fbpx

Colin Farrell fornisce un aggiornamento della serie su The Penguin

Invece Il Batman 2 è entrato da poco in preparazione, Colin Farrell ne approfitta per dare qualche notizia del futuro spin-off dedicato al suo personaggio.

È ormai risaputo a Hollywood che la pianificazione a lungo termine di progetti multipli derivati ​​da un franchise è la chiave per garantire il successo commerciale. Quindi il decadente Il Batman di Matt Reeves se non avesse ancora avuto modo di perdonare gli schermi della sua estetica nichilista che la Warner stava già considerando due spin-off per gonfiare il catalogo della sua piattaforma HBO Max. E se uno di questi due progetti rimane per il momento inattivo, la serie incentrata sul Pinguino di Colin Farrell è iniziata rapidamente.

Atteso a sua volta seguendo il cast a priori controcorrente dell’attore irlandese (il cui bel viso non corrispondeva proprio alla disgrazia fisica caratteristica del personaggio), quest’ultimo aveva finalmente saputo convincere gli spettatori con il prisma diun’interpretazione sapientemente condotta, e una trasformazione spettacolare. In effetti, questa futura propaggine che narra l’ascesa criminale del gangster a Gotham ha deliziato rapidamente gli appassionati dell’universo relativo al Cavaliere Oscuro.

Un antagonista crudelmente sottoutilizzato

Una gioia tanto più giustificata Matt Reeves sembra molto coinvolto nel progetto. Presente alla prima di Tredici vite di Ron Howard, dove Farrell condivide il poster insieme a Viggo Mortensen e Joel Edgerton, l’attore confida al microfono diIntrattenimento Stasera che il regista dietro Il Batman non solo è completamente impegnato nel processo di sceneggiatura della serie, ma sembra anche determinato a scegliere lui stesso il futuro regista:

“Matt è solo… costantemente curvo sulla tastiera e impegnato a pianificare il flusso narrativo della storia fin nei minimi dettagli. È così meticoloso. È totalmente dedito allo spin-off di Penguin. Certo, non dirigerà il film progetto, ma è molto desideroso di definire la struttura delle trame e chi sarà al timone. Ed è così eccitante”.

Il Batman: fotoNon così impermeabile, il Pinguino

Se Matt Reeves non ha intenzione di dirigere il futuro spin-off, quest’ultimo sembra esercitare un controllo significativo su di esso. E vista la dimensione che il regista è riuscito a dare al Pinguino nel suo film, questo non può che essere un punto positivo. In effetti, il famoso antagonista come appare Il Batman si rende ampiamente conto di una complessità e di una sottostante oscurità che aspettano solo di essere approfonditi dal regista, anche se quest’ultimo alla fine non dovrà andare dietro la macchina da presa.

Leggi  prima della Marvel, il fallito tentativo di universo esteso con Hugh Jackman e Kate Beckinsale

Inoltre, se il coinvolgimento di Reeves nel progetto ha qualcosa per alimentare un po’ di più le aspettative dei futuri spettatori, la serie è ancora solo agli inizi, e quindi purtroppo al momento non ha una data di uscita.

Lascia un commento