fbpx

È basato su una storia vera? A che punto?

Scopri se il film di Amazon Prime Video Thirteen Lives è basato su eventi reali! A che punto?

Tredici vite è disponibile su Amazon Prime Video! Se vuoi sapere se Thirteen Lives è ispirato a una storia vera, continuare a leggere! Per la maggior parte delle persone, l’idea di immergersi attraverso chilometri di tunnel bui senza spazio di manovra è un incubo.

Nel nuovo film di Ron Howard Tredici vitein onda Video Amazon Prime, Viggo Mortensen interpreta Stanton, che ha organizzato insieme il salvataggio di 12 ragazzi thailandesi e del loro allenatore di calcio da una grotta allagata dai monsoni. Per conoscere la spiegazione della fine del film, leggi questo.

Insieme al suo compagno di immersione, John Volanthen, è riuscito a navigare in un terreno ostile e localizzare i ragazzi, che erano rimasti bloccati a più di due miglia dalla grotta. Allora Thirteen Lives è ispirato a una storia vera e in che misura?

Thirteen Lives è ispirato a una storia vera?

Sì, Thirteen Lives è basato su una storia vera dei Cinghiali e del loro assistente allenatore, che sono rimasti intrappolati nella grotta di Tham Luang, nel nord della Thailandia, quando si è allagata a causa di forti piogge. Il 23 giugno 2018, la squadra e l’allenatore hanno deciso di esplorare le grotte dopo l’allenamento, cosa che avevano già fatto più volte.

Sapevano che le grotte erano allagate durante la stagione delle piogge, anche se mancavano ancora alcuni giorni prima che arrivassero le forti piogge. Sfortunatamente, la pioggia è arrivata presto, lasciando la squadra e il loro allenatore bloccati nella grotta per evitare di annegare.

Nessuno dei ragazzi è tornato a casa la sera, quindi i genitori si sono preoccupati e hanno chiamato il capo allenatore, Nopparat Khanthhavong. Songpol Kanthawong, un ragazzo che aveva lasciato l’allenamento con sua madre, lo ha informato delle grotte, dove ha trovato le loro biciclette e altre cose, e dell’acqua che blocca la strada.

Per i primi giorni, i Navy Seals thailandesi e la gente del posto hanno cercato di trovare il modo di far uscire i ragazzi. Ma poiché non c’era modo di raggiungere la squadra intrappolata, è stato lanciato un allarme internazionale, chiedendo aiuto a chiunque conoscesse le immersioni in grotta e potesse aiutarli a salvarli. È così che i subacquei delle caverne di tutto il mondo convergono in Thailandia.

Leggi  Prezzo Netflix: qual è il miglior abbonamento?

Fu allora che il dottor Richard Harris, un esperto di anestesia, fu chiamato per far addormentare i ragazzi e tirarli fuori legati a morbide barelle. Harris non era sicuro che il piano avrebbe funzionato. Ai ragazzi è stata somministrata una combinazione di sedativi, tra cui ketamina e Xanax, che li ha resi privi di sensi e ha permesso ai subacquei di manovrarli fuori dalle grotte per mettersi in salvo.

Fortunatamente il piano ha funzionato e tutte e tredici le persone ne sono uscite vive, anche se alcuni soccorritori hanno perso la vita nell’operazione. Con migliaia di soldati, centinaia di subacquei e molti altri volontari che continuavano l’operazione, Howard scoprì che non era la storia di poche persone che agivano da salvatori.

A causa della mancanza di filmati del salvataggio subacqueo, Stanton e Mallinson hanno aiutato a mettere in prospettiva dettagli specifici, dando ai registi un’idea delle difficoltà all’interno delle grotte, senza visibilità, mentre aiutavano gli stuntman a realizzare le scene difficili. Oltre al salvataggio, Howard ha voluto una rappresentazione autentica della cultura del luogo.

Inutile dire che il film riesce a fornire una storia ardente di coraggio, volontà e lavoro di squadra che lascia un’impronta nel cuore degli spettatori. Concludere, yes Thirteen Lives è ben ispirato da una storia vera e rimane molto fedele alla storia che è realmente accaduta!

Lascia un commento