fbpx

Ezra Miller finalmente parla delle sue molteplici battute d’arresto legali

Dal momento che tutto accade davvero, Ezra Miller è finalmente tornato alla sua condotta illecita negli ultimi anni per scusarsi.

Alcuni collezionano biglie, altri amano le relazioni, altri ancora piccoli gatti di porcellana. Questo è. Tutti vedono mezzogiorno alla sua porta. Sembrerebbe però che i twink di ceramica non siano proprio l’hobby di Ezra Miller che preferisce, dal canto suo, raccogliere reati di ogni genere (non si tratterebbe di essere bigotti, dopotutto).

Per diversi anni acteur.ice (che, ricordiamo, si definisce non binario, giustificando di fatto l’uso della scrittura inclusiva in tutte queste righe) sembrava infatti determinato a moltiplicare i guai con la legge. Quindi, dopo aver strangolato un fan in un bar in Islanda, dopo aver terrorizzato metà delle Hawaii, dopo l’accusa di molestie su minori e, più recentemente, un’accusa per furto con scasso, Ezra Miller continua a fare notizia regolarmente.

Warner in piena trattativa con Miller

Una serie di scappatelle legali che, ovviamente, hanno ispirato qualche goccia di sudore alla Warner Bros. Appassionati della politica dello struzzo, gli studi sembravano fino ad allora piuttosto inclini aspetta che la tempesta Miller passi per uscire Il flash nei teatri, senza dover affrontare la situazione pubblicamente. Naturalmente senza contare sull’incapacità viscerale dell’attore.

E sembrerebbe che le allusioni al potenziale licenziamento di Ezra Miller, o anche, nel caso estremo, la pura e semplice rimozione del metraggio, ha finalmente dato i suoi frutti. Infatti, in un comunicato ufficiale diffuso da varietàdecise l’interprete di Barry Allen indirizzare le sue recenti azionievocando di sfuggita seria “disordini mentali” :

Justice League di Zack Snyder: foto, Ezra MillerColpa mia

“Dopo aver recentemente attraversato un periodo di intensa crisi, ora mi rendo conto che soffro di una condizione di salute mentale complessa e ho effettivamente iniziato il trattamento. Vorrei scusarmi con chiunque possa aver ferito o preoccupato per il mio comportamento. Ora mi impegno intraprendere il lavoro necessario per tornare a una vita sana e produttiva”.

Queste scuse molto generiche segui la prima traccia fornita dagli studios, che ha anche dichiarato nello stesso comunicato stampa di sostenere l’approccio di Ezra Miller. Secondo le condizioni condivise dalla Warner Bros la settimana precedente, l’attore.ice avrebbe potenzialmente riguadagnato il diritto di partecipare alla promozione del filmato in cui iel ricopre il ruolo del protagonista.

Leggi  Chi sono i piedi pelosi? Sono Hobbit?

Se immaginiamo senza difficoltà che questo improvviso onorevole ammenda abbia tanta sostanza quanto le promesse di un politico lanciato nel bel mezzo della campagna elettorale, tuttavia, ha il merito di impedire agli studi di buttare fuori dalla finestra i 200 milioni di dollari investiti nella produzione del filmato. L’uscita di Il flash è quindi effettivamente mantenuta alla data iniziale, prevista per giugno 2023. E il futuro di Miller all’interno del DCEU? Niente è meno certo, ma poiché questa è Hollywood, tutto è possibile.

Lascia un commento