fbpx

Che ne è di Chandrakant Jha oggi?

Scopri cosa diventa Chandrakant Jha oggi dopo Indian Predator su Netflix!

Indian Predator è disponibile su Netflix! Se vuoi sapere cosa diventa Chandrakant Jha oggicontinuare a leggere! Predatore indiano Il macellaio di Delhidiretto da Ayesha Sood, racconta la storia di una persona senza volto che ha devastato la capitale Delhi nei primi anni 2000.

Le poche persone che purtroppo sono state in contatto con lui e l’hanno conosciuto durante i suoi giorni di attività sono ancora pietrificate alla semplice menzione del suo nome. Vediamo quindi cosa ha reso questo serial killer uno dei criminali più pubblicizzati del paese e cosa diventa Chandrakant Jha oggi!

Chi è Chandrakant Jha?

Originario del distretto di Madhepura nel Bihar, in India, Chandrakant Jha è emigrato nella capitale Delhi in cerca di una vita molto diversa all’età di 18 anni nel 1986. Ha scelto la strada dell’autodeterminazione, che ha rivelato il suo lato oscuro e brutale. Ha iniziato a commettere piccoli furti prima di passare alla mutilazione dopo torture mentali e fisiche.

Chandrakant Jha apparentemente osava lavorare come tiratore di risciò, manovale e venditore di ortaggi in città, ma non era raro che si trovasse dalla parte sbagliata della legge. Fu nel 1998 che Chandrakant Jha è arrivato per la prima volta nel mirino della polizia locale per l’omicidio del leader della sua associazione di venditori, a seguito di una lite per soldi. Eppure è stato assolto per mancanza di prove intorno al 2002, che lo ha portato ad aggredire diversi uomini nel corso degli anni.

Che ne è di Chandrakant Jha oggi?

quando Chandrakant Jha è stato arrestato definitivamente il 20 maggio 2007, non solo ha confessato in dettaglio i suddetti sette omicidi, ma ha anche rivelato le sue ragioni per prendere in giro la polizia. In realtà aveva nutrito rancore per un precedente arresto.

Leggi  Johnny Depp è Louis XV nella prima immagine del nuovo film di Maïwenn

Chandrakant Jha è stato ritenuto colpevole di tre capi di imputazione per omicidio in relazione ai casi di Anil, Upender e Dalip nel 2013, per i quali ha ricevuto rispettivamente due condanne a morte e un’ergastolo. Negli altri casi è stato assolto per ulteriore mancanza di prove.

Va notato che una corte superiore ha commutato in appello le condanne a morte pronunciate contro questo intelletto depravato in ergastolo. Chandrakant Jha epurazione Oggi la sua condanna nel complesso carcerario di Tihar, a Delhi. La sua recente richiesta di libertà condizionale (gennaio 2022) è stata respinta.

Lascia un commento