fbpx

‘Game of Thrones’: 15 cose con cui a volte è inevitabile essere coinvolti

È rimasto davvero poco per la sua pubblicazione La casa del dragoil prequel del mitico Game of Thrones che ci riporterà a Westeros. Il 21 agosto inizierà una nuova fase del franchise in cui potremo conoscere meglio i Targaryen e, per quanto esperti in materia, sorgeranno dei dubbi.

Il mondo creato da George RR Martin nel suo Canzone del ghiaccio e del fuoco è complesso eSebbene David Benioff e DB Weiss abbiano rimosso numerose trame e personaggi nel suo adattamento per HBO, la verità è che a volte è inevitabile che sorga qualche dubbio mentre guardiamo Game of Thrones. In effetti, l’attesa di quasi un anno tra le stagioni complica ancora di più le cose e talvolta è difficile avere un quadro del tutto chiaro di tutte le trame che compongono la storia: dove sono, cosa stanno facendo, cosa hanno fatto in passato o quali sono i loro progetti futuri.

Elenchiamo alcuni dei dubbi più diffusi.

1. Geografia in generale

Dov’è ciascuno dei personaggi? Quanto sono distanti? A volte non è del tutto chiaro non solo dove siano i personaggi, ma quanto siano lontani dalla loro casa, quale territorio evitare che potrebbero trovare lungo il percorso, perché vale la pena viaggiare in nave tra alcuni territori di Westeros invece di arrivare via terra o che Braavos e Meereen sono molto distanti l’uno dall’altro anche se appartengono allo stesso continente.


2. La parentela tra i Targaryen

L’infografica pubblicata da HBO non solo ci ha aiutato a confermare l’identità dei genitori di Jon Snow, ma anche a chiarire quali relazioni esistono tra i Targaryen. Dopotutto, dall’inizio della serie siamo stati in grado di “incontrare” solo tre membri della famiglia -quattro senza contare Jon Snow-: Daenerys, Viserys e Maestro Aemon. Quello che sappiamo degli altri membri della famiglia, come Mad King Aerys II, Rhaegar o Rhaella, fa parte della storia, quindi è facile confondersi e pensare, ad esempio, che Danerys e Jon siano fratelli invece di zia e nipote . Dopotutto, sembrano appartenere alla stessa generazione.


hbo

3. Terminologia

E la differenza tra alcuni di questi termini. Dragonglass, acciaio di Valyrian, wildfire, maestro, archimester, gran maestro, weirwood, milk of the poppy… Hai capito tutto?


classificatore

4. Nomi in generale

Ricordare i nomi (e cognomi) dei personaggi principali a volte può essere difficile per te -alcuni più di altri-, ma la cosa veramente difficile è conoscerli tutti e non chiamare Jaqen H’ghar il “tizio che sta con Arya”, Varys “l’eunuco”, a Meera e Jojen “quelli che vanno con Bran” e un lungo eccetera.


5. Le trame minori che sono state lontane per un po’

Alcune trame complementari che hanno avuto un ruolo importante in un certo momento vengono riprese in seguito, quando i loro protagonisti sono nuovamente necessari per continuare una trama più principale.

Un esempio di ciò si è verificato nella sesta stagione appena completata, quando ci siamo riuniti con la Fratellanza senza stendardi con Beric Dondarrion e Thoros de Myr al timone. Quindi questi che il Mastino ha appena incontrato sono gli stessi che hanno “catturato” Arya nella terza stagione?

Allo stesso modo, la situazione politica a Delta delle Acque, con i Frey ei Tully in disaccordo, non era stata affrontata dalle Nozze Rosse.


HBO

6. Sii chiaro sulle storie di tutti i personaggi, dove sono e cosa fanno

Hai chiaro dove si trovano Daenerys, Jon, Arya, Cersei, Tyrion, Sansa… Ma in una serie con così tanti personaggi, a volte è impossibile farli “firmare” tutti. Soprattutto quelli che sono costantemente in movimento per portare a termine missioni, come Brienne di Tarth e persino Jaime Lannister, di cui una volta abbiamo perso le tracce.

Allo stesso modo, quando la trama di un personaggio rimane indietro, a volte semplicemente “dimentichiamo” di lui. Ricordi Gendry, l’amico di Arya e il bastardo di Robert Baratheon che è stato visto l’ultima volta fuggire da Roccia del Drago su una barca? Qualcosa del genere è successo a molti con Osha e Rickon dopo aver salutato Bran nella terza stagione per mettersi in salvo; o con famiglie come i Greyjoy oi Martell, a cui la serie ha prestato meno attenzione.


HBO

7. I titoli di Daenerys Targaryen

I più diffusi ci sono chiari: Khaleesi e Mother of Dragons.

Ma lei è molto di più: Daenerys della tempesta, della casata dei Targaryen, Khalesi dei Dothraki, regina degli Andali, Rhoynar e i primi uomini. Signora dei sette regni e protettrice del regno. La madre dei draghi, colei che non brucia, spezza le catene e liberatrice degli schiavi.


HBO

8. E i nomi dei cinque metalupi

… Anche se sempre meno sono rimasti in vita. Esaminiamo: Lady (Sansa), Nymeria (Arya), Shaggy (Rickon), Grey Wind (Robb), Summer (Bran) e Ghost (Jon Snow).


