fbpx

Duello di teorie nelle reti dopo la fine de “Gli anelli del potere”: i fan di Tolkien non sono d’accordo su Gandalf (ma stanno bene)

L’episodio finale della prima stagione della serie Prime Video, ‘Allies’ (1×08), ha generato un vasto dibattito tra i seguaci di ‘Il Signore degli Anelli’: chi è davvero lo Straniero?

L’ultimo episodio della prima stagione di Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere ha gettato le basi per la continuazione della serie più eccezionale di Primo video per una seconda puntata, ma è stato anche caricato di risposte. Dopo sei settimane di teorie e speculazioni, ‘Alleati’ (1×08) ha affrontato due delle grandi domande stabilite, anche se i fan del lavoro fantasy di Tolkien hanno seri dubbi su una di esse e non c’è un accordo generale.

Come forse ricorderete, la caduta dell’uomo dal meteorite nel primo episodio della serie ambientata nell’universo di Il Signore degli Anelli è stata oggetto di molta attenzione sin dal primo momento, anche se sempre superata, sì, da una domanda principale: sotto l’identità di quale personaggio si nasconde Sauron? Il tratto finale dell’ottava puntata ha saputo fornirci risposte ad entrambe le domande, ma accompagnando le sue sorprese con tante domande e semina tutto un duello di teorie sui social network davanti al quale, onestamente, è difficile posizionarsi.

occhio! Di seguito sono riportati importanti dettagli sulla fine della prima stagione di “The Rings of Power”.

Innanzitutto: pochi dubbi su Sauron. Abbastanza sicuro, Halbrand (Charlie Vickers) è il Signore Oscuro e promette di essere un fulcro del film stagione 2 di Gli anelli del potere al suo arrivo al Monte Fato. Tuttavia, sebbene molti abbiano ampiamente ipotizzato che l’episodio abbia rivelato che The Stranger (Daniel Weyman) sia Gandalf, il famoso Istari interpretato da Ian McKellen nelle trilogie cinematografiche dirette da Peter Jackson, altri ritengono che non sia così chiaro. .

E la verità è che tutti, in qualche modo, hanno ragione quando si tratta di difendere le proprie teorie contro entrambe le versioni.

Su Twitter il duello delle teorie infuria da diversi giorni. Tirando le somme un po’, dopo un primo falso indizio in cui lo spettatore poteva credere per qualche minuto che The Stranger fosse Sauron, scopriamo che i mistici avevano torto e che l’uomo meteorite è in realtà un Istari, un’altra delle grandi teorie che avevano ruotato attorno al personaggio fin dall’inizio. L’episodio Non offre più nomi, ma lascia alcuni indizi che hanno portato molti a stabilire che si tratta di Gandalf.

Perché The Stranger deve essere Gandalf vs. perché è impossibile che lo sia

Da un lato, chi ha pensato a Gandalf fin dall’inizio aveva già indicato la somiglianza fisica tra The Stranger e il Gandalf di McKellen, con i suoi lunghi capelli grigi e la barba selvaggia, ma anche il suo stretto legame e la rapida sintonia con i pelosi, antenati degli hobbit. Inoltre, l’uso della magia, il suo desiderio di aiutare la Terra di Mezzo, la sua capacità di parlare con gli insetti, il suo modo di riferirsi ai pelosi con il loro nome completo e il fatto che Gandalf fosse già vivo durante la Seconda Era sono ragioni più che sufficienti per pensare che abbiamo a che fare con Gandalf.

Leggi  Netflix rinnova la sua serie più importante, "The Squid Game", per una seconda stagione

Gandalf ne “Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere”? I segni che indicano che è l’uomo del mistero

Quindi, l’uso della frase “Segui sempre il tuo naso” che il Gandalf di McKellen stava già guidando Merry Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell’Anello è stato per molti ultima prova.

Tuttavia, il fatto che in Il Signore degli Anelli l’Istari, i maghi inviati nella Terra di Mezzo per aiutare nella lotta contro Sauron, erano cinque che lo hanno causato altri fedeli fan della mitologia di Tolkien non hanno voluto escludere Saruman o i Maghi Blu. Infatti, nello specifico su quest’ultimo, sono circolate alcune delle teorie più solide che, per molti, non accontentano la frase che vede McKellen nei panni dell’iconico mago.

Contro l’accettare che l’identità di The Stranger sia Gandalf, c’è una ragione convincente: per molti, sarebbe una violazione del canone di Tolkien. Gli Anelli del Potere si svolgono nella Seconda Era, ma gli Istaris non compaiono nella Terra di Mezzo fino all’anno 1000 della Terza Era, secondo il lavoro di JRR Tolkien, quindi quei migliaia di anni di differenza sarebbero sufficienti per escludere la teoria principale.

Chi è l’uomo nel meteorite de “Gli anelli del potere”? Un indizio importante nascosto nel capitolo 5 punta direttamente a una nuova teoria

Tuttavia, alcuni seguaci del lavoro fantasy hanno iniziato a circolare un breve frammento in cui la possibilità che Olórin avesse viaggiato nella Terra di Mezzo è rimasta nell’aria, alla rapida risposta di altri che hanno fatto notare che Olórin era la sua identità solo in gioventù, come maiar, ma non come Istari. Altri invece sono convinti che sia Saruman, che si dice sia arrivato per primo.

La verità è che tutte le teorie si basano su una vasta conoscenza dell’opera di Tolkien, ma per ora l’unica realtà è che la sua identità di Gandalf non è stata confermata al 100%. Infatti, mentre alcuni fan affermano che i creatori stanno risparmiando un fattore sorpresa, lo ‘showrunner’ della serie Patrick McKay ha optato per lascialo in aria nella sua intervista con Scadenza: “Questo è tutto ciò che sai in questo momento, e dovrai fare un altro viaggio per saperne di più. E forse un nome, o il suo nome, entrerà a far parte di quel viaggio, ma in questo momento sappiamo solo quello che lui sa”.

Lascia un commento