fbpx

Carlo III disse al principe Harry che “non era giusto” per Meghan Markle andare a Balmoral

Harry e Meghan questo sabato al Castello di Windsor. / Andrew Potrebberidge

Elisabetta II muore

‘The Sun’ assicura che la riluttanza della famiglia spiega perché il duca di Sussex andò da solo a salutare Elisabetta II nella sua residenza in Scozia

PM

Carlos III avrebbe fatto notare al figlio Enrique che “non era giusto” che Meghan Markle si recasse con lui a Balmoral per accompagnare la regina nelle sue ultime ore di vita. Lo riporta il quotidiano ‘The Sun’ dopo due giorni di speculazioni nel gossip britannico sui motivi per cui il duca di Sussex si recò da solo al castello mentre sua moglie rimase a Londra. Enrique fu anche il primo discendente di Elisabetta II a lasciare la proprietà di famiglia la mattina dopo la sua morte dopo aver completato le prime dodici ore di lutto. È stato visibilmente colpito sul sedile posteriore di un SUV che lo ha portato direttamente in aeroporto per tornare nella capitale britannica.

Secondo queste informazioni, il nuovo sovrano gli avrebbe detto che non era opportuno che Meghan si trovasse a Balmoral, il che confermerebbe le prime voci che avvertivano di non aver accompagnato Enrique consapevole che non sarebbe stato il benvenuto. Tuttavia, la versione ufficiale che circolava allora è che avesse deciso di rimanere a Londra per rispetto della privacy della famiglia reale. La frequenza con cui Meghan ha rilasciato interviste e il contenuto delle stesse, soprattutto nelle ultime settimane, non è sceso particolarmente bene alla Casa di Windsor.

Secondo fonti citate da ‘The Sun’, Carlos chiamò suo figlio, che all’epoca era con Meghan al Frogmore Cottage, la residenza di Windsor, per informarlo della difficile situazione familiare. “Charles ha detto a Harry che non era né giusto né appropriato che Meghan fosse a Balmoral in un momento così profondamente triste. Gli è stato fatto notare che Kate (la moglie di suo fratello William) non sarebbe andata e che i numeri dovrebbero davvero essere limitati ai parenti stretti. Charles ha chiarito molto, molto chiaramente che Meghan non sarebbe stata la benvenuta”, ha detto la fonte. Apparentemente, anche Enrique non poteva salire sull’aereo della RAF che portò il principe William e i suoi zii, il principe Edoardo e il principe Andrea, in Scozia. In tal caso, potrebbe essere stato perché il duca aveva precedentemente rinunciato a tutti i suoi privilegi reali.

Tuttavia, Carlos III non voleva uccidere la coppia nel suo primo discorso dopo la morte della regina. Dopo aver annunciato che William e Catherine stavano diventando Principi di Galles, il sovrano ha detto: “Voglio anche esprimere il mio amore per Harry e Meghan mentre continuano a costruire le loro vite all’estero”, alludendo alla loro decisione di stabilirsi in America.

Leggi  Dopo la rottura: Shakira è molestata dai fan aggressivi

Elisabetta II, insieme al principe Harry e Meghan Markle in un atto ufficiale nel 2018 /

Reuters

Il 20 gennaio 2020 il duca e la duchessa di Sussex hanno comunicato a Elisabetta II le loro dimissioni per rimanere membri in prima linea della famiglia reale ed hanno espresso il desiderio di trasferire la loro residenza ufficiale fuori dal Regno Unito e vivere con i propri mezzi finanziari. La coppia si è stabilita in California.

Enrique è diventato, in ogni caso, l’immagine del dolore solitario. Le fotografie della sua enormemente triste partenza da Balmoral hanno fatto il giro del mondo. Accade così che il duca non sia arrivato in tempo prima della morte della nonna. Infatti, Carlos, 73 anni, e sua sorella Ana, 72 anni, che si trovavano in Scozia, furono gli unici membri della famiglia che poterono dire addio al sovrano durante la sua vita.

conversazione sulla fede

Lo scorso fine settimana, Elisabetta II ha ospitato a Balmoral Iain Greenshields, moderatore dell’Assemblea Generale della Chiesa di Scozia, con il quale ha pranzato domenica. Il ministro e sacerdote ha rivelato alla BBC che la regina, molto lucida e di buon umore, gli ha raccontato quanto si sentiva a suo agio a Balmoral. Hanno persino guardato fuori da una finestra dove lei lo ha illuminato sul bellissimo paesaggio scozzese. “Penso che sia servito di consolazione alla sua famiglia”, ha detto il rappresentante ecclesiastico. Ha anche parlato “in modo molto commovente” di suo marito Felipe, di come la sua morte “l’ha colpita” e della debolezza che ha provato durante il funerale.

“Ha parlato del suo passato, del suo amore per Balmoral, suo padre, sua madre, il principe Filippo, i cavalli… molto impegnata in ciò che stava accadendo nella chiesa e anche nella nazione”, ha detto. Prima di salutarsi, i due hanno avuto una profonda conversazione sulla fede, “la vita e dove porta questa vita. Abbiamo finito per parlare di vita eterna e di risurrezione”.

Lascia un commento