fbpx

HBO Max annuncia “Come mandare tutto alla merda”, la sua nuova serie originale in Spagna

hbo max ha appena annunciato il suo nuova serie originale Come mandare tutto a puttaneun dramma con sei episodi di mezz’ora creato da Jaime Olías e Pablo Sanhermelando che sarà presentato in anteprima quest’estate sulla piattaforma.

La fiction seguirà le orme di un gruppo di amici che si gettano dentro strada senza una rotta fissa e sarà effettuato da Naira Lleo (mamma o papà), Candela Malva (Il Regno), Gabriele Guevara (Skam), Oscar Ortuño (30 monete), Nadia Al Saidi (La caccia. Tramuntana) e Sergi Mendez (rosso cielo).

Un viaggio di scoperta personale

In Come mandare tutto a puttane incontreremo Alba, a Una giovane donna che fatica ad adattarsi e che è rimasta nel suo nuovo istituto solo per poco tempo. Un giorno, riceve la terribile notizia che il suo viaggio per l’ultimo anno è stato cancellato, facendo deragliare i suoi piani per scappare finalmente di casa.

Per caso, la protagonista scopre che un gruppo di compagni di classe ha pensato di seguire un piano, facendo credere ai suoi genitori che il viaggio è ancora in corso e progettando un’alternativa al non stare a casa. Per fare questo, ruberanno il furgone del fratello di uno di loro, che inizia un’avventura on the road per tre settimane in cui non potranno postare nulla sui social e dove non si tornerà più indietro.

I suoi creatori, Jaime Olías e Pablo Sanhermelando, descrivono la serie come un modo per “approfondire il sentimento della mancanza di libertà e la sua ricerca nella giovinezza”. Per loro la giovinezza è “una sensazione che tutti abbiamo (in misura maggiore o minore)” e che “sperimentiamo in ogni fase della vita in modo diverso”.

Leggi  Guy Ritchie dirigerà "Hercules", remake live-action del classico animato Disney

Per la sua parte, Miguel Salvat, produttore esecutivo di HBO Max, ha aggiunto che “questa serie è soprattutto una storia sulla libertà, ma non solo la libertà che Alba e il resto dei personaggi desiderano e di cui godono; è anche la libertà che Jaime Olías ha usato con buoni criteri per raccontare la storia.

Lascia un commento