fbpx

È così che è stato fatto, secondo i Russo ei loro attori

Netflix sarà presentato in anteprima venerdì 22 luglio l’agente invisibile. Ryan Gosling, Chris Evans e Ana de Armas guidano lo spettacolare cast di un film di successo il ritorno al cinema d’azione dei fratelli Joe Y Antonio Russo, responsabile delle ultime due puntate di saghe famose come Captain America e Avengers. Tutti loro erano presenti alla conferenza stampa di presentazione del film, a cui hanno partecipato il giornale specializzato in serie televisive e film.

Da un romanzo di Mark Greaney, l’agente invisibile racconta la storia di una spia nota come Six (Ryan Gosling), un membro di un’unità segreta della CIA che si dedica allo svolgimento di missioni non ufficiali per l’agenzia. Reclutato da una prigione federale da Donald Fitzroy (Billy Bob Thornton), uomo che per lui diventa una figura paterna, Six è un sicario prodigioso da oltre dieci anni.

Quando un incarico va storto e la spia gli mette contro uno dei suoi capi (Regé-Jean Page), l’imprevedibile Lloyd Hansen (Chris Evans) ha il compito di catturarlo e riportarlo a Langley prima che metta in pericolo la comunità. L’agente Dani Miranda (Ana de Armas) è il suo unico alleato in una missione contro il tempo e contro la sete di sangue di Hansen.


Dall’acquisizione del progetto, molti hanno definito l’agente invisibile come il tentativo della piattaforma di streaming di avere la propria versione di James Bond o Jason Bourne nel proprio catalogo. Joe Russo insiste sul fatto che “questa è una storia moderna”, prima di ricordare che il personaggio creato da Ian Fleming è al cinema da sessant’anni, mentre sono passati due decenni dalla prima volta che Matt Damon interpretava Bourne. Il regista cerca di prendere le distanze dai suoi riferimenti, spiegando che “questo film è collegato in molti modi con alcuni problemi che stanno accadendo nel mondo in questo momento, l’Agente Sei è un personaggio molto esistenziale e abbastanza divertente”.

Ryan Gosling interpreta il killer principale. Il due volte candidato all’Oscar ha riconosciuto che, al di là della sua intensa preparazione fisica per il personaggio, il suo più grande alleato era Chili Palmer, un ex membro della Delta Force. che ha partecipato come consulente alla produzione. I due sono diventati inseparabili durante le riprese e l’ex militare è stato fonte di ispirazione e consigli per l’attore.

Grazie a lui ha scoperto che se qualcuno in posizione Sei si addormenta, deve legare i lacci delle scarpe alla porta per sapere se qualcuno entra. Un altro dei suoi consigli è stato che il personaggio dovrebbe portare sempre con sé Skittles, perché non sapeva quando sarebbe stato in grado di mangiare. “Ci ha fornito tutti questi piccoli dettagli, cose che non erano nella sceneggiatura e che puoi conoscere solo per esperienza. Tutto ciò ha contribuito a rendere il film speciale e ad avere un tipo speciale di salsa”, riconosce Gosling.

L’attore ha anche messo in evidenza il modo in cui lavorano i registi. “I Russo hanno un processo molto interessante.. All’inizio del film, ci siamo riuniti con tutti i capi della troupe e abbiamo messo la sceneggiatura su un grande schermo. Lo stavamo rivedendo tutti insieme, è un processo molto collaborativo e ravvicinato che significa che siamo tutti sulla stessa pagina, letteralmente. Ti aiuta a sapere che tipo di film stai facendo. In questo caso, un ritorno a quel tipo di cinema degli anni ’80 e ’90 che ride di se stesso e che amavo da piccolo.

Ryan Gosling e Chris Evans si affrontano in “The Invisible Agent”, il clou di Netflix di questa estate.

l’agente invisibile è la quinta collaborazione tra i fratelli Russo e Chris Evans. Questa è la prima volta che Capitan America interpreta il cattivo del ruolo. Secondo l’attore, “Interpretare il tosto è sempre più divertente, hai più libertà e ricevi più battute, ma lavorare con i Russo è ciò che ti dà quella sensazione di sicurezza e libertà. Quando ti fidi dei registi, sei più disposto a correre rischi come questo personaggio. Senza i Russo e il rapporto e l’armonia che abbiamo, non so se l’esperienza sarebbe stata altrettanto gratificante”.

Pagina Rege-Jeanil duca di Hastings I Bridgerton, interpreta un altro dei nemici di Six nella finzione. L’attore inglese godette di un cambio di record che lo costrinse a perfezionare il suo agente americano ea far emergere il suo lato oscuro. “La differenza tra cattivi ed eroi, in generale, è che i cattivi non hanno la stessa coscienza degli eroi. Non hanno barriere tra loro e i loro obiettivi, o almeno non hanno le stesse barriere”.

L’interprete ha guardato il suo cattivo immaginario preferito, Iago da Otello di William Shakespeare. “La gente si diverte a guardarlo mentre si diverte a essere cattivo. E mi sento come se Denny e Lloyd fossero fatti della stessa stoffa in questo senso. Si divertono, solo in modi diversi. Ho cercato di dare un sapore diverso al suo male”.

