fbpx

House of the Dragon stagione 1 episodio 9: lunga vita alla HBO

Dopo l’atteso evento dell’ottavo episodio, Casa del Drago inizia con il suo episodio 9 un esilarante punto di non ritorno. La guerra è dichiarata.

Avviso spoiler!

È quasi la fine… già

Ritorno di fiamma

Game of Thrones e gli episodi 9, è una storia d’amore… e di morte. Dalla tragica fine di Ned Stark al Crimson Wedding attraverso quelle battaglie in cui tutti possono rimanere lì, ci siamo abituati a ciò che il penultimo capitolo di una stagione è una vera svolta narrativae l’opportunità di shock lasciandoci con solo i nostri occhi a piangere.

Poche settimane fa, ci saremmo scommessi la prevista scomparsa di re Viserys interviene violentemente durante questo consueto pivot, proprio per ridistribuire le carte prima del vero e proprio lancio della celebre Danza dei Draghi. Tuttavia, gli showrunner hanno deciso con una certa malizia di concludere l’arco di Viserys con un commovente ottavo episodio, rendendo la sua morte tanto triste quanto patetica una delle più impattanti dell’universo di George RR Martin, senza bisogno di tracciare un forma di sorpresa da esso.

La casa del drago: immaginiPer evitare il riscaldamento quest’inverno, copriti come Viserys

Così, ci immergiamo consapevolmente in questa suite, pur sapendo cosa aspettarci, mentre il pianoforte di Ramin Djawadi accompagna i piani sulle stanze vuote del castello. Grazie alla sua perfetta gestione delle ellissi e all’evoluzione dei suoi protagonisti, Casa del Drago riesce nel piccolo miracolo di generare una forma di nostalgia sulle nove ore di programma viste. Il tempo è passato e l’eredità di un re che ha fatto di tutto per mantenere la pace sta per essere annientata molto rapidamente.

Falsamente in lutto, questo nono episodio è soprattutto un monumento di strategia silenziosadi panico politico in cui il comportamento dei dirigenti cerca nel miglior modo possibile di nascondere la necessità che i personaggi agiscano rapidamente. “Una regina muore e le api volano senza meta”metaforizza uno degli attori di questo cambiamento, ed è questo che riassume Casa del Drago. Senza una direzione chiara, ognuno segue il proprio corso, rifiutandosi di vedere che alcune collisioni incombono in lontananza.

Con le sue inquadrature asciutte e graffianti-inquadrature inverse, la produzione di Clare Kilner affronta dialoghi spesso più violenti degli atti. In mezzo a questo tumulto, il personaggio di Alicent spicca come uno dei più affascinanti tratti dall’universo di Martin. Se la regina gioca a un gioco politico che inevitabilmente la trasforma in un mostro, la serie si preoccupa fin dall’inizio di riflettere i suoi dilemmi morali, sublimati dagli sguardi disperati di Olivia Cooke.

La casa del drago: immaginiLa bocca del portafortuna

Targa-Rien

L’episodio 9 spinge questa logica al limite, rendendo Alice l’unico ostacolo alla logica omicida di suo padre e della corte. Mentre cerca di proteggere Rhaenyra, sentiamo la sua amicizia per la principessa ancora viva, nonostante i duri colpi dei capitoli precedenti. Trasformandola in un’icona tragica, i creatori diCasa del Drago sembrano correggere la ripresa di Game of Thrones, e più in particolare dell’arco narrativo di Daenerys, che da sovrano modello a folle genocidaire in un tempo troppo breve. Qui, Alicent si sente incapace di fare il grande passo, ma il desiderio di proteggere la sua famiglia e il suo nome lo porta a poco a poco a superare una certa barriera moralein modo che Aegon recuperi la corona.

Leggi  Minions 2: C'era una volta Gru

Ma dove ci si aspetterebbe di vedere il personaggio sostenere una forma di individualismo, Casa del Drago sceglie di fare questa regina una donna si è rassegnata ai suoi discendenti e agli uomini al potere che sperano di cacciarlo. Si pensi a questa improbabile scena di masturbazione che altera abilmente un certo equilibrio di forze. Alicent si sintonizza sugli ingranaggi di un sistema truccato come ha sempre fatto: mentre Rhaenyra si aggrappa alle sue convinzioni femministe e al suo odio per i dogmi arcaici di Westeros, la sua ex amica si arrende, presumibilmente per il bene del regno.

La casa del drago: immagini“Ah si, al funerale di Johnny Hallyday, c’ero io”

Pertanto, questo episodio 9 è davvero un episodio cruciale, anche un punto di non ritorno, ma il controllo totale di HBO sulla sua storia significa che il canale via cavo può permettersi di sovvertire le nostre aspettative. Senza nemmeno aver bisogno di una morte inaspettata, il suo trasferimento di potere mette in ginocchio per la sua complessità emotiva e il permanente duello delle forze opposte, che prefigura la catastrofe annunciata dal suo epico finale.

È tanto più brillante che dopo aver trascorso molto tempo nei misteri del potere, Casa del Drago ci riporta alla scala imponente del suo universo, mettendo la gente di Approdo del Re al centro dell’equazione un affascinante movimento di folla. I potenti e le loro guerre non sono niente senza coloro che governano, e la serie ci ricorda tutto il vuoto. In queste gigantesche e impressionanti inquadrature ampie, gli eroi e le eroine sono solo umani tra gli altri, che finiranno per scomparire a loro volta… Quale sarà la loro eredità? Se si deve credere alla risposta di Game of Thrones… non molto.

Un nuovo episodio di House of the Dragon è disponibile ogni lunedì su OCS dal 22 agosto 2022

Casa del drago: poster francese

Lascia un commento