fbpx

dopo Titanic, il grande film catastrofico che Hollywood sognava

Il pianeta del cinema avrebbe dovuto tremare grazie al 1906 di Brad Bird, un’epica ricostruzione del terremoto che colpì San Francisco quell’anno, ma non accadde nulla.

Nella costellazione di registi nerd risolutamente ottimisti e umanisti, e ce ne sono sempre meno, Brad Bird occupa un posto speciale insieme a Steven Spielberg e Robert Zemeckis. Insieme a Il gigante di ferro, ha affermato il suo gusto per l’animazione firmando un’opera prima folgorante, nonostante il suo fallimento nelle sale. Ha dovuto aspettare l’uscita nel 2004 del suo secondo lungometraggio d’animazione Gli incredibilirealizzato sotto il seno della Pixar, per ottenere il riconoscimento che meritava.

Basandosi su questo successo, il regista si è trovato in pole position per adattare il romanzo al cinema 1906 di Giacomo Dallessandro, chiamato in riferimento al terremoto che colpì tragicamente la città di San Francisco quell’anno. Una storia di proporzioni inaudite che, prima di essere raccontata e pubblicata in questo libro nel 2004, era già destinata ad esistere nel cinema, dal momento che l’autore l’aveva lanciata e sceneggiata a monte per conto dei diritti di produzione della Warner Bros., la società ci è riuscita nel 2006 arruolando la forza d’attacco degli studi Disney e Pixar per cofinanziare il progetto.

Difficile essere più sicuri in questa fase, poiché tutto sembrava riunirsi per Bird per dare vita a un nuovo classico del genere e, per inciso, il lavoro di una vita. Ahimè, le cose non sono andate come previsto. Facciamo il punto.

Quando Gaia non è felice, lo fa sapere

TERREMOTO, FATECI VIBRARE

Piuttosto che attenersi alla sola evocazione del terremoto, il romanzo estende la storia ai giorni e alle settimane precedenti la tragedia, descrivendo in particolare una società afflitta da corruzione e omicidi. Non proprio una produzione Disney o Pixar nello spirito, sarete d’accordo. È comunque obiettivo di Bird, trascrivere in maniera precisa questo periodo buio, e a dire il vero non stupisce che lo sceneggiatore voglia abbracciare il lato più politico del progetto.

Se rimane un generoso e brillante fornitore di intrattenimento, conosce anche il potenziale di protesta del cinema. Il gigante di ferro denunciato, ad esempio, la violenza militare e l’uso di armi nucleari. Un discorso ribelle nei confronti delle istituzioni che ritroveremo nel corso della sua carriera, ma prima di arrivarci Bird deve prepararsi a girare con 1906 il suo primo film live-action. Nel frattempo, si è concesso una ricreazione ad alta quota prendendo il timone nel 2007 di Ratatouilleil suo terzo lungometraggio d’animazione, poi ufficialmente impegnato, nel 2008, ad adattare il romanzo di Dalessandro.

Brad Bird: foto“Solo rottami metallici mi vanno bene, e lo dico in modo impeccabile”

Stimato a $ 200 milioni, il progetto diventa un po’ troppo imponente agli occhi della Warner Bros, nonostante l’evidente sostegno finanziario degli studi Disney e Pixar. Bird è quindi costretto a riscrivere la sceneggiatura per ridurre l’ampiezza della storia e quindi i costi di produzione. Durante questo lavoro, il regista si è lanciato nella ricerca delle location in previsione delle riprese, ancora ipotetiche in questa fase, e ha mantenuto tre potenziali siti alla fine delle sue indagini: la città di Vancouver, la Nuova Zelanda e l’Australia. Solo che, nonostante l’atteggiamento proattivo di Bird, la situazione sta lottando per evolversi positivamente.

Nel 2011, il regista, in piena promozione di Mission Impossible: Protocollo Fantasmail suo primo film live-action, dà notizia di 1906 durante un’intervista rilasciata alla rivista Intrattenimento settimanale:

Il problema è sempre stato quello di valutare la portata del progetto, di adattarlo alla durata di un lungometraggio. È davvero un film che aspira ad essere una miniserie. Ma se stai percorrendo quella strada, allora devi considerarla per il piccolo schermo, e questa storia implora di essere raccontata sul grande schermo. Ecco perché ci stiamo ancora lavorando.

Leggi  Qual è la data di uscita di Crunchyroll?

Brad Bird: foto, Tom CruiseMr. Incredible ha concorrenza

VERSO LA DESOLAZIONE

Avendo dimostrato la sua capacità di realizzare una superproduzione al di fuori del circuito dell’animazione (ricordiamo che la quarta puntata di Missione impossibile ha generato quasi 700 milioni di dollari in tutto il mondo), Bird non può abbassare le sue ambizioni in merito 1906. Ancora inciampando nel modo migliore per mettere insieme tutte le sue idee, ha nuovamente sospeso il suo lavoro e messo in scena Inseguire domanialias domani terrail suo secondo film live-action.

Un blockbuster dagli accenti retro-futuristici che, purtroppo, ha conosciuto un amara fallimento quando è uscito nelle sale nel 2015. Tuttavia, il pericolo ecologico di cui tratta il film sembra di grande attualità, Mad Max: Fury Road Dove Interstellare allo stesso tempo si era anche confrontato con esso, con molto più successo al botteghino, tuttavia. Vedere Bird estendere questo tema con 1906 è quindi evidente, soprattutto in un momento in cui cresce la paura del Big One, un mega-terremoto atteso in California e annunciato come imminente da alcuni sismologi.

Brad Bird: fotoLa natura dà vita, il progresso fa progresso

Hope è rinata nel 2018 quando Bird, allora in una campagna promozionale per Gli incredibili 2che firma il suo ritorno all’animazione, annuncia di aver trovato un compromesso per rendere giustizia alla grandezza di 1906. Da un lato una miniserie sarà dedicata agli eventi accaduti a San Francisco poco prima del terremoto, e dall’altro un film, pensato per il grande schermo, si concentrerà proprio sul disastro, in modo volutamente spettacolare .

Il progetto deve essere una storia a lungo termine. È un periodo storico davvero affascinante. Prima del terremoto, San Francisco era quella città di alto profilo tra il selvaggio west e il 20° secolo (…) dove convivono luci a gas ed elettricità, automobili e cavalli“, spiega il regista, intervistato dalla rivista varietà, nel podcast Riproduzione. Poi prosegue:La Warner Bros vuole trasformare il segmento del terremoto in un lungometraggio e non puoi fare tutto in un unico luogo per le riprese. […] Voglio che sia fatto in un modo che abbracci tutte le possibilità e rimanga vicino almeno in parte a qualcosa di cinematografico, quindi vedremo cosa succede.

Brad Bird: fotoUn giorno come un altro a San Francisco

Ahimè, da allora non è successo niente. Ora sta lavorando a una delle sue altre grandi fantasie cinematografiche, il suo film Ray Gunnprodotto da Skydance Animation, Bird visibilmente relegato 1906 in fondo alle sue priorità. Dopo più di quindici anni sprecati in vani tentativi, sembra difficile immaginare che un’impresa del genere riuscirà mai. Ma chissà, non sarebbe la prima volta che un progetto viene resuscitato a Hollywood.

Lascia un commento