fbpx

Ho visto sei episodi de “La casa del drago” e posso solo dire: Ai tuoi piedi, Rhaenyra (la mia nuova Daenerys) – Notizie serie TV

Tra un folto cast spicca soprattutto la giovane Milly Alcock nel ruolo della figlia di re Viserys Targaryen (Paddy Considine).

Game of Thrones si è conclusa il 19 maggio 2019 con la trasmissione dell’episodio ‘Il Trono di Spade’ (8×06). Tre anni dopo, arriva il suo prequel La casa del drago da cui ho potuto godermi i primi sei episodi dei 10 che compongono la prima stagione e posso dire di aver trovato la mia nuova Daenerys: Rhaenyra Targaryen.

In effetti, eccola pro-Daenerys e quello che le hanno fatto nell’ultima stagione di Game of Thrones non sarà perdonato. Molti si aggrappano a ciò che è stato visto e ai suoi inizi di follia nelle prime stagioni in cui si vantava che avrebbe ucciso tutti coloro che si sarebbero intromessi sulla sua strada per conquistare il Trono di Spade.

Ma il suo arco narrativo è stato piuttosto travolto. Se vuoi raggiungere quel fine, cosa che accetterei volentieri, dovresti vedere più dettagli di quella follia che anche suo padre, il Re Folle, Aerys Targaryen, ha avuto in diversi episodi. Quindi sì, qui una è ancora pro-Daenerys, quindi sono felice che tu abbia trovato un’altra Daenerys in Rhaenyra, interpretata da Milly Alcock da giovane ed Emma D’Arcy da vecchia.

La casa del drago È ambientato 200 anni prima degli eventi di Game of Thrones ed è basato sul libro di George RR Martin fuoco e sangue, dove si raccontano diverse generazioni della famiglia Targaryen. E HBO ha adattato la storia più succosa del libro, quella che ruota attorno alla successione al trono di Viserys Targaryen (Paddy Considine). Non come quella trama nel pilot cancellato con Naomi Watts e Jamie Campbell Bower di cui non sapremo mai e che sentivamo non era abbastanza interessante.

Leggi  I film in anteprima più attesi di luglio 2022: da 'L'agente invisibile' a 'Thor: Love and Thunder'

Il creatore sulla violenza in ‘The House of the Dragon’: “Esplora un Westeros che penso tutti conosciamo abbastanza bene”

I primi cinque episodi sono interpretati da Milly Alcock ed Emily Carey, che interpreta la giovane Alicent Hightower. A differenza di Game of Thrones, nel primo episodio incontriamo già tutti i principali protagonisti di questa storia in un unico luogo. Y Non è un’altra sanguinosa battaglia per il Trono di Spade, ma una guerra familiare che si autodistrugge col passare del tempo.

Milly Alcock è spettacolare e il suo personaggio la fa brillare ancora di più, una persona forte a cui non piacciono per niente le regole. Al suo fianco c’è anche Matt Smith nel ruolo di Daemon, fratello di Viserys e zio di Rhaenyra. Carta che arriva come un guanto.

HBO

Matt Smith nel ruolo di Demone

È difficile non entrare perfettamente nel primo episodio di La casa del drago quando vediamo di nuovo la Fortezza Rossa mentre è sorvolata da un drago e la mitica colonna sonora della serie originale viene riprodotta, ma leggermente modificata in modo che è impossibile non canticchiarla di nuovo e provare lo stesso quando hai visto il primo episodio di Game of Thrones.

Sono stato un po’ pigro per rientrare nell’universo di Game of Thrones solo tre anni dopo? Un po’ sì, ma ero molto entusiasta del primo episodio e dei successivi cinque. Soprattutto quando arriva il sesto, che fa un salto temporale di 10 anni e dove vediamo Olivia Cooke ed Emma D’Arcy assumere i ruoli di Alicent Hightower e Rhaenyra Targaryen.

Il cast ha ancora molto successo. Entrambe le attrici sono incredibili e lo sono ancora di più quando vediamo scene con loro insieme. La chimica è bestiale e promette di dare molto di cui parlare nei prossimi quattro.

Problemi nel palazzo, tanti draghi, azione, sangue, viscere e, sì, sesso sono anche i protagonisti di La casa del drago che arriva con forza e risolvendo alcuni problemi che trascinavano il suo predecessore. E lo dobbiamo tutto ai suoi creatori Ryan Condal e Miguel Sapochnik, quest’ultimo regista di alcuni dei migliori episodi di Game of Thrones.

Ricordati che La casa del drago debutta su HBO Max il 22 agosto.

Lascia un commento