fbpx

George RR Martin esprime la sua opinione sullo spin-off de Il Trono di Spade

Mentre George RR Martin continuava a scrivere il sequel della sua saga letteraria, ha avuto il tempo di guardare House of the Dragon, una serie spin-off de Il Trono di Spade.

Al momento (almeno dal 2011), la vita non va bene per i fan del Trono di Spade. Infatti, per undici anni, hanno aspettato che George RR Martin venisse finalmente svelato i venti dell’inverno, la sesta e penultima parte della sua saga. Nonostante tutto, il signore non è rimasto inattivo. Nel 2018 ha svelato Fuoco e sangue, un romanzo prequel che ripercorre i grandi eventi della dinastia Targaryenprima di scoprirlo in fondo Il Trono di Spadeil primo romanzo della sua saga ammiraglia.

Se lo scrittore è attivo su Twitter, i 280 caratteri probabilmente non gli permettono di esprimere tutto il suo pensiero. Quindi è sul suo blog, intitolato Non un blog, che si confida su quasi tutti i possibili argomenti. Dopo aver dato notizia della fine della sua saga letteraria, ha condiviso con i suoi lettori le sue prime impressioni Casa del Dragola serie adattata da Fuoco e sangue firmato Ryan Condal (colonia) e chiaramente, il romanziere rimase colpito dalle prime immagini:

Nonno Martin entusiasta quanto noi di scoprire tutte queste teste bionde

“La casa del drago? Felice che tu l’abbia chiesto. Ho avuto l’opportunità di guardare le riprese incompiute di nove dei dieci episodi e continuo ad essere impressionato. Non posso ancora parlare degli effetti speciali, poiché la maggior parte non è stata ancora aggiunta, ma l’aspetto generale è fantastico e la recitazione, la regia e la scrittura sono eccellenti. E per tutti i fan dei libri, questa è la mia storia. Certo, ci sono state alcune modifiche a Fire and Blood – non potevamo presentare tre versioni alternative di ogni evento importante senza impazzire – ma penso che Ryan Condal e i suoi sceneggiatori abbiano fatto delle buone scelte. Anche alcuni miglioramenti. (Eresia, lo so, ma essendo l’autore, ho il diritto di dirlo).

Per anni, come alcuni di voi ricorderanno, ho detto che la versione TV di Shae [la prostituée dont Tyrion est amoureux, ndlr]interpretato da Sibel Kekilli, era un personaggio più profondo, più ricco e più sfumato dello Shae dei miei romanzi. Ancora una volta, sono molto impressionato dalla versione della serie di King Viserys, interpretato da Paddy Considine, che conferisce al personaggio una tragica maestà che i Viserys nel mio romanzo non sono mai riusciti a raggiungere. Congratulazioni a Paddy, Ryan e ai suoi scrittori ea Miguel [Sapochnik] e altri registi. (Ci sono molte grandi interpretazioni in House of the Dragon – o HOT D come alcuni lo chiamano. Potresti non aver mai sentito parlare di alcuni dei nostri attori, ma penso che imparerai ad amarli, come con il cast di Game di Troni). »

La casa del drago: foto, Emma D'Arcy, Matt SmithRhaenyra e Daemon Targaryen, gli antenati di Daenerys

Siamo quindi lieti di apprendere che l’autore dei libri è stato sedotto dalla proposta di Casa del Drago ma non dimentichiamo che è lui il produttore della serie e quindi, molto probabilmente, ha avuto voce in capitolo nelle decisioni prese. In ogni caso, è sempre bello sentire che un autore pensa che il suo lavoro sia stato rispettato o addirittura miglioratose dobbiamo credere alle sue affermazioni (dopotutto, è un produttore, e quindi probabilmente non parlerebbe male nemmeno della serie prima del suo lancio).

Leggi  Uno degli episodi più agghiaccianti di "Black Mirror" potrebbe avverarsi dopo l'annuncio di questa novità per Alexa

Per scoprire l’ascesa e la caduta della Casa Targaryen, ma anche per scoprire i loro draghi e se George RR Martin aveva ragione, non c’è molto da aspettare. Casa del Drago atterra il 22 agosto su OCS.

Lascia un commento