HBO

9. Il tempo non scorre contemporaneamente tra i vari frame

Le trame di personaggi diversi che vengono affrontate nello stesso episodio non solo non si svolgono, come regola generale, nello stesso momento, ma potrebbe esserci una differenza temporanea del tutto abissale. Ad esempio, è sorprendente vedere che quando Sam arriva alla Cittadella, non sa nemmeno che Jon è morto. Infatti, quando il giovane Tarly raggiunge la sua destinazione, Jon ha il tempo di morire, resuscitare, fare un tour per ottenere un esercito e persino riconquistare Grande Inverno.

Leggi  un trailer brutale che tira fuori l'ascia di guerra

La presenza di Varys in due luoghi molto distanti nell’episodio finale della sesta stagione ha dimostrato ancora una volta che i tempi non solo non coincidono, ma che la serie sperimenta spesso salti temporali e dobbiamo presumere che, in quel momento non vedi, sono successe delle cose.

“I tempi tra le diverse trame non sono necessariamente allineati in un episodio. In effetti, il ‘Northern Tour’ di Jon e Sansa probabilmente ha richiesto loro un paio di settimane, ma quello che succede con Arya negli ultimi episodi avviene in pochi giorni. capito molto tempo fa che se ci fossimo legati cercando di allineare temporaneamente tutte le storie tra i personaggi, la forza della serie ne sarebbe stata intaccata”, ha spiegato lo sceneggiatore Bryan Cogman dopo la messa in onda del settimo episodio del sesto stagione.


10. La differenza tra le diverse religioni

La religione gioca un ruolo fondamentale nel mondo creato da George RR Martin. Gli abitanti di Essos e Westeros credono in divinità diverse e appartengono persino a sette. Essere chiari su cosa siano tutti e differenziarli non è sempre facile.

La fede dei sette: la religione dominante nei Sette Regni. I septon le appartengono e nella sesta stagione l’abbiamo vista fortemente influente negli affari di governo.

Antichi Dei: Erano adorati in tutto il Continente Occidentale dai Figli della Foresta e quando arrivarono i Primi Uomini adottarono i loro Dei. Dopo l’ascesa della Fede dei Sette e dei Nuovi Dei, il culto degli Antichi si ridusse a Nord e oltre il Muro.

Dio annegato e Dio della tempesta: Le divinità nelle Isole di Ferro.

R’hllor, il Signore della Luce: La religione a cui appartengono Melisandre e Thoros di Myr. È predominante attraverso il Mare Stretto, nel continente chiamato Essos.

Dio dai mille volti: una divinità adorata dagli Uomini Senza Volto.


HBO

11. Associarsi e “capire” ciò che non viene detto

Catturare tutti i dettagli, le allusioni e comprendere ogni singola conversazione criptica a volte può diventare complicato e non ci rendiamo conto di un dettaglio finché qualcuno non ce lo dice. Ad esempio, se non abbiamo familiarità con la teoria R+L=J, quando viene rivelata la vera origine di Jon Snow, capiamo che Jon è il figlio della sorella di Ned, ma non conosciamo ancora l’identità del padre.

Allo stesso modo, quando Sansa scrive una lettera dopo aver realizzato che hanno bisogno di uomini per la loro causa, si può presumere che stesse scrivendo a Ditocorto, anche se molti non l’hanno associato fino a quando non hanno visto i suoi uomini intervenire nella Battaglia dei Bastardi.


12. Banner e slogan

Il lupo degli Stark, il drago a tre teste dei Targaryen e il leone dei Lannister non ci sfuggono. occhio! Ricordare i motti oltre il famoso “L’inverno sta arrivando” è un compito quasi impossibile a meno che tu non sia un vero esperto.


HBO

13. Distinguere tra zona e fortezza e sapere a quale casa appartiene ogni casa

Un’altra questione che solo esperti in Game of Thrones. Sappiamo tutti che gli Stark vengono dal Nord e che la loro Roccaforte è Grande Inverno. Ricorda che la fortezza dei Lannister si chiama Casterly Rock e si trova nelle Terre dell’Ovest, che i Greyjoy vivono a Pyke, nelle Isole di Ferro, che i Tyrell risiedono ad Alto Giardino, nell’Altopiano, o che i Martell vivono a Lanza del Sol, territorio appartenente a Dorne, è già più complicato.


HBO

14. Rapporti politici tra zone e tra le grandi case ei loro vassalli

Nella sesta stagione veniamo a conoscenza di alcuni dettagli del passato la cui importanza poi forse abbiamo trascurato. Ad esempio, le azioni e le decisioni di Robb Stark durante la Battaglia dei Cinque Re – come quando ha condannato a morte il capo dei Karstark – influenzano direttamente Jon e Sansa nel raccogliere sostegno per la loro causa.

Allo stesso modo, anche le relazioni tra le grandi casate sono influenzate dalla loro posizione nei conflitti passati, ad esempio la ribellione di re Roberto che pose fine ai Targaryen. I Tyrell e i Martell si schierarono con i Targeryen, portando i loro poveri rapporti con i Lannister nel presente.


HBO

15. Chi è chi a Dorne?

Oberyn Martell ci ha completamente affascinato, ma sebbene nella quinta puntata siamo stati presentati a più famosi dorniani, non ne abbiamo visti abbastanza per avere un’idea cristallina di ciò che accade in Lancia del Sole. Doran, fratello di Oberyn, il capo dei Martell , mentre Ellaria è la sua amante e madre delle sue figlie: Nymeria, Tyene e Obara. Inoltre, il fidanzato di Myrcella Baratheon, Trystane, è il figlio di Doran, mentre Areoh Hotah è il capitano della sua Guardia. Li avevi tutti localizzati?

Lascia un commento