fbpx

C’è qualcosa che puoi fare per salvare lo spettacolo che ami su Netflix dalla cancellazione – Notizie sul programma TV

I curiosi ma semplici consigli di uno sceneggiatore per far sì che la tua passione per un certo titolo sia presa in considerazione dalla piattaforma di streaming.

dietro ciascuno cancellazione, soprattutto quando è l’esito finale di una serie senza un esito in quanto tale, c’è un gruppo di seguaci desolati. A volte più numerosi di altri, ovviamente, ma la verità è che ogni titolo ha il suo pubblico e a nessuno piacciono le cose in sospeso. Quando un network o una piattaforma decide di non andare avanti con uno dei suoi titoli nDi solito è una questione di numerisolitamente legato alle aspettative riguardo alla serie in questione e anche al suo costo, ma quale fondamentalmente si riduce a dati sull’audience insoddisfacenti.

Nel caso di Netflix, ad esempio, come regola generale, di solito ci vuole circa un mese dopo la premiere di una determinata serie o stagione perché la piattaforma di streaming decida se avrà una nuova puntata o se cadrà nel dimenticatoio. Partiamo dal presupposto che i dati che vengono analizzati per prendere la decisione saranno diversi in ogni caso ma, dietro tutte le serie cancellate, c’è sempre una squadra delusa che ha dato il meglio di sé.

Quando una serie viene cancellata non è più una novità che i suoi seguaci si aggrappano all’idea del salvataggio da un’altra catena e, dopo una serie di esempi che “hanno stabilito la giurisprudenza” come Lucifero o Manifestoadesso tutti guardiamo a Netflix come al possibile grande salvatore. Ma, Cosa succede quando la fiction cancellata è un originale Netflix?

È inutile buttarci le mani in testa una volta che è successo. Come ha osato assicurare lo sceneggiatore Michael Green sul suo account Twitter personale, C’è qualcosa che possiamo fare, come spettatori, per aiutare la non cancellazione delle serie che ci piacciono su Netflix.

Un “trucco” che lui stesso descrive come qualcosa di “stupido” da parte del sforzo insignificante che suppone e che ha davvero un’importanza davvero notevole sul successo finale del titolo in questione. Puoi leggere il suo thread qui sotto:

Sembrerà stupido (e lo è), ma se ti stai godendo una nuova serie pubblicata su Netflix, se non ti interessa, lascia che gli episodi vengano giocati subito in modo che il completamento venga conteggiato in un periodo di tempo significativo per te la serie di successo

Secondo Verde, è importante consentire a una serie di essere riprodotta completamente quando viene lanciata per la prima volta, anche se viene riprodotta in background. La ragione? Netflix considererà buoni numeri che una serie è stata vista nella sua interezza poco dopo la sua data di anteprima. In particolare, 28 giorni dopo, Come ha chiarito lo sceneggiatore di fronte ai dubbi dei suoi follower, molto interessati a ciò che proponeva: “il termine significativo è *28 giorni* dal lancio. Non il primo giorno”.

Leggi  Allerta su Netflix: tra pochi giorni esce dalla piattaforma una delle serie più belle della storia (ma ha già una nuova casa) - Notizie serie

“Non puoi salvare uno spettacolo dopo che è stato cancellato”, avverte Green. “Puoi rinnovarlo guardandolo tutto il tempo.” Quindi, anche se la tua intenzione è quella di godertelo poco a poco o salvarlo per dopo, è importante farlo prima per i dati che analizzerà Netflix, che si concentreranno sul comportamento dei suoi abbonati rispetto a un determinato titolo in quei 28 giorni.

“Adoro Netflix. Lavorare lì è una gioia creativa”, aggiunge Green. “Penso che questo cambierà nel tempo. Ma per ora questo è importante”. Infine, la sua proposta è quella da cui partiamo Ollie è perso, la miniserie drammatica fantasy su un adorabile coniglietto patchwork alla ricerca del suo migliore amico. Allo stesso modo, Green, i cui crediti includono il Logan, Alieno: Patto e BGuida laterale 2049attualmente ha un accordo con Netflix per la produzione di serie e film dal 2020.

Seguire il consiglio di Michael Green salverà la tua serie preferita? Non proprio. Farai la tua parte per imparare come funziona l’analisi dei dati, ma la decisione finale avrà anche a che fare con budget e obiettivi diversi su cosa significhi veramente il suo successo.

Lascia un commento