fbpx

Dovresti ancora assicurare i tuoi NFT nel 2023?

Un NFT traduce prodotti immateriali per autenticare un’opera. Questi includono video, registrazioni audio e illustrazioni. Acquistare un NFT significa poterlo archiviare nel proprio spazio virtuale (la blockchain) con la certezza che sia protetto nel mondo del web. Pertanto, sei l’unico proprietario e l’unico diritto di utilizzarlo. Questi acquisti consentono agli artisti di guadagnare denaro attraverso la criptovaluta mentre sviluppano la nuova arte, 2.0.

Il concetto di NFT sta crescendo abbastanza da sollevare la questione se l’assicurazione sarebbe necessaria in caso di problemi. Tuttavia, le transazioni sono sicure e il mondo virtuale non consente quasi nessun errore possibile. Tutto sembra essere perfettamente sicuro.

Assicurazione di opere d’arte virtuali

L’ascesa degli NFT solleva la questione se siano sufficientemente protetti nello spazio virtuale regolamentato e codificato per proteggerli. In effetti, l’informatica non è mai stata del tutto infallibile e le cattive intenzioni sono sempre possibili anche per le opere digitali. Il paradosso di NFT è che anche se la tendenza sta accelerando, non è ancora sufficientemente conosciuta e sviluppata per ottenere una protezione infallibile. L’universo ancora in costruzione può quindi lasciare la sua quota di rischi – ma come ogni cosa alla fine.

Quindi, assicurare le proprie opere, siano esse virtuali o reali, è del tutto possibile. Le compagnie assicurative standard offrono già di assicurare le opere d’arte a condizione di avere una cassaforte fisica. Se questo è il caso di NFT, allora l’assicurazione in questione coprirà anche i danni causati a questo tizio. Se dubiti del coinvolgimento di token non fungibili nel tuo contratto, non esitare a chiedere informazioni alla tua assicurazione. Quindi, per avere maggiori informazioni sull’argomento e quindi, per non cadere dall’alto in caso di problemi.

Avvertimento, una cassaforte virtuale sarà sicuramente l’eccezione alla regola per questo tipo di assicurazione che copre solo beni fisici.

Leggi  Quali sono i migliori siti per ottenere un preventivo di assicurazione auto affidabile?

Inoltre, questi file digitali non sono assicurati dalle assicurazioni tradizionali, quindi devi rivolgerti a contratti specializzati. Ad alcune aziende piace Hiscox offri offerte su questo argomento, quindi scoprilo. È del tutto possibile proteggere i tuoi beni virtuali.

Nulla di richiesto al momento

In effetti, gli NFT rimangono su a dominio ben protetto da blockchain che sono spazi virtuali creati per proteggere le tue acquisizioni. Le casseforti virtuali sono molto efficaci, ma sarà una questione che i tuoi codici rimangano riservati e che tu stia attento su tutti i tipi di siti e reti. Fai attenzione a truffe, collegamenti dubbi (collegamenti di phishing) e cambia regolarmente le tue password. Tutto può succedere e ovviamente non sei immune da nulla.

Per farti un esempio, OpenSea, uno dei più grandi marketplace di NFT, ha recentemente subito un bug che ha fatto perdere agli artisti diversi NFT per venderli a prezzi ridicoli ad acquirenti strategici. Questi “token non fungibili” sono stati poi venduti per il 99% in meno rispetto a quanto valevano all’inizio. Se il sito è comunque molto ben protetto e adattato alle opere virtuali, resta il fatto che le falle in campo informatico sono numerose.. Il mondo del web è in continua espansione e può nuocere a chi se ne fida ciecamente.

L’assicurazione per garantire la protezione e coprire i danni da NFT non farà tutto, ovviamente. Ma è proprio per i rischi che non è possibile mitigare che può essere utile. Quindi, se sei un grande collezionista di queste immagini o anche un creatore in questo campo, presta attenzione a ciò che potrebbe guardarti le spalle. Potresti ringraziarti più tardi.

Lascia un commento