fbpx

Cos’è il progetto Nina? Spiegazione !

Scopri cos’è Project Nina nella quarta stagione di Stranger Things su Netflix!

Stranger Things è disponibile su Netflix! Se vuoi sapere qual è il Progetto Nina, continuare a leggere! Il quinto episodio della quarta stagione di Stranger Things, giustamente intitolato Il progetto Nina, si apre con un messaggio enigmatico. Per scoprire quando uscirà la Parte 2, leggi questo.

Quando uno degli agenti del dottor Sam Owens muore (il suo nome è Harmon, ma i bambini lo chiamano commoventemente Unknown Hero Agent Man), li lascia con una richiesta disperata. “Nina… Nina… ecco il numero,” gorgoglia Harmon, porgendo una penna a Mike Wheeler e Will Byers. Per scoprire l’età di attori e personaggi, leggi questo.

Chi è esattamente Nina? Harmon non è in grado di dirlo prima di scadere, sfortunatamente. Fortunatamente, gli spettatori di Cose più strane presto scopri che la domanda non è “Chi è Nina?” ma “Cos’è Nina?” “. Permettici di spiegare.

Cos’è il progetto Nina?

Molti degli esperimenti del dottor Brenner nel laboratorio di Hawkins sono stati di per sé traumatici, ma nel caso del progetto nina, sembra essersi dedicato a qualcosa che ha il potenziale per aiutare i pazienti traumatizzati. Il cervello sopprime i ricordi che non può elaborare a breve termine, proteggendo così una persona dal dolore emotivo di rivivere determinate esperienze.

Ma a lungo termine, i ricordi repressi possono essere debilitanti. È importante che Eleven gestisca questi ricordi nel Stranger Things stagione 4 non solo per riguadagnare i suoi poteri, ma anche per crescere come persona. Per conoscere la spiegazione della fine della Parte 1 della stagione 4, leggi questo.

Secondo Owens, l’unico scopo di progetto nina è trovare un modo per ripristinare i poteri di Undici. Nel Stranger Things stagione 4, la dottoressa Brenner suggerisce che Eleven ha perso i suoi poteri allo stesso modo in cui alcune persone che hanno avuto un ictus cambiano carattere, perdono le loro capacità e hanno difficoltà a parlare. Crede che la chiave per ripristinare Eleven sia costringerla a rivivere la sua memoria repressa, permettendole di avere le esperienze che hanno sbloccato il suo potenziale in primo luogo.

Leggi  Dove è stato girato su Netflix?

È interessante notare che il progetto nina Il Dr. Brenner’s è un’estensione della vasca di deprivazione sensoriale che ha usato all’Hawkins Lab. I ricordi repressi possono essere recuperati al meglio quando il cervello si trova in uno stato simile a quando si sono formati, e quindi la stessa camera di deprivazione sensoriale è un collegamento diretto con la storia delle origini di Eleven.

Undici e noi stessi viviamo il Progetto Nina come se fosse quasi una forma di viaggio nel tempo. Ciò è particolarmente vero nell’episodio 7 della stagione 4 di Stranger Things, in cui i ricordi di Undici di One si sovrappongono a quelli di Vecna ​​che dice a Nancy Wheeler la verità sulle sue origini.

Certo, in realtà il PProgetto Nina non è affatto un viaggio nel tempo; è semplicemente una finestra sui ricordi repressi di Eleven, esperienze così traumatiche che la sua mente le ha nascoste in un atto di autodifesa. La dottoressa Brenner ha probabilmente ragione nel credere che Undici debba affrontare questi ricordi per riguadagnare i suoi poteri nel Stagione 4 di Stranger Things.

Lascia un commento