fbpx

Halloween Ends non ha ancora un finale definitivo secondo il suo regista (e questo è un po’ preoccupante)

Altezza dell’ironia: David Gordon Green, a cui si deve l’ultima trilogia horror Halloweenancora non so come andrà a finire.

Avviato nel 1978 dalla pietra angolare del cinema horror John Carpenter, il franchise Halloween da allora è stato ripreso nel 2018 sotto l’egida dell’eclettico David Gordon Green. Un sequel diretto del primo film diretto da Carpenter, Halloween, la notte delle mascherequesta nuova trilogia ha quindi voluto ignorare le seguenti nove opere.

Che si tratti del ritorno di Jamie Lee Curtis nei panni di Laurie Strode o La partecipazione di Carpenter al filmato (il regista ha composto in particolare la musica per il film di Gordon Green ed è stato anche coinvolto nel processo di sceneggiatura), la prima parte di questo sequel/riavvio è stata un incredibile successo al botteghino (vale a dire, 253,6 milioni di dollari di entrate in tutto il mondo per un budget non promozionale stimato in 10 milioni).

Ragazza finale (finale, finale).

Inevitabilmente, con una scatola del genere, impossibile sfuggire alle conseguenze. Ma se allungare le saghe nel tempo è una cosa (soprattutto a Hollywood dove è più una regola che altro), si tratta anche di saper concludere dette saghe. E sembrerebbe che Gordon Green non sia ancora molto a suo agio con questo dipartimento. In un’intervista rilasciata a Imperoil cineasta ha così confessato di non sapere come concludere il sapientemente intitolato Halloween finisce :

“Il finale cambia ogni giorno. In teoria il film è finito, ma stamattina ho chiamato il montatore per suggerirgli: “Ecco, e se invece lo facessimo”. Ne parlo regolarmente con John [Carpenter] e Jamie Lee Curti. È eccitante, incerto, soddisfacente e triste allo stesso tempo. Ho adorato far parte di questa avventura, ma probabilmente è giunto il momento per me di riattaccare. Penso che lo faremo con grande clamore. »

Halloween finisce: foto, Jamie Lee CurtisVisto che vi diciamo che si abbracciano

Infatti, dopo quattro anni e tre film trascorsi a riportare in vita i personaggi, è comprensibile che Gordon Green abbia qualche difficoltà a decidere un esito definitivo della sua trilogia, e per di più voglia completare la saga con un finale strepitoso. Infine, sorprendente, ma nemmeno troppo. Nella stessa intervista a Imperoil regista ha voluto aggiungere che questa nuova opera sarebbe molto più saggia del suo predecessore, l’ultra gore Halloween uccide : “Se il nostro secondo film è stato la porta aperta alla violenza e al caos, questa conclusione sarà più intima e più suggestiva.“.

Leggi  Laurence Fishburne esce dal silenzio e dà la sua opinione sul film

Una dichiarazione molto intrigante per questo duello finale tra Strode e Michael Myers, che abbiamo immaginato piuttosto tra sangue e lacrime (anche se sospettiamo che il tono generale di quest’ultima parte non sarà quello di un remake di Il mio piccolo pony). Ricordiamo, a seguito del piccolo successo a sorpresa della messa in onda simultanea diHalloween uccide al cinema e in streaming, Halloween finisce seguirà lo stesso modello una volta rilasciato il prossimo 12 ottobre (anche se in Francia, il film uscirà ovviamente esclusivamente nelle sale con la cronologia mediatica).

Lascia un commento