fbpx

George RR Martin non vede chiaramente la serie de ‘Il Signore degli Anelli’: “L’accordo Amazon senza i diritti sui libri è strano” – TV6 News

L’autore ha parlato della rivalità tra lo ‘spin-off’ ‘The House of the Dragon’ e la serie ambientata nell’universo di Tolkien, di cui si considera un fan assoluto. Augura buona fortuna a entrambi, ma a lei un po’ di più.

Solo pochi mesi ci separano da grande duello seriale dell’anno. Un faccia a faccia epico fantasy che vedrà protagonisti due delle serie più attese del 2022, il primo ‘spin-off’ di Game of Thrones che presenta in anteprima HBO, La casa del dragoe l’ambiziosa serie ambientata nell’universo di JRR Tolkien Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere da Prime Video.

Non possiamo pensare a un piano migliore per concludere l’estate e accogliere il mese di settembre che con l’aiuto di due superproduzioni televisive costruite da due delle più famose saghe letterarie fantasy, applaudite e, ovviamente, lette da sempre. Il primo a vedere la luce sarà La casa del dragoincentrato sull’esplorazione di una parte del passato della dinastia Targaryen, il 22 agosto su HBO Maxmentre solo 10 giorni dopo saremo accoglienti Gli anelli del potere il 2 settembre 2022 sulla piattaforma di streaming di Amazon.

E per quanto tu ed io sembriamo l’autore di Canzone del ghiaccio e del fuocoGeorge RR Martin, che ovviamente ama il suo lavoro -ancora incompiuto- ma è anche un ardente e assoluto fan del lavoro di Tolkien. Infatti l’acronimo RR con cui accompagna il suo nome è stato messo da lui stesso in onore dell’autore di Il Signore degli Anelli Y Lo Hobbit.

La rivalità era garantita dal fatto che era, oggettivamente, la serie più attesa dell’anno e condivideva un genere, ma Il fatto che HBO Max e Prime Video abbiano deciso di coincidere nella loro trasmissione ha portato il duello su un altro livello: i confronti sono assicurati. Consapevole di questo, George RR Martin è stato completamente bagnato in un’intervista con L’indipendente in occasione dell’inaugurazione del Festival Letterario di Santa Fe, dove vive l’autore.

“Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere” triplica il budget a “La casa del drago”: quale serie vincerà il duello dell’anno?

“Se vincono sei Emmy, spero che ne vinciamo sette”

Secondo Martino, spera che entrambe le serie abbiano un grande successo, ma quello La casa del drago avere un po’ di più: “Se vincono sei Emmy, e spero che lo facciano, spero che ne vincano sette”.

Viggo Mortensen reagisce alla serie “Il Signore degli Anelli”: quale materiale di base stanno usando?

Allo stesso modo, lo scrittore è stato incuriosito, come Viggo Mortensen di recente al Festival di Cannes, dalla parte di storia dell’universo creata da JRR Tolkien che parlerà della serie Amazon Studios i cui primi episodi sono diretti dallo stesso Juan Antonio Bayona. .

È un affare strano, Amazon ha acquistato i diritti su Tolkien, ma non i diritti sui suoi libri. Non possiedono i diritti su “Il Signore degli Anelli”, “Lo Hobbit” o “Il Silmarillion” […] ma hanno le appendici. Immagino che ne costruiranno una mitologia della Seconda Era. C’è molto materiale, quindi sarà interessante vedere cosa hanno fatto

Come ogni altro fan, scommettiamo che George RR Martin conterà alla rovescia i giorni fino al debutto di Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere e non vediamo l’ora di sentire la tua impressione sul risultato finale. Ciò che è chiaro è che il team della serie ha lavorato sodo, con un investimento di un miliardo di dollari che la rende la serie più costosa della storia, e descritto dai suoi stessi ‘showrunner’ come “il romanzo che Tolkien non ha mai scritto”.

Leggi  John Carpenter promette un finale imprevedibile (ma è difficile da credere)

Secondo la descrizione ufficiale di Amazon: “Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere porta per la prima volta sullo schermo le leggende eroiche della Seconda Era della storia della Terra di Mezzo. Un dramma epico che si svolge migliaia di anni prima degli eventi narrati Lo Hobbit Y Il Signore degli Anelli di JRR Tolkien, […] che inizia in un periodo di relativa pace e segue un cast di personaggi, sia familiari che nuovi, mentre affrontano la temuta rinascita del male nella Terra di Mezzo”.

E che dire di “Venti d’inverno”?

Mentre, Sono passati 10 anni da quando ha pubblicato il suo ultimo romanzo della saga Canzone del ghiaccio e del fuoco da cui Game of Thrones Era adattamento Danza del dragoneGeorge RR Martin continua a rispondere alle domande sullo stato di venti d’inverno. Il sesto romanzo continuerà la storia che la serie HBO ha dovuto costruire da sola per continuare quando ha raggiunto il ritmo dello scrittore e, sebbene ora abbiamo superato quel famoso evento, il ritardo continua a far infuriare alcuni fan.

George RR Martin non è orgoglioso e capisce che gli viene chiesto del romanzo, ma ammette anche di aver ricevuto commenti troppo crudeli. “Potrei avere centinaia di buoni commenti, ma ci saranno ancora alcuni fan che continueranno a ricordarmeli sul mio blog o ovunque. Dico: ‘Buon Ringraziamento!’ E loro dicono: ‘Non importa Ringraziamento, dov’è il libro?’ Amo i fan, anche se penso che Twitter, Internet e i social media abbiano tirato fuori una crudeltà che non avevo mai visto ai vecchi tempi. L’amore e l’odio sono molto vicini, in particolare con i fumetti o qualsiasi franchise affermato”. coppia.

Nel frattempo, Martin continua a lavorare al libro, così come agli altri progetti che ha in corso.

Se vuoi essere aggiornato e ricevere le anteprime nella tua email, iscriviti alla nostra Newsletter

Lascia un commento