fbpx

‘Ginny e Georgia’, il successo di Netflix che rende visibili i problemi di salute mentale nell’adolescenza

Tra tutte le serie più viste su Netflix, tutti conoscono titoli come I Bridgerton, cose più strane o anche Mercoledì, l’ultimo grande successo della piattaforma. Tuttavia, ci sono anche altre produzioni che ingiustamente passano inosservate come Gianni e Georgiafiction entrata anche nella Top 10 di Netflix.

Quando la sua prima stagione è stata presentata per la prima volta nel 2021, non si parlava ancora di dati sull’audience e, tenendo conto della poca promozione che ha avuto, gran parte del suo successo è dovuto alla conversazione che ha generato sulle reti, a cui ha partecipato anche Taylor Swift.

La seconda puntata ha avuto un impatto travolgente e i nuovi episodi hanno posizionato la serie tra le più viste, accumulando fino a 38,9 milioni di ore visualizzate. Il risultato, infatti, è stato tale da entrare addirittura nella classifica storica di Netflix, con 504,77 milioni di ore guardate nei suoi primi 28 giorni di catalogo.

[‘La chica de nieve’, la adaptación de la novela de Javier Castillo arrasa y es lo más visto en Netflix]

l’adolescenza da vicino


“Ginny e Giorgia”

Come indica il suo nome, Gianni e Georgia Ci colloca nella vita dell’adolescente Ginny, che insieme a sua madre Georgia e suo fratello Austin, si trasferisce in un’altra città in cerca di un nuovo inizio. Tuttavia, insieme a loro viaggeranno i segreti del passato della Georgia, che metteranno in pericolo questa nuova vita.

L’obiettivo principale è ricominciare da zero dopo la morte improvvisa del secondo marito di Georgia. Ginny dovrà imparare ad adattarsi ancora una volta a una nuova scuola e provare a fare nuove amicizie; e intanto scoprirà se stessa e anche alcune cose sul misterioso passato di sua madre.

All’inizio dell’anno, Netflix ha rilasciato la seconda stagione, che è stata accolta particolarmente bene dal pubblico, che ha applaudito la sua coraggiosa rappresentazione dei problemi di salute mentale di cui soffrono gli adolescenti, come ansia, depressione o autolesionismo. E, soprattutto, quanti giovani convivono con questi problemi in silenzio, non potendo esprimere ciò che realmente sentono o chiedere aiuto.

In altre occasioni, i problemi di salute mentale sono stati rappresentati come azioni violente o imprevedibili, incolpando gli ormoni e attribuendoli a “una fase” o “problema dell’età”. Tuttavia, Gianni e Georgia li tratta con la delicatezza di cui hanno bisogno, incoraggiare i tuoi personaggi a parlarne chiamandoli per nome e rimuovendo il tabù che esiste ancora nella realtà.

Per noi è molto importante rappresentare questi problemi in modo realistico”., ha detto la creatrice Sarah Lampert in un’intervista. “Ma eravamo anche molto consapevoli del nostro pubblico, nel senso che non stiamo cercando di essere irresponsabili o provocare nessuno. Quindi siamo andati da uno psichiatra che legge ogni copione e ci dà un feedback”.

Rendi visibile la terapia e chiedi aiuto

Ancora da 'Ginny e Georgia'


Ancora da ‘Ginny e Georgia’

Dietro questa drammatica serie sugli adolescenti e sul mistero che li circonda, gli spettatori troveranno anche molti problemi e preoccupazioni che i giovani hanno nella vita reale. Infatti, il team creativo di Gianni e Georgia fa un ottimo lavoro nel portare sullo schermo i problemi di salute mentale e nel normalizzarli, qualcosa che può essere utilizzato sia dai giovani che dagli adulti, perché è ancora un riflesso di qualcosa che esistesebbene abbia iniziato a diventare visibile relativamente di recente.

È una serie rivolta ai giovani, che si sentiranno meno soli e vedranno di non essere gli unici a subire questo tipo di situazione; ma che possono vedere anche i genitori o più spettatori adulti, poiché allo stesso tempo li aiuterà a capire come si sentono i loro figli e sapere come possono agire per sostenerli e aiutarli.

Soprattutto la seconda stagione di Gianni e Georgia È un passo molto importante a favore della rappresentazione, perché dai personaggi e dalla finzione sarà possibile aprire un dibattito e generare una conversazione su qualcosa che è sempre esistito. E perché invia anche un messaggio importante: quello è bello non essere buoni E? chiedere aiuto non ci rende più deboli.

Il futuro della serie

Ginny e Max in una scena della serie.


Ginny e Max in una scena della serie.

Dopo aver ricevuto i primi episodi di Gianni e Georgia, e in particolare la seconda stagione, è molto probabile che Netflix finisca per rinnovare la serie per una terza puntata. Non resta che attendere che la piattaforma confermi il ritorno della serie.

Archiviato in Netflix, Cosa vedere, Salute mentale, Serie

Redattore di SERIE E ALTRO. Laureato in Comunicazione Audiovisiva presso l’Università Carlos III di Madrid. In spagnolo dal 2021

Leggi  'Il racconto dell'ancella': le leggi ei casi reali su cui si basa la Repubblica di Galaad

Lascia un commento