fbpx

È basato su una storia vera? Chi è Tany Zampa?

Scopri se La French si basa su eventi reali su Netflix!

Il francese è disponibile su Netflix! Se vuoi sapere se è ispirato da a storia vera, continuare a leggere! Più di quarant’anni dopo “The French Connection”, che ha vinto numerosi Oscar per il suo racconto romanzato di un giro di traffico di droga transatlantico, fa il suo debutto un dramma francese sulla lotta ai narcotrafficanti negli anni ’70. Il francese è vagamente basato sulla storia vera di un giudice del Marsiglia che divenne ossessionato dall’idea di far cadere un boss dell’eroina.

Il premio Oscar Jean Dujardin interpreta il ruolo del giudice, Pierre Michel, e Gilles Lellouche quello del boss della mafia, Tany Zampa. Entrambi sono fantastici, il che è essenziale considerando questo Il francese è meno concentrato sugli inseguimenti in auto e sui proiettili volanti rispetto alla sua controparte americana. Questa versione è uno studio del carattere di due uomini che si trovano ai lati opposti della legge. Per scoprire tutto sulle uscite di Netflix, è qui.

All’inizio del film, Pierre, un giovane magistrato, è stato appena promosso a lavorare su casi di criminalità organizzata. Il suo compito è fare qualcosa per lo spargimento di sangue che sta avvenendo a Marsiglia, dove la guerra alla droga ha portato a sparatorie in strade trafficate in pieno giorno.

L’eroina è un affare redditizio e, sebbene la polizia sappia chi sono i giocatori principali, i più cattivi riescono a mantenere il naso pulito e l’ubicazione dei loro laboratori è segreta. Ma allora cos’è la vera storia di La French ? Ti diciamo tutto noi!

La French si ispira a una storia vera?

Sì, La French si ispira a una storia vera. Marsiglia è stata la capitale mondiale dell’eroina negli anni ’60. L’afflusso di napoletani e corsi nel dopoguerra ha portato all’aumento della criminalità organizzata e dei legami con la mafia italiana. Da lì, si è sviluppata una cospirazione per contrabbandare miliardi di dollari di eroina negli Stati Uniti, con Marsiglia come punto di spedizione naturale.

Leggi  Qual è la data di uscita di Salto? Un seguito pianificato?

I coltivatori di oppio turchi vendevano le loro merci alla mafia, che estraeva l’eroina nei laboratori sparsi per la città, e la droga veniva contrabbandata dal porto al fiorente mercato americano. Tany Zampa era solo un agente mafioso di medio livello quando il francese Connection iniziò a prendere il controllo del Marsiglia.

Après avoir purgé une peine pour port d’armes à feu en 1964, il a commencé à investir dans l’héroïne en même temps que dans la prostitution et les jeux d’argent, finissant par contrôler la plupart des clubs et des bars de la città. Dopo l’assassinio del formidabile mafioso Antoine Guérini nel 1967, Zampa, che probabilmente ha ordinato l’omicidio, è diventato il nuovo boss del mondo criminale di Marsiglia. I rivali al suo trono non durarono a lungo le sparatorie avvennero in pieno giorno, lungo strade trafficate, oggi popolate da turisti.

Dopo l’assassinio del giudice Michel da parte di gangster associati a Zampa nel 1981, la mafia è scappata, sebbene non vi sia un chiaro collegamento con l’omicidio. Alla fine fu imprigionato nel 1983. E un anno dopo fu trovato morto nella sua cella, la sua morte fu finalmente dichiarata un suicidio.

È chiaro, guardando Il francese, che Jimenez ha tanto rispetto per il potente Zampa quanto per gli sforzi crociati di Michel contro la mafia. Li ritrae come facce opposte della stessa medaglia, due maschi alfa determinati a perseguire i loro obiettivi. In conclusione, sì La French è ben ispirato da una storia vera !

Lascia un commento