fbpx

come l’episodio 5 (spoiler) differisce da Game of Thrones

Episodio 5 di Casa del Drago si è divertito a mettere in scena una sequenza ricorrente di Game of Thrones…per manipolare meglio gli spettatori.

SPOILER, ovviamente!

Per il suo episodio cruciale di metà stagione, Casa del Drago decise di colpire duramente, annunciando il fidanzamento di Rhaenyra Targaryen e Laenor Velaryon, prima di essere organizzato un matrimonio formale. Il problema è che i fan di Game of Thrones sappi che la parola matrimonio non significa mai “il giorno più bello della mia vita”.

Tra il traumatico Purple Wedding della terza stagione e la morte di Joffrey all’inizio della quarta, Avuto ha sempre approfittato dei sindacati per svelare imbrogli politici in un bagno di sangue. Inevitabilmente, questo presupposto può solo indurre lo spettatore informato a diffidare Casa del Dragoed è proprio tutta la malizia degli showrunner a farlo gioca con i nostri nervi per pervertire meglio le nostre aspettative.

Regola numero 1: non sposarsi a Westeros

Dobbiamo qui salutare la realizzazione di Clare Kilner, che sfrutta l’ampiezza del suo decoro e l’effetto folla per centralizzare lo sguardo con lunghe focali. Rhaenyra e Laenor sono l’epicentro della scenaal punto che abbiamo paura per loro.

Tuttavia, questo è dove Casa del Drago differisce dal suo predecessore. Con un montaggio alternato molto abile, l’episodio porta a compimento i rancori ei dialoghi acerbi, che riguardino Daemon o Ser Criston. La tensione sale e tutto qui è una questione di simbolismo. A prima vista, la violenza è meno rompicapo delle barbariche vendette Game of Thronescome sintetizzato dal formidabile ingresso di Alicent, vestito di verde per riflettere i colori della casa Hightower, piuttosto che il solito nero e rosso dei Targaryen.

La casa del drago: immaginiSottile provocazione

In breve, la sequenza affronta una moltitudine di punti di vista e si prende il tempo per sviluppare i loro dolori e i loro dilemmi. Là dove Game of Thrones ha sempre puntato sulle principali parti coinvolte nei matrimoni e sul loro disastroso destino, Casa del Drago gradualmente si allontana dai suoi principi e principesse a concentrarsi sui personaggi perifericie più in particolare Ser Criston e Joffrey Lonbec, i rispettivi “protettori” e amanti degli sposi.

Leggi  Quale data e ora di rilascio?

Questi uomini nell’ombra si impongono così come vere e proprie estensioni dei nobili che accompagnano, così che non si vede arrivare l’evoluzione della sequenza, di cui diventano i principali protagonisti. Ser Criston uccide Joffrey Lonbec con rabbia, ma dopo lo shock iniziale, potremmo dire che l’evento non è così importante. In realtà si può percepire dalla cerimonia l’impatto di questa morte sul comportamento di Laenor. Questo dovrebbe avere ripercussioni per il resto della storia.

La casa del drago: immagini“Ma avevi detto che avremmo giocato a fare pipì”

Se i matrimoni sono rappresentativi della crudeltà del mondo di Westeros, Casa del Drago anzi soprattutto un potente strumento narrativo e metaforico. Manipolando lo sguardo degli spettatori, la serie mostra più che mai fino a che punto i personaggi siano solo marionette al soldo di un potere che sfugge loro.

Le personalità cercano di distinguersi, di distinguersi dalla massa, ma sono ancora agganciate a un sistema autodistruttivo. Basti pensare che anche filmando una morte che potrebbe essere considerata “minore”, Casa del Drago assicura inesorabilmente che questo è l’inizio della fine.

Lascia un commento