fbpx

“C’è un intero universo sotto la superficie”

Il Marvel Cinematic Universe inizia la sua Fase 5 con Ant-Man e Wasp: Quantumaniail terzo capitolo della saga con protagonista Paul Rudd e diretto da Peyton Reed, che esce nelle sale venerdì prossimo 17 febbraio.

In questa occasione, Scott Lang e Hope Van Dyne, insieme a Hank Pym e Janet Van Dyne, intraprenderanno una nuova avventura attraverso il Regno Quantico, dove dovranno interagire con strane creature e scoprire cosa si trova oltre i limiti di ciò che credevano possibile. .

In occasione dell’uscita nelle sale del film, SERIE & MÁS | giornale specializzato in serie televisive e film. ha partecipato alla conferenza stampa virtuale, dove il regista e tutto il cast insieme al produttore Kevin Feige si sono incontrati per raccontare cosa attende i loro personaggi al loro ritorno sul grande schermo.

[Danai Gurira: “No hay una agenda feminista en ‘Black Panther’, es la progresión de la primera película”]

Plasmare l’universo di ‘Ant-Man’

Tutti i film dell’universo uomo formica Sono diretti da Peyton Reed, che dall’uscita del primo lungometraggio nel 2015 ha saputo plasmare la propria etichetta e distinguerli all’interno del vasto gruppo di produzioni che già comprende il Marvel Cinematic Universe.

Questo argomento è stato discusso durante la conferenza stampa, dove lo stesso Peyton Reed ha voluto chiarirlo “i film di uomo formica Hanno sempre parlato di famiglia”. Secondo lui “è una storia generazionale su una famiglia di eroi, e Scott Lang, che non è un miliardario o un super scienziato o altro, viene risucchiato in questo mondo insieme a Hope van Dyne, che è la figlia di due supereroi, Michael Douglas e Michelle Pfeiffer. Ora c’è la giovane Cassie Lang, che è probabilmente la più grande motivazione di Scott a passare più tempo con sua figlia”.

[Quiénes son las Ángeles de la Medianoche que aparecen por primera vez en ‘Black Panther: Wakanda Forever’]

Per Reed, uno dei temi centrali del film sarà il rapporto tra un padre e sua figlia. “Scott vuole essere un eroe, Ovviamente. È un Vendicatore, ma sta cercando di trovare un equilibrio tra lavoro e vita, e trova anche del tempo da trascorrere con sua figlia, che è la cosa più importante”, ha detto Reed.

“In questo film, Cassie Lang ha 18 anni e continuiamo a raccontare la storia di questa famiglia e i segreti che si nascondono l’un l’altro. All’inizio, scopriamo rapidamente che Janet potrebbe non aver raccontato agli altri cosa è successo durante i suoi 30 anni nel Regno Quantico, e forse Hope, Hank e Cassie non hanno detto altre cose a Scott”, ha spiegato il regista.

“Tutti nascondono segreti a Scott e all’improvviso vengono spinti nel Regno Quantico.dove dovranno risolvere queste dinamiche familiari”, ha avanzato. Michael Douglas è d’accordo con lui su questo punto, aggiungendo che “il fatto che i film di uomo formica trattare la famiglia porta una certa vulnerabilità ai personaggi dotati di superpoteri”.

“Questo aiuta a entrare in contatto con un pubblico di tutte le età. Qualcuno come me, che fa principalmente film con rating R, penso che sia un piacere avere bambini piccoli che vengono a vedere i film e si divertono”, ha spiegato Douglas.

L’evoluzione degli eroi


Ancora da ‘Ant-Man and the Wasp: Quantumania’

“Scott vuole essere padre e questo è il suo obiettivo principale. Avrà una sorta di relazione di amore-odio con questo, ma penso che finirà per accettarlo”, descrive Paul Rudd a proposito del suo personaggio. “È felice e sembra che sarà in grado di avere una vita normale, trascorrere tempo con la sua famiglia. Ma questo non può durare”, ha aggiunto.

“Penso che è cresciuto molto in questi anni che abbiamo fatto questi film. È un ragazzo che ha iniziato con un lavoro regolare, si è fatto strada e ha persino combattuto Thanos. Ha vissuto molte cose e ha accettato chi è”.

D’altra parte, Evangeline Lilly è stata incoraggiata a condividere come ha vissuto il viaggio di Hope, che ha accompagnato Scott in più di un’avventura. “Hope è nata come una donna molto fredda, distante e isolata. Nel corso di questi tre film, ha avuto un arco narrativo incredibile. Ha riparato la sua relazione con suo padre, si è riunita con sua madre, si è innamorata di Scott ed è diventata anche la matrigna di Cassie. La sua vita è piena di amore ed è come una versione sbocciata della donna che conoscevamo”.ha dichiarato.

altri membri della famiglia

Insieme ai protagonisti e agli eroi principali della trilogia di uomo formicaquesta terza parte offre alla storia generale l’opportunità di recuperare altri personaggi, come nel caso di Janet, che interpreta Michele Pfeiffer. “Dopo essere stata salvata dal Regno Quantico dopo trent’anni e riunita ai suoi cari, cogliere l’occasione per assaporare il tempo con loro”Pfeiffer ha spiegato.