Grazie alle loro esperienze nel Marvel Cinematic Universe, i fratelli sanno com’è lavorare con chi è chi di Hollywood. “Per noi è molto importante lavorare con gli attori sulle sceneggiature. Vogliamo che si sentano come se anche i personaggi fossero loro”, spiega Joe Russo. “In questo cast abbiamo molti grandi narratori, così come attori incredibili. Hanno molta esperienza e sono invitati a portarla nei nostri film. Ci piace lavorare con la sceneggiatura in modo tale da poter eliminare o incorporare elementi durante le riprese. Siamo sempre aperti a ciò che sta accadendo in questo momento. Se qualcuno ha un’idea che è divertente e si adatta alla storia e alla trama, è più che benvenuta, indipendentemente da dove provenga”.

Leggi  Manifesto: è ispirato a una storia vera? Volo 828 ecc

Ana de Armas ne

Ana de Armas ne “L’agente invisibile”.

Anna d’Armi riconosce di essere stata molto entusiasta del fatto che i Russo pensassero a lei per il loro secondo film d’azione dopo aver fatto irruzione nel genere con l’ultima puntata di Bond, senza paura di morire. L’attrice sembra aver preso in simpatia il genere. Tra i suoi prossimi progetti spicca ballerinaun spin off della saga John Wick per il quale ha convinto i produttori ad assumere Emerald Fennell, vincitore dell’Oscar per Una giovane donna promettente.

“Non appena li ho incontrati su Zoom e mi hanno detto come sarebbero stati il ​​personaggio e la storia, ho deciso di accettare. Inoltre, volevo lavorare di nuovo con Ryan e Chris”, con cui aveva girato lama runner 2049 Y pugnali nella schiena, rispettivamente. In altre interviste, l’attrice ispano-cubana ha riconosciuto che, nonostante quella prima promettente conversazione con Joe e Anthony, ha chiesto che il suo personaggio avesse una svolta nella sceneggiatura.

L’imminente Marilyn Monroe di bionda Ha anche celebrato che una relazione sentimentale tra il suo personaggio e il personaggio di Ryan Gosling non è stata affrettata. “Ho interpretato una donna che deve apparire carina e indossare i tacchi alti mentre combatte in un film di Bond. È qualcosa che si adatta a quel film, ma c’è qualcosa di davvero rinfrescante in The Invisible Agent che va dall’altra parte. Non sono l’interesse amoroso di Ryan. È qualcosa che abbiamo già fatto in passato”, ride.

l’adolescente Giulia Butterla rivelazione di c’era una volta a hollywood, celebra il punto di vista delle donne nel cinema. “Le donne non dovrebbero essere sexy nei film d’azione. È essenziale che questi personaggi siano rappresentati come qualcuno che sta facendo il proprio lavoro, senza necessariamente essere attraenti. E che questo cast ha delle belle donne”, scherza prima di concludere la sua tesi. “È molto importante rappresentare le donne come persone piuttosto che come oggetti con i tacchi alti, i capelli lunghi e le unghie lunghe che scherzano con i ragazzi”.

Le migliori sequenze de

Le migliori sequenze de “L’agente invisibile” sono state girate a Praga.

Gli attori sono una delle grandi pretese del film, ma il budget di produzione di 200 milioni di dollari ha permesso ai Russo di buttare la casa fuori dalla finestra in azione. La squadra si è recata a Praga per girare la sequenza più spettacolare del film. “Siamo molto grati a tutti in città, è un posto incredibile per girare, hanno squadre brillanti e la loro gente sostiene molto il cinema. Puoi ottenere qualcosa di complesso come quello che facciamo in questo film in un posto come Praga.”, ha sottolineato Anthony Russo.

Il regista ha ricordato i momenti più difficili delle riprese. “Quella sequenza inizia in una piazza principale di Praga e continua attraverso un inseguimento in tutta la città, quindi è stata molto complessa. Ad esempio, c’è un tram su cui Six sale mentre il personaggio di Ana lo insegue in macchina e un gruppo di mercenari sta cercando di catturarlo”.

Per girare uno dei momenti più spettacolari della sequenza, il team ha utilizzato dei tram. “Abbiamo costruito un autobus che è stato progettato per assomigliare esattamente a un tram, ma funzionava su ruote perché a volte serviva il tram per andare più veloce di quanto potesse realmente andare, oppure dovevamo portarlo per strade prive di binari”, ricorda il regista. “Abbiamo girato con gli attori principali e gli stuntman per le parti troppo pericolose. È stato un processo molto complesso per costruirlo.

Se tutto va bene, è una questione di tempo l’agente invisibile riapparire su Netflix prima piuttosto che dopo. “Senti, una delle nostre motivazioni per ottenere un cast così forte era creare un universo narrativo con molti personaggi interessanti che ti permettessero di continuare a esplorare la loro storia, prima o dopo gli eventi che vediamo in questo film. Quindi sì, speriamo di continuare a raccontare altre storie ambientate in questo mondo”.

Lascia un commento