fbpx

Clip esclusiva di ‘The Menu’, la commedia culinaria del regista di ‘Succession’ con Ralph Fiennes

I ristoranti sono diventati una delle ambientazioni preferite della fiction nell’ultimo anno. Dopo le anteprime dell’acclamato bolle (il film di Filippo Barantini uscito direttamente su Filmin) e L’orso (la serie creata da Christopher Storer e disponibile in Spagna tramite Disney+), il turno di Il menu. Il 2 dicembre, una commedia con un cast stellare guidato da Ralph Fiennes, Anya Taylor-Joy e Nicholas Hoult. Mentre arriva la sua prima, in il giornale specializzato in serie televisive e film puoi già vedere una scena esclusiva in anteprima. Dietro le quinte ci incontriamo Marco Mylodil regista di 13 episodi di Successione.

Il menu Inizia quando una giovane coppia si reca in una delle destinazioni più esclusive del mondo per cenare in un ristorante che offre un’esperienza culinaria unica. Lo chef ha però preparato un ingrediente segreto che avrà risultati sorprendenti per i due innamorati.

Qualche anno fa, durante una visita nella città norvegese di Bergen, lo sceneggiatore Will Tracy (successione) si trasferì in barca in un ristorante di lusso situato su un’isola privata al largo della costa. “Sono un po’ claustrofobica e, mentre ci sedevamo a tavola, ho visto la barca che ci aveva scaricati dal molo”, ricorda Tracy. “Era una piccola isola. E ho capito che saremmo rimasti intrappolati per quattro ore. Mi sono chiesto: ‘E se qualcosa va storto?’”.


Tracy ha presentato l’idea al suo partner di scrittura abituale Seth Reiss (A tarda notte con Seth Meyers), e insieme hanno concepito una satira con una struttura che coniugava i ritmi narrativi con i piatti del menù degustazione di un ristorante di lusso. Dal buon divertimento per dessert, la tensione sale e amplifica alcune circostanze insolite pur conservando gli elementi autentici del restauro.

Leggi  Goditi dei buoni popcorn nel modo più sano con questa offerta di macchine per popcorn su Amazon - Novità della serie

Il successivo ad unirsi al progetto è stato il produttore Adam McKaydirettore di non alzare lo sguardo, Il vizio del potere Y la grande scommessatra l’altro. “Ho adorato il fatto che la sceneggiatura combinasse umorismo e satira pungente”, aggiunge McKay. “Era divertente ma oscuro e criticava una cultura molto esclusiva in modo sorprendente. mi ha ricordato Ma… chi ha ucciso Harry? A causa del tono e dell’umorismo, è uno dei miei film preferiti di tutti i tempi. Il film mescola una pungente satira di classe con umorismo, oscurità e un sano pizzico di assurdità. Ti sembra una ricetta? Giuro che non era mia intenzione”.

Hong Chau (La balena), Giovanni Leguizamo (Moulin Rouge), Janet McTeer (Alberto Nobbs), Giuditta Luce (La brutta Betty), Cristina Brucato (Leggende di domani), Aimee Carrero (Elena di Avalor) e Paul Adelstein (Senza appuntamento PRIVATO) completano la distribuzione di una commedia che ha già conquistato la critica americana.

Lascia un commento