fbpx

Dura solo 4 ore e ha un punteggio perfetto: la sanguinosa serie Netflix che ha vinto la battaglia dopo l’ultimo fallimento

Una nuova fiction basata anche su un videogioco ha permesso alla piattaforma di riprendersi dal suo successo con “Resident Evil”.

Il adattamenti di videogiochi sotto forma di progetto televisivo sono all’ordine del giorno e, sebbene giochino con il vantaggio di avere l’aspettativa di un pubblico che è già stato affascinato da una certa storia, personaggio o estetica, la verità è che venire da un titolo famoso non deve tradursi direttamente in successo. In effetti, forse proprio il contrario, l’aspettativa è maggiore e ci sono aspettative da soddisfare. Negli esempi più recenti, infatti, troviamo esempi di tutti i tipi, l’essere L’ultimo di noi di HBO una delle serie più attese e di gran lunga del 2023 e con l’animazione Arcano divenuto una vera pietra miliare come adattamento di League of Legends.

Tuttavia, anche se Arcano recentemente ha vinto il prestigioso Emmy per la migliore serie animata e con esso Netflix ha raggiunto la vetta con questo tipo di adattamenti, la verità è che la piattaforma ha concatenato di recente diverse proposte di serie basate sui videogiochi e il risultato è stato piuttosto disomogeneo. Uscito lo scorso febbraio La serie Cuphead! trascorso un po’ inglorioso sulla piattaforma, mentre Tekken: lignaggio È riuscito a sorprendere gli amanti dei giochi con il suo modo di portare nella finzione quello che è senza dubbio uno dei grandi franchise di combattimento. Se guardiamo un po’ indietro, Castlevania è stato considerato abbastanza rotondo, mentre il film cacciatore di mostri è stato davvero terribile per molti.

Adesso, Netflix ha ottemperato ancora una volta alla sua ultima proposta, con la quale è riuscita anche a compensare il suo più recente fallimentola serie prevista cattivo ospite che non è stato ben accolto dagli spettatori e alla fine lo è stato cancellato bruscamente dalla piattaforma poco dopo il suo debutto.

Tuttavia, con l’arrivo nel catalogo di Cyberpunk: Edgerunner Netflix ha vinto ancora una volta la battaglia degli “adattamenti per videogiochi”. Basato sul tanto discusso gioco “Cyberpunk 2077” -che a sua volta è basato sul gioco di ruolo da tavolo Cyberpunk- e sviluppato dalla stessa azienda, CD Projekt Red, la serie è stata accolta a braccia aperte dagli spettatori e, appena una settimana dopo la sua prima, ha già il punteggio perfetto Pomodori marci. Un 100% che la rende senza dubbio una delle serie animate dell’anno sulla piattaforma e che è servito anche ad aumentare la popolarità del gioco su cui si basa.

Leggi  'Journey to Paradise', la nostalgia di innamorarsi di nuovo di Julia Roberts e George Clooney

In Cyberpunk: Edgerunnerun ragazzo di strada cerca di sopravvivere in una città futuristica completamente ossessionata dalla tecnologia e dalla modifica del corpo. Città della notteCalifornia, è controllata da diverse società e I conflitti tra bande sono la vita di tutti i giorni in città, dove le persone possono ottenere modifiche elettroniche per migliorare le proprie abilità.

In questo contesto, il protagonista ha tutto da perdere, ma, per sopravvivere a ciò che considera ingiusto, la sua scelta disperata è quella di diventare un edgerunner: un fuorilegge mercenario che entra a far parte di un gruppo di altri mercenari, brutali e senza legge, non hanno nulla da perdere.

Di conseguenza, Cyberpunk: Edgerunner offre un fiction visivamente sbalorditiva, piena di violenza che a volte include sangue, budella e vari smembramenti, mentre racconta una storia drammatica abbastanza complessa e profonda e circondata da tutte le cose buone che la fantascienza offre.

La società di produzione dietro questa serie animata in dieci parti è CD Projekt Red, la forza creativa dietro “Cyberpunk 2077” e il franchise di videogiochi di Lo stregone, che è stato anche adattato con successo da Netflix. Rafal Jaki, che ha lavorato a “The Witcher 3: Wild Hunt” e “Cyberpunk 2077”, tra gli altri, è un produttore esecutivo, con la regia del veterano degli anime Hiroyuki Imaishi. I loro gli episodi, della durata di appena 25 minuti, vi permetteranno di divorarlo in sole 4 ore. E tutti sono già disponibili nel catalogo Netflix.

Lascia un commento