britannica ha interpretato il membro più famoso della potente famiglia per otto stagioni in “Il Trono di Spade”, quindi sa di cosa sta parlando.

La nuova serie ambientata nell’universo creata da George RR Martin per la sua Canzone del ghiaccio e del fuocoLa casa del drago, è pieno di membri della famiglia Targaryen, la potente famiglia che ha governato l’Occidente per secoli ma che sappiamo benissimo che finì per cadere in disgrazia. Tuttavia, nella serie originale Game of Thronesun solo personaggio rappresentava l’iconico clan: Daenerys Targaryen (Emilia Clarke).

Non abbiamo dimenticato, ovviamente, suo fratello Viserys (Harry Lloyd), determinato a recuperare il Trono di Spade per la sua famiglia per un periodo di tempo limitato, poiché finì per morire per mano di Khal Drogo (Jason Momoa), il Dothraki marito di sua sorella, nella prima stagione di Game of Thrones. Allo stesso modo, non abbiamo ignorato Jon Snow (Kit Harington), che si è rivelato essere un Targaryen, o Master Aemon, anche lui un membro della famiglia ma rimosso da lei per essere consegnato ai Guardiani della Notte.

Ma se ci fosse un rappresentante massimo dei Targaryen in Game of Thrones era senza dubbio Daenerys E, naturalmente, se c’è qualcuno che potrebbe dare i migliori consigli a qualcuno dei nuovi interpreti incaricati di interpretare i membri della casa del drago, quella è senza dubbio l’attrice Emilia Clarke, quasi sconosciuta quando assunse il ruolo di ruolo iconico che ha interpretato durante le otto stagioni della serie.

Tuttavia, il consiglio che l’attrice ha condiviso con il suo connazionale britannico Matt Smith, quello incaricato di interpretare il principe Daemon, il fratello di re Viserys I in La casa del dragoÈ, a dir poco, inaspettato.

Leggi  Rhaenyra, Alicent e altri 7 personaggi di "La casa del drago" che cambiano volto dall'episodio 6

È vero che Matt Smith non è estraneo a far parte di un progetto di successo, come al suo tempo La coronané nella sfida di recitare in un titolo con una solida base di fan che analizza quasi ogni dettaglio, da quando è stato Dottor chi. Così, Emilia Clarke è diventata pratica:

Abituati alla parrucca

Lo ha rivelato Matt Smith in un’intervista a Jake Hamilton, in cui ha anche ammesso che il suo collega ha avuto molto successo, poiché è stato un “processo completo e contorto” per indossare la mantella calva e i lunghi capelli biondi ogni giorno sul set . In effetti, ha ricordato Smith, Clarke gli aveva parlato di questo in precedenza, commentando la durezza di impiegare “un’ora e mezza al giorno per indossare una parrucca”.

Lascia un commento