“Sarà costretta a tornare in un posto dove sperava di non tornare mai più. E trent’anni sono tanti. Le persone hanno dei bisogni. Quindi penso che ci saranno molte sorprese per la famiglia”, ha anticipato. “Forse alcune decisioni sono discutibili. Ma è una famiglia molto indulgente e la loro storia è una parte molto importante dell’intera trama del film”, ha concluso.

Subito dopo, Kathryn Newton è intervenuta in conferenza stampa per parlare della versione adulta di Cassie, la figlia di Scott. “Ho sempre voluto essere un supereroe Marvel. e chiunque mi conosca dal liceo lo saprà “, ha detto.” Sono la prova che i tuoi sogni si avverano, perché i miei lo hanno fatto “. Inoltre, l’attrice ha ricordato com’è stato lavorare con Paul Rudd, riconoscendo che” È stato molto facile trovare quella dinamica padre-figlia con Paul”.

[Crítica: ‘Black Panther: Wakanda Forever’, emoción, épica y denuncia en el mayor reto de Marvel]

Cosa rivela il film sul regno quantico?


“Ant-Man and the Wasp: Quantumania”

Prima di iniziare le riprese del primo film di uomo formicaabbiamo pensato di esplorare questa idea di meccanica quantistica, perché le cose funzionano in modo molto diverso a livello quantico, e Paul ha menzionato la quantità di storie, immaginazione e divertimento che potrebbero venire da lì. Il primo film di uomo formica si trattava principalmente di conoscere i personaggi e da dove provenissero, ma alla fine siamo stati in grado di dimostrarlo”, ha detto Kevin Feige.

“È un luogo che è a livello subatomico dove lo spazio e il tempo agiscono in modo diverso, e che ci ha permesso di viaggiare indietro nel tempo, su suggerimento di Scott Lang in Finiscimi. C’è un intero universo sotto la superficie dove incontriamo tutti i tipi di personaggi divertenti e pazzi”, ha osservato il produttore.

Il grande cattivo: Kang

Il nuovo cattivo Kang in 'Ant-Man and the Wasp: Quantumania'


Il nuovo cattivo Kang in ‘Ant-Man and the Wasp: Quantumania’

Tra tutti gli argomenti affrontati, uno dei principali -e quello che il pubblico alla premiere ha evidenziato- è stato il ruolo di Jonathan Majors nei panni del grande cattivo di Ant-Man: Kang. “Kang è un super cattivo che viaggia nel tempo”Lo stesso Majors ha spiegato di lui.

Esistono diverse versioni di Kang. E quelle versioni sono varianti che occupano diversi universi e avere intenzioni diverse. Sono tutti esseri diversi, eppure c’è una linea che li unisce”, ha osservato l’attore. “È intrappolato nel Regno Quantico e ha dei problemi con alcune delle varianti”, ha specificato.

Quando si è trattato di interpretare il cattivo, Jonathan Majors ha detto che si sentiva come se si stesse unendo alle truppe di Shakespeare. “Era come quando hai Shakespeare nella stanza e lui ha un’idea molto chiara di cosa vuole fare e ha il suo attore protagonista, e stabilisce il tempo e il tono con cui entri e vai a lavorare, ” Egli ha detto.

“E la cultura del lavoro e la storia ci sono, ma cambiano. Devi essere molto chiaro su cosa stai facendo e chi è il tuo personaggio, la sua spina dorsale, cosa è e cosa cerca. Il resto consiste nel lavorare difficile”, ha aggiunto.

Inizia la fase 5

“Non volevamo iniziare la Fase 5 introducendo molti nuovi eroi nel mondo. Volevamo iniziare con un terzo film di personaggi che erano già amati e usarli. Chi meglio di questa famiglia può affrontare uno dei più grandi cattivi che il Marvel Cinematic Universe abbia mai affrontato, se non il più grande,?” ha detto Kevin Feige.

“Abbiamo ritenuto che tutti questi personaggi e questi incredibili attori sarebbero stati l’ideale per presentare al pubblico qualcuno così complesso, terrificante e multiversale come Kang”, ha aggiunto.

Archiviato in Cinema, Interviste, Marvel, Film, Supereroi

Redattore di SERIE E ALTRO. Laureato in Comunicazione Audiovisiva presso l’Università Carlos III di Madrid. In spagnolo dal 2021

Leggi  Perché i tuoi conoscenti possono utilizzare la nuova funzionalità Netflix e tu no? - notizie di serie

Lascia un commento