fbpx

frivolezza e mancanza di pudore, era necessaria?

Stavo per iniziare questo Blog dicendo qualcosa di esteticamente bello, una di quelle cose che sono scritte molto bene: che ho visto il docu-realtà Dulceida nudacon protagonista il influencer Aida Domenech (33 anni), a causa di grido popolare. Perché continuavano a consigliarmelo, tutti estasiati e affascinati; perché mi hanno detto meraviglie su di lui. E invece no, non voglio mentire: l’ho messo su Amazon Prime Video perché non avevo scelta. regole di lavoro.

Mercoledì scorso, una vacanza a Madrid, ero a casa e ho deciso che era ora. In più c’è da dire tutto, mi sono detto che non era poi così male: sono solo quattro episodi mezz’ora ciascuno. E ho dato il giocare a, delirante da parte mia pensare che forse, ehi, chissà, mi abbia anche divertito. Dopo cinque minuti, ho riflettuto fermando uno sbadiglio: Dulceida, amore mio, che bisogno hai. La donna si spoglia senza rendersi conto che nessuno glielo ha chiesto. Non io, almeno.

Con il mondo influencer Confesso che ho i miei vantaggi e svantaggi, ma per mera ignoranza. Poi mi viene anche in mente che lo ritengo in questa età di docu-realtà tutti i personaggi famosi pensano di meritarne uno. Persino peggio: tutti pensano che le loro vite siano abbastanza interessanti da meritare qualcosa del genere. E mi dispiace, ma no. In realtà: ci sono pochissime vite di celebrità così interessanti da catturarle in un progetto audiovisivo.

[El padre de Dulceida, sobre su docuserie: “Antes era una choni. No me esperaba que llegara hasta aquí”]

Dulceida non è incluso in quell’elenco selezionato. Non c’è nessun posto dove portare questo tuo lavoro, in generale. Si salvano solo due momenti speciali, a mio avviso, e si può dire che siano stati addirittura commoventi: quando Dulceida parla del crisi economica che ha devastato la sua famiglia -Ammetto di essermi commosso quando si è scusata con sua madre per non essere stata all’altezza da figlia quando ha visto che il cibo scarseggiava in casa-, e nel momento in cui affronta la morte di sua nonnanel mezzo di una pandemia.

Togliendo quei due momenti, il resto diventa piuttosto denso e stucchevole. Una ragazza che ha lavorato sodo, non lo nego. Che a 33 anni ha trionfato come influencer, toccò il cielo; che ha una grande famiglia, amici meravigliosi, una squadra che lavora per lei, con la sua agenzia di rappresentanza. Che la vita ti sorride, a volte fino al parossismo. Si può dire che l’esistenza di Dulceida è riassunta in “sparatoria”, feste, eventi, abiti e vari abiti in anteprima, lampeggia, fretta e tanti oneri per non essere in ritardo.

Certo, Dulceida non è felice. Almeno per niente. La ragione? La sua rottura con Alba Paolo, il suo ex compagno. L’amore non gli sorride, qualcosa per cui soffre e non si diverte. “La mia vita è sottosopra e io sono un dipinto“, è una delle prime frasi che canta nella serie. Se non ti sembra abbastanza profonda, aspetta che ne arrivino altre, come queste: “Mi importa solo del mio figa“, “Non è normale che il mio clitoride assomigli a un lampione.” È noto che ha un problema di salute a questo proposito e lo condivide.

Leggi  la serie Amazon offre un teaser molto misterioso

Non solo lo condivide, ma mostra anche quella parte del suo corpo ai suoi amici nel suo soggiorno, in modo che possano apprezzarlo. tutto molto normale. Ammetto, e mi perdoni se sono insensibile, che quelle scene mi sembrano bestialmente immodeste. A metà strada tra la sua partecipazione alla Fashion Week di Milano e quella di Parigi, Dulceida si lamenta anche, esausta, sfinita, del volume di lavoro: “È solo che mi chiedono dell’illuminazione”, “Mi succede che non so delegare”, “Avrei bisogno di 24 ore in più“.

tiene il influencer che uno dei suoi maggiori problemi è “essere cattivi e fingere di essere buoni”. Mi piace un sacco e non c’è ironia quiche Dulceida rende visibile che devi visitare lo psicologo. Lasciati aiutare. Che mi piacciono molto delle docuserie: lei parla con la sua psicologa. Ad un certo punto affronta anche la rottura con Alba. Non saprei come qualificare il momento in cui raduna i suoi amici a casa per scrivere e inviare sui suoi social il messaggio ufficiale della rottura.

Mi piace molto suo fratello; anche suo padre, salvatore. Trovo che sia un gentiluomo con un grande senso dell’umorismo. Sua madre lavora con lei presso l’agenzia di rappresentanza e penso che sia la figura chiave che fa sbarcare Aída Doménech. Quel tanto necessario ancoraggio con la realtà.

quel sentimento di famiglia, unione e ananas, è anche ammirevole. Si noti che in questo progetto c’è spazio anche per parlare di cose serie, come le molestie e le minacce che Dulceida riceve sui social network. Questo lavoro di sensibilizzazione è molto buono e applaudo che tu voglia andare fino in fondo in modo che quelle persone malvagie che si nascondono nella rete essere catturato e pagare.

Finisce Dulceida nuda con il grande evento del galà Ídolo, organizzato e ideato dalla stessa Dulceida, in cui vengono premiati i influencer. Concludo dicendo che, al di là della mia opinione generale, Dulceida È una ragazza a cui piace, simpatica e ribes. Amica delle sue amiche -espressione che odio-, buona amica, brava figlia e brava sorella. E altre espressioni vuote e graziose.

Ti auguro un grande futuro in questo tuo mondo. Quello sì, quello per la seconda stagione aspetta qualche anno. Se mai arriverà quel momento.

Lascia un